Cretini? Sì


Cretini? Sì, siamo tutti cretini.
Cretini con trent’anni di servizio, perché siamo ancora lì a correre dietro ai ladri, agli spacciatori, ai ragazzini che tirano pietre, come se noi fossimo sempre giovanotti pieni di risorse.

Siamo quei cretini che ogni mattina, pomeriggio, sera e notte si presentano in servizio, con auto malridotte, con scarpe di cartone, un vestiario al limite della dignità, muniti di armamenti medievali e difese personali che vanno al di là “del bene e del male”, e forniti di apparati radio del tutto inadeguati. Siamo quei cretini che nonostante tutto si buttano nella mischia e non importa l’età, il mutuo da pagare, lo stipendio bloccato, lo straordinario a 8 euro netti l’ora e i servizi di ordine pubblico pagati 13 euro lordi al giorno. Siamo veramente i cretini che con quel briciolo di dignità rimasta e un pizzico di rassegnazione continuano a fare il proprio lavoro, quando intorno a noi tutto sta cascando a pezzi.