Abuso di nastro adesivo


Avrebbe voluto liberarli subito di quegli orribili e inumani, offensivi e lesivi della dignità umana pezzi di nastro adesivo utilizzato come strumento di emergenza e “fortuna” per fissare la mascherina “ma gli agenti incaricati del rimpatrio dei “malcapitati” lo hanno (correttamente) allontanato invitandolo a riprendere il suo posto.

Magari più o meno bruscamente, ci può stare. Depende. Todo depende de segun como se mira (cfr. Jarabe de Palo – Depende).

Ennesimo caso di maltrattamenti da parte di questi Poliziotti mai paghi di violenza e di abusi.

L’indignazione monta subito  e cresce in maniera esponenziale (capirai, c’è San FaceBook !), come spesso succede anche per notizie imprecise o addirittura farlocche  che grazie al web (e a un uso e AbUso del pregiudizio), trovano spazio e “giusta” attenzione.

Il povero imbavagliato però era un clandestino pluripregiudicato regolarmente espulso dal territorio nazionale con decreto firmato da un Giudice della Repubblica.

Ma il Poliziotto è sotto accusa, questa volta per abuso di…nastro adesivo !

Non basta dover svolgere interminabili servizi di accompagnamento di individui pluripregiudicati, spesso portatori di malattie infettive e che cercano in ogni modo di evitare il rientro in patria a qualsiasi costo.

Non basta dover lavorare ore ed ore facendo anche più voli durante il giorno da un posto all’altro,  ore e ore di straordinario che nella migliore delle ipotesi saranno pagate dopo quattro mesi alla eccezionale cifra di 8 euro l’ora (per inciso, siamo forse l’unica categoria alla quale l’ora di straordinario viene pagata meno dell’ordinario, già che ci siamo che si sappia !)

E comunque, i Poliziotti hanno dovuto inventarsi una soluzione, con i mezzi che avevano a disposizione, per compiere il proprio dovere tutelando al tempo stesso la propria incolumità, quella degli stranieri accompagnati e dei passeggeri a bordo di quel volo.

Chiaro, non è un bel “vedere”, non è una soluzione piacevole per nessuno, imbarazzante per gli stessi Poliziotti per primi, lo capiscono tutti i passeggeri di quel volo, lo comprende il Comandante dell’aereo (che evidentemente sa come funziona perché ne ha viste e riviste).

L’unico che non lo capisce è il signor Sperandeo, che si indigna ancor più per l’asserita indifferenza degli altri (passeggeri) che a suo stesso dire gli inveiscono contro.

Difficile pensare e credere che lui sia l’unico dotato di umana sensibilità e tutti gli altri, Poliziotti compresi, ne siano del tutto privi.

CONCLUSIONE

 

Fatto sta che dove non arriva il buonsenso arriva FB, anche nei Palazzi.

Il Presidente della Camera, il Ministro dell’Interno e, giocoforza il Capo della Polizia si e ci interrogano.

Escludiamo il Capo, non per piaggeria ma perché è un Poliziotto e conosce bene i dettagli e i particolari, certe “procedure” standard che alcuni personaggi mettono in atto pur di impedire/evitare il rimpatrio.

Una lettera di credito per il Ministro dell’Interno che si è espressa con misura e cautela senza gettare la croce (almeno cosi pare)  sui Colleghi.

Ma il Presidente della Camera…la terza Carica dello Stato è possibile che prima di intervenire non si informa, non approfondisce, si limita a dichiarazioni retoriche e demagogiche ?

Quando ci si interrogherà sulla dignità dei Poliziotti, offesi tutti i giorni da un contratto di lavoro ridicolo, dalla carenza al limite dell’insopportabile di strutture, strumenti e mezzi.

Non si interroga sul perché quei Poliziotti hanno dovuto ricorrere a una soluzione d’emergenza ?

Si resta in attesa di disposizioni precise, dettagliate e inequivoche sulle modalità alle quali attenersi in casi analoghi; nonché di strumenti idonei a che dette operazioni vengano effettuate in tutta sicurezza per gli operanti, i passeggeri, l’equipaggio dell’aeromobile e non da ultimo prevenire atti di autolesionismo strumentale delle persone da rimpatriare.

O continueremo a dare la colpa al….nastro adesivo che, neanche quello, impedisce allo spread di mietere vittime ? Ne vogliamo parlare ?

(P.Grassi – S. Baiocchi – Poliziotti)