Stanno uccidendo la Pantera


Stanno uccidendo la Pantera

La Pantera agonizza

Da troppo tempo, ormai, lasciata a se stessa, dimenticata, quasi tenuta nascosta, come un ingombrante famigliare del quale ci si vergogna un po’.
E’ stata gloriosa, sì, un tempo, decorata con medaglie d’oro, un fiore all’occhiello, anni fa, ma adesso… un nonnetto da chiudere nello sgabuzzino quando vengono in visita gli amici, o quando si devono fare le fotografie per l’album di famiglia.
Visitate il sito della Polizia di Stato. Specialità, Polizia di Quartiere, la Banda, Stranieri, reparti speciali, denunce…
Sfogliate il Calendario 2005.
Anzi non fatelo, Vi risparmio la fatica. Non ci siamo. Da nessuna parte.
Non so perché si voglia questo, ma per una sorta di rispetto dovuto agli uomini e alle donne di un reparto cosi peculiare, mi sarei aspettato almeno un po’ di sincerità.
Si abbia il coraggio di dire che la Volante non è più nei programmi del Ministero che l’immagine non rispecchia più i parametri correnti e rende di più con i Poliziotti di Quartiere o con i telefilm, che si stanno valutando altre soluzioni.
Avete deciso di trasferire il nonnetto all’ ospizio; abbiate l’onestà di metterlo al corrente della Vostra scelta. Non gli potete sgonfiare le gomme della carrozzella e segargli il bastone sperando di vedercelo andare, possibilmente illeso, di sua spontanea volontà.
Posso sbagliarmi nella lettura, essere particolarmente coinvolto. ma dalla mia parte ci sono i fatti, rilevati, è vero in una realtà periferica, ma che so non unica e che sfido chiunque a smentire.
Vorrei poter invitare chi, nella stanza dei bottoni, decide forniture sostituzioni e assegnazioni di materiale. Vorrei, davvero, che si rendesse conto personalmente, se ne è all’oscuro, a che cosa siamo quotidianamente esposti.
Vogliamo salire sulla Marea, dottore, quando c’è, e guardare cosa è rimasto di funzionante, cosa non è ormai sostituibile per mancanza di fondi, diamo una occhiata al contachilometri, proviamo se i portatili e le torce elettriche funzionano? Proviamo ad essere più alti di un metro e ottantacinque e guidare? l propositi di sostituire la micidiale mitraglietta da guerra con un ‘arma più adatta alle esigenze di una Squadra Volante dove son finiti?
Calzi anche Lei le scarpe di cartone e vacchetta con tacco, indossi la pratica e comoda camicia e cravatta, il cinturone che fu bianco tenuto assieme da ribattini, cappello carnevalesco, pantalone di lana e giacca a vento di nylon, e poi facciamo assieme cinquanta metri di corsa dietro ad uno scippatore.
Questo, dottore, è il suo giubbotto antiproiettile. E’ piccolo? Non ci faccia caso, tanto è anche scaduto da qualche anno.
Adesso dobbiamo scendere e perlustrare questa zona. Io prendo il portatile, il suo non funziona, anzi non c’è nemmeno. Beh, tenga il cellulare acceso.
Come, se ne vuole andare? Ma non ho finito, il bello arriva adesso. Dove va?
Può sembrare il discorso alienato di un invidioso, per le foto dei colleghi alla moda in prima pagina, che ammira le loro calde scarpette tecniche, i loro cinturoni in pelle e rosica.
Più concretamente questo è il discorso di un Poliziotto che piange ancora dei colleghi, si in prima pagina. ma con la giacca a vento di nylon sforacchiata dai proiettili.
Ho esagerato? Si dimostri il contrario allora e si rimetta in piedi la Pantera, dignitosa, efficace, attuale. La si sostenga, con mezzi e fatti, non con le solite parole di circostanza che da oggi, per qualche giorno dovremo subire.
Addio Davide. Addio Giuseppe.