Pluralismo e Tredicesime…che “Taglio!!?!??!!”


Pluralismo e Tredicesime…che “Taglio!!?!??!!”

Tagliare sulla duplicazione di compti e ruoli dovrebbe essere forse il primo obbiettivo

Il tormentone dell’estate nelle caserme della Repubblica è solo uno: quanto ci taglierà ancora lo Stato con la prossima manovra finanziaria ?
Le risposte sono tra le più varie, i sindacati sembrano non sapere nemmeno loro effettivamente quanto questo sacrificio inciderà sulle tasche di Poliziotti e Carabinieri e sulle rispettive strutture, l’unica cosa certa è che il prossimo quinquennio sarà uno di quelli davvero difficili dove, probabilmente, non avere calzini ed uniformi sarà davvero l’ultimo dei problemi.
Qualcuno certamente starà pensando: eccolo lì il solito statale “Brunetta Style” (fannullone) che si vuole lamentare che non hanno mezzi, risorse, che non possono lavorare e blablabla….in verità vorrei provare con queste righe a fare tutt’altro e non a lamentarmi per il puro gusto di farlo come, di solito, piace fare non solo agli “Statali”.
Leggo da più parti la volontà di tutte le sigle del comparto di attuare una seria protesta contro la manovra finanziaria, addirittura si parla di azioni “eclatanti”(??): cosa si potranno mai inventare ????!!??
Uno sciopero ?
Delle ferie… forse ?!?!
Andare al lavoro al posto di godermi con qualche giorno di sano riposo, per esempio, l’ultimo anno in cui certamente vedremo nelle nostre tasche il famoso “Premio Produzione” ? (una sorta di piccola quattordicesima mensilità in pagamento proprio in questi giorni).
Cosa potremo mai fare, una manifestazione nazionale, tutti a Roma sotto al Viminale ?
Così oltre all’inutilità già ampiamente dimostrata di simili manifestazioni svolte nel recente passato ci aggiungiamo pure il costo del servizio di Ordine Pubblico svolto a cura dei colleghi dei Carabinieri ?
Oppure ??
Maddai, un bel volantinaggio sotto la Prefettura dove distribuiremo, si e no, qualche centinaio di volantini che qualcuno, forse, distrattamente leggerà e che nella migliore delle ipotesi getterà nel cassonetto per la carta riciclata ?
Dite che sono pessimista ?
Forse… ma dopo alcuni anni di servizio sono certo che non è il sindacato, oggi al contrario del passato, che potrà risolvere questa situazione di assoluta incertezza e di crisi che da anni, e in maniera sempre più importante, investe il nostro settore.
E’ necessario guardare in faccia alla realtà: il sistema è al collasso, i centri di potere sono troppi non solo in politica ma anche sul territorio, non è solo una questione di province, regioni o numero di parlamentari, la duplicazione dei ruoli (Polizia, Carabinieri, Finanza, Forestale Etc) ha un costo esorbitante e ciascuno di questi organi ha in se una serie di fisiologici sprechi che non è più possibile tollerare.
E’ di pragmatismo che c’è bisogno e non solo di scure, di tagli, di razionalizzazione, recuperare soldi si può fare rapidamente e in maniera molto meno dolorosa basterebbe eliminare all’interno del “Sistema Sicurezza” le duplicazioni che troppo spesso sono funzionali al potere stesso.
La stessa burocrazia interna in ciascuno dei 5 corpi di polizia ha un costo esorbitate per la pubblica amministrazione, costi che potrebbero essere abbattuti anche solo con accorpamenti amministrativi di chi, fondamentalmente, ha lo stesso trattamento economico, funzioni similari e compiti.
E’ inaccettabile, per esempio, che la Polizia che ha lo stesso contratto dei Carabinieri debba avere due strutture indipendenti che trattano amministrativamente le stesse procedure, perché non accorparle ?
Perché l’Arma al posto di avere un proprio servizio amministrativo non passa la palla in mano alle prefetture per abbattere i costi ?
Quanti soldi potremo risparmiare così?
Sarà mica l’ennesimo modo per tutelare anche così inutili centri di potere ?
Non ho ancora sentito un sindacato chiedere questo, non ho ancora sentito nessuna sigla pretendere di tagliare sulla duplicazione ?
Sarà mica che questa pluralità giova anche a loro ?
La pluralità sindacale ?
Ne vogliamo parlare ?
Quanto ci costano i distacchi, i permessi sindacali, tutti coloro che a vario titolo, giustamente peraltro, spendono il loro tempo per cercare di salvaguardare piccoli baluardi di legalità lavorativa ? (o di interesse personale ? – l’altra faccia della medaglia che in taluni casi purtroppo esiste! – )
Non dico che non debbano esservi queste tutele, queste possibilità, ma non si possono sottrarre ai già esigui organici, centinaia di persone che fanno “Sindacato Professionale” solo perché facenti parte di una sigla che, in una provincia, per ipotesi, conta 5 iscritti !!
Basta con queste inutili siglette! Costano!
Quanto costa al cittadino questo malinteso senso di pluralismo ?
Insomma io credo che non si possa pretendere di risanare la situazione semplicemente sottraendo risorse a un comparto, come quello della Sicurezza Pubblica, senza incidere pesantemente in via prioritaria sugli sprechi più o meno fisiologici del sistema stesso.
Non è possibile chiedere ai lavoratori statali (e qui ricomprendo tutti) di pagare di tasca loro una certa malagestione di tutto l’apparato: basta proclami, che si passi ai fatti!
Perché non è accettabile ascoltare che si taglino le tredicesime, che si decurtino stipendi, che si blocchino adeguamenti stipendiali se uno avanza nella propria carriera: come può il paese, nonostante la crisi, comunque andare avanti ? (perché la recessione non và favorita!).
Come farà il sistema produttivo italiano a creare ricchezza se, a fine anno, nel periodo più “ricco” dei 12 mesi, le tasche degli italiani saranno vuote ?
Come faremo a spendere, come diceva qualche tempo fa il premier, per rilanciare l’economia se arriviamo, per miopia e poca lungimiranza gestionale, a togliere certi benefici come quelli della tredicesima mensilità dalle tasche degli statali ?
In ogni caso i cittadini stiano tranquilli, il 113 non chiude mai, qualcuno arriverà, nessuna protesta vi toglierà mai il diritto all’essere tutelati da un istituzione cardine come la Polizia di Stato: non vi saranno scioperi, non vi saranno blocchi o proteste da paralisi ma sempre abnegazione e senso del dovere …sino a quando le povere pantere avranno benzina e un motore in efficienza….perchè in questi giorni di afa qualcuna sicuramente cederà il passo poichè , a causa dei pochi mezzi, più di qualcuna è in servizio attivo H24.

Michele Rinelli – Poliziotto 05/07/2010