Ciao Carissimo


Firenze, 25 Febbraio 2018, tragico incendio in Questura, perde la vita un Poliziotto.

“Ciao carissimo”
E’ così, caro amico, che ti voglio ricordare, con il tuo consueto
modo di salutarmi ogni giorno da tanti anni, sempre per primo.
E’ così che voglio ricordarti, con il tuo modo di essere semplice, la
tua affabilità, la tua empatia.
Non voglio star qui a fare retorica, a spendere parole che comunque
non cancelleranno il senso di vuoto e il dolore, tutti sanno chi eri,
anzi chi sei, non c’è modo di descriverlo, di raccontarlo e
sinceramente la tristezza è tanta che non ho neanche voglia di farlo.
Mi manchi già e mi mancherai caro amico, mi mancherà il tuo
sorriso e quelle quattro chiacchierare quotidiane davanti a un caffè,
un caffè che era il pretesto per trascorrere dieci minuti a scherzare,
a cazzeggiare, momenti di leggerezza indispensabili e irrinunciabili.
Ciao Giovannino carissimo, perdona ma più di così non so dire.
Veglia su di noi da Lassù, noi qui dovremo imparare a convivere
con la tua mancanza, la tua assenza e non è facile.
“Ciao Carissimo”
Salvatore Baiocchi, Poliziotto – A Giovannino Politi, Poliziotto