AutoreTopic: Richiesta di documenti da parte di un Agente di Polizia  (Letto 22708 volte)


Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« il: 29 Aprile 2010, 19:18:38 »
Vorrei aprire una serie di tread che trattano di argomenti specifici che bene o male interessano tutti i cittadini e che magari per noi operatori sono scontati ma non per molti di voi. Credo che a tutti o quasi sia capitato di dover mostrare i documenti ad un appartenente delle FF.OO, cerchiamo quindi di fare chiarezza, un pò perchè ogni volta se ne sentono di tutti i colori e un pò per prepararvi ad eventuali abusi !
Approfondiremo in altri tread il discorso dei controlli stradali e di quando fermarsi all'ALT intimato da personale in uniforme, diamo per scontato che siete già fermi o che l'agente vi ha fermato a piedi. Se l'operatore è in uniforme e vi chiede i documenti, non potete fare alcuna obiezione, a meno che non riconosciate l'uniforme (visto che lo Stato fa di tutto per fare confusione!) , nel caso potete chiedere a quale corpo appartenga l'operatore che avete davanti. Non possono chiedere i documenti perchè non ne hanno l'autorità le Guardie Giurate, i buttafuori, i guardiani etc etc a meno che non siano all'ingresso di una manifestazione sportiva tipo partita di calcio (ma anche qui approfondiremo a parte) . Quindi abbiamo il nostro bell'agente che vi chiede i documenti, voi sorridete e gli porgerete i documenti che avete, vanno bene sia la carta di identità che la patente di guida, il passaporto, la licenza da pesca, da caccia e alla fine anche l'abbonamento del pulmann purchè vi sia una foto e il nome! Qualora non li abbiate non vi agitate, non esiste l'obbligo di portare i documenti al seguito, anche se è sempre consigliabile, dicevo se non li avete non farete altro che dichiarare oralmente la propria generalità, significando che avete l'obbligo di dichiarare la verità! Dare un nome falso è un reato, cosi come rifiutarsi di esibire i documenti è un reato. Un altra cosa che non potete pretendere è che l'agente in uniforme davanti a voi vi mostri un suo documento, lui non è tenuto per legge a mostrarvi proprio niente, essendo già munito di segni distinitivi quali appunto l'uniforme. Non esiste neanche che l'agente vi dia spiegazioni sul perchè vi chiede i documenti, non ci deve essere una ragione specifica oppure se c'è non sta a voi saperla (l'agente puo aver avuto una segnalazione e comunque l'agente non vi conosce e non sa che voi siete simpatizzanti della Polizia e che scrivete sul forum di poliziotti.it NON può saperlo ! Per lui voi potreste essere anche un latitante, uno spacciatore o un maniaco omicida !) quindi lasciate perdere le domande sciocche del tipo..."perchè mi chiede i documenti ? ..lui risponderà..perchè sto lavorando e il mio lavoro è quello di chiedere i documenti alla gente...altra domanda sciocca "ma io non sto facendo niente ? "....l'agente risponderà..."infatti non la sto accusando di niente, le ho solo chiesto i documenti"....insomma poi i colleghi allungheranno la barzelletta delle frasi più sciocche cosi per rendersi conto di quanto diventiamo sciocchi (mi ci metto anche io dalla parte del cittadino) quando pensiamo di essere messi sotto accusa.!
L'agente sta solo facendo il suo lavoro e dovreste essere contenti come cittadino che paga le tasse che vi vengano chiesti i documenti perchè vuol dire che stiamo lavorando!

La seconda ipotesi prevede che a chiedere i documenti sia qualcuno in borghese, ovviamente voi non darete i documenti a chi prima non si è qualificato in modo inequivocabile, ma attenzione inequivocabile  non vuol dire che voi dovrete prendere in mano il suo tesserino e mettervelo a leggere, ma che vi avranno mostrato un documento di riconoscimento (tesserino) o una placca dalla quale si capisce che stiamo di fronte ad un agente delle FF.OO (polizia carabinieri finanza etc etc ) , di solito insieme al tesserino c'è una placca d'oro nel nostro caso l'aquila nel caso dei carabinieri una fiamma, se non sapete come sono fatti fatevi un giro su google cosi sarete preparati. Una volta che si sono qualificati dovrete procedere come sopra, uniforme o borghese non cambia niente una volta che sapete che avete di fronte un agente di polizia giudiziaria.( con "agente di polizia giudiziaria" si intende ogni appartenente delle forze dell'ordine che non sia sottufficiale, da sottufficiale in su sono "ufficiali di polizia giudiziaria" ..capisco che la cosa sia complicata ma non lo è..)
Se nonostante vi sia stato mostrato il tesserino avete ancora dei dubbi, allora non farete altro che chiedere al vostro interlocutore di che corpo si tratta e se vi dirà POlizia chiamerete tramite cellulare il 113 e gli direte cosa sta accadendo per accertarvi che quelli li davanti siano veramente poliziotti l'operatore vi tranquillizzerà, oppure il 112 se avete davanti dei Carabinieri. Quello che mi raccomando è di non esagerare, spesso essere un attimo comprensivi e tolleranti rende tutto più facile, noi stiamo lavorando e può succedere di prendere fischi per fiaschi se vi fermiamo con modi "decisi" non vi offendete noi non vi conosciamo e non possiamo sapere che siete le persone più buone di questa terra!! non lo si vede dai tratti somatici !!

Terza ipotesi, avete una serata storta e non avete voglia di mostrare i documenti (sti sbirri m'hanno rotto le OOOO fermano sempre a me!) in questo caso gli agenti possono anche invitarti a seguirli in ufficio al fine di procedere alla tua identificazione, ovviamente l'invito si traduce in obbligho qualora il vostro comportamento persiste!
Se vi alterate ancora finisce che vi mettono le manette e vi arrestano, perchè oltre al reato di rifiuto delle generalità state compiendo il reato di resistenza a p.u. che ben presto si trasforma in oltraggio visto che sicuramente alla fine qualche parolaccia vi scappa di sicuro!

Ecco questo in sintesi è il decalogo su come rovinarsi una serata e spesso una settimana solo per aver tenuto testa a degli sbirri! in pratica agli sbirri non gli interessa niente perchè comunque dovevano lavorare e quindi stare in giro o stare in ufficio a fare degli atti è la sessa cosa anzi in inverno anche meglio!  [45] [45]

adesso fate tute le domande che volete e chiedo ai colleghi di voler integrare o correggere quanto ho scritto....



Placche di riconoscimento

   
« Ultima modifica: 29 Aprile 2010, 20:57:49 da Cleanhead »
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline aubrey

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3749
« Risposta #1 il: 29 Aprile 2010, 21:31:56 »
Complimenti Clean, questo è un modo, sicuramente ottimale, di "divulgazione della cultura di sicurezza"!!

 [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54]

Offline pacotom

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 6317
  • Ce li ho cuciti sulla pelle, gli alamari!
« Risposta #2 il: 29 Aprile 2010, 22:51:20 »
Ottima idea!
"Ma perchè fermate sempre a me? Perchè non fermate i delinquenti?"
"E infatti..."  [41]
Ho visto cose che voi astemi non potete neanche immaginare! 

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #3 il: 29 Aprile 2010, 23:54:06 »
Ahi ahi  sign.capellone mi casca proprio sul........ documento...... [51] [51] [36] [36]

1) - vanno bene sia la carta di identità che la patente di guida, il passaporto, la licenza da pesca, da caccia e alla fine anche l'abbonamento del pulmann purchè vi sia una foto e il nome! ...................
Errato i documenti validi ai fini dell'identificazione della persona, in primis la Carta di Identià ( detto Documento Identificativo ai Fini di Polizia ). Non per niente in ogni Questura vi e' l'archivio Carte di Identita'. Comunque dicevamo che per essere valido, deve essere rilasciato ed avere il timbro a secco di un organo dello Stato, per cui ottima la licenza di porto fucile uso caccia, ma se vogliamo "cavillare" la licenza di pesca non andrebbe bene, in quanto ha si un timbro a secco, ma della Regione, organo dalla quale vien rilasciata......... ....

2) -   Se vi alterate ancora finisce che vi mettono le manette e vi arrestano, perchè oltre al reato di rifiuto delle generalità state compiendo il reato di resistenza a p.u. che ben presto si trasforma in oltraggio visto che sicuramente alla fine qualche parolaccia vi scappa di sicuro!

Questa la vedo dura, se non viene anche perpetrata una violenza nei confronti degli operanti, per queste ipotesi, anche accomunate e legate dal vincolo della continuita' del reato, non penso che si possa fare di piu' di una denuncia in stato di liberta', soprattutto e il "furbone di turno è un incensurato.......

Alla prossima pozzo di scienza...... [13] [13] [16] [16] [24] [24]
« Ultima modifica: 30 Aprile 2010, 00:26:55 da folgore.45 »
Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Gridblinth

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3209
  • "Fai pace col cervello..."
« Risposta #4 il: 30 Aprile 2010, 00:23:32 »
Piccola aggiunta: NON appellatevi alla famosa/famigerata legge sulla privacy o a qualche strano emendamento! :136:

«The wicked flee when no one pursueth, but the righteous are as bold as a lion.»
Proverbs 28:1

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #5 il: 30 Aprile 2010, 07:07:14 »
...è evidente che il mio "va bene anche la licenza del pulman" s intende sotto un profilo pratico! Lo so bene quali sono i documenti che la Legge riconosce come tali! ma nella pratica sono sicuro che tu hai identificato le persone, specie gli stranieri anche con la fotocopia della fotocopia della fotocopia del passaporto...o sbaglio?  [45] [45]

..Folgorato! di denunce te ne faccio venti altro che una! un reato non esclude l'altro e comunque ai fini della pena risponderà del piu grave ma saranno cose del giudice! passare dal rifiuto delle generalita alla resistenza e poi alla violenza è un passo molto semplice ....visto che siete gia "alterati" ...
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Hutchinson

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1227
« Risposta #6 il: 30 Aprile 2010, 08:35:21 »
cosi come rifiutarsi di esibire i documenti è un reato.

Questo passaggio non mi è chiaro. Stranieri a parte, per cui vi sono norme specifiche sui documenti di identificazione, io so che c'è il reato di rifiuto di generalità (651 cp o 366 casi particolari), che non significa rifiuto di fornire i documenti che, come hai scritto tu, non è obbligatorio portare. Quindi, ti denuncio per rifiuto di generalità, se non le declini, ma se non hai i documenti...non posso far niente, a parte chiaramente accompagnarti in ufficio per accertamenti CHE COMUNQUE POSSO FARE ANCHE SE SEI FORNITO DI DOCUMENTI....

Correggetemi se sbaglio...

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #7 il: 30 Aprile 2010, 08:53:11 »
cosi come rifiutarsi di esibire i documenti è un reato.

Questo passaggio non mi è chiaro. Stranieri a parte, per cui vi sono norme specifiche sui documenti di identificazione, io so che c'è il reato di rifiuto di generalità (651 cp o 366 casi particolari), che non significa rifiuto di fornire i documenti che, come hai scritto tu, non è obbligatorio portare. Quindi, ti denuncio per rifiuto di generalità, se non le declini, ma se non hai i documenti...non posso far niente, a parte chiaramente accompagnarti in ufficio per accertamenti CHE COMUNQUE POSSO FARE ANCHE SE SEI FORNITO DI DOCUMENTI....

Correggetemi se sbaglio...

..l'accompagnamentoin ufficio è sempre possibile ma per altri motivi .
Se uno non ha i documenti e non declina le genralità? ovviamente...se uno non ha i documenti e mi dice come si chiama non risponde di nessun reato, cio non toglie che posso comunque portarlo in ufficio per accertare la reale identità
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #8 il: 30 Aprile 2010, 11:43:57 »
...è evidente che il mio "va bene anche la licenza del pulman" s intende sotto un profilo pratico! Lo so bene quali sono i documenti che la Legge riconosce come tali! ma nella pratica sono sicuro che tu hai identificato le persone, specie gli stranieri anche con la fotocopia della fotocopia della fotocopia del passaporto...o sbaglio?  [45] [45]

..Folgorato! di denunce te ne faccio venti altro che una! un reato non esclude l'altro e comunque ai fini della pena risponderà del piu grave ma saranno cose del giudice! passare dal rifiuto delle generalita alla resistenza e poi alla violenza è un passo molto semplice ....visto che siete gia "alterati" ...

Caro il mio professore.......  [50] [13] [09] [09] [09]

Claro che si, alla prima risposta, ma non toglie che non siano documenti ritenuti validi dalla norma, te hai scritto "purche' vi siano una foto ed il nome". Volevo fare presente che non e' vero, se poi l'operatore "si accontenta" questo e' un'altro discorso, ma visto che volevi dare informazioni tecniche, specificavo........

Seconda, Anche qui hai voluto glissare...... [01] [01] Te hai scritto "Se vi alterate ancora finisce che vi mettono le manette e vi arrestano", inserendo il rifiuto, la resistenza e il rinnovato e ritrovato oltraggio. E' questo che contestavo, ovvvio che di denunce te ne faccio una compilation e sara' poi il Magistrato a decidere in merito, ma senza la Violenza a P.U.  [25], con relativo refertone  [37], non lo arresti, e questa non l'avevi inserita...... Cavilliamo cavilliamo......  [51] [36]

Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #9 il: 30 Aprile 2010, 11:47:55 »
...non so quanto ti convenga cavillare, ma l'art.337 e cioè resistenza a p.u. ti ricordi cosa dice? ..penso di no.... [13] [13] [13]

Citazione
Ai sensi dell'articolo 337 del codice penale (Resistenza a un pubblico ufficiale): “Chiunque usa violenza o minaccia per opporsi a un pubblico ufficiale o ad un incaricato di un pubblico servizio, mentre compie un atto di ufficio o di servizio, o a coloro che, richiesti, gli prestano assistenza, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni”.

...la violenza è parte integrante di tale articolo.


Il mio "..alla fine basta anche l'abbonamento del pulmann" significa esattamente ciò che ho scritto, che non sarà legalmente valido ma sarà eventualmente sufficiente ad identificare. Il mio esempio presuppone che l'individuo non sia un rapinatore ne un ladro ne un terrorista ma solo un cittadino che non ha i documenti previsti per legge, poi se vogliamo fare un trattato ci mettiamo giu e lo scriviamo evidenziando le mille eventualità che si possono presentare.
« Ultima modifica: 30 Aprile 2010, 11:53:43 da Cleanhead »
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #10 il: 30 Aprile 2010, 11:55:38 »
Ancoraaaaaaaaaaaaa. ...... Si l'articolo e' il medesimo, anche se distingue ma sai benissimo che per la mera "resistenza" non lo arresti manco morto, se invece ti fa la bua  [62] [62] e corri al P.S. con referto dal quale si evince che ti ha sculacciato  [33], allora le manette gliele metti..........  [44] [44] [24] [24]
Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #11 il: 30 Aprile 2010, 12:04:07 »
Ancoraaaaaaaaaaaaa....... Si l'articolo e' il medesimo, anche se distingue ma sai benissimo che per la mera "resistenza" non lo arresti manco morto, se invece ti fa la bua  [62] [62] e corri al P.S. con referto dal quale si evince che ti ha sculacciato  [33], allora le manette gliele metti..........  [44] [44] [24] [24]

..i presupposti per applicare l'art.337 sono la violenza e la minaccia. L'articolo si chiama resistenza a p.u. ma per mera "resistenza" non si arresta e non si denuncia nessuno! non si puo applicare la'rt.337 di resistenza a p.u. se non c'è violenza o minaccia....insomma ...non so se mi sono spiegato... [44] [44] [44]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #12 il: 30 Aprile 2010, 12:32:53 »
La giurisprudenza prevalentemente precisa che la violenza o la minaccia, anche se estrinsecabili con modalità diverse e con qualsiasi mezzo, debbono comunque essere idonee a turbare l'attività del pubblico ufficiale, ponendone in pericolo l'incolumità fisica (Pericolo, Resistenza)  ed inoltre, afferma che ricorre violenza quando l'energia fisica è diretta contro il pubblico ufficiale ( Te mena Violenza e anche Lesioni ovviamente ) per impedirne la sua libertà d'azione e il compimento del proprio atto di ufficio.
Varie sente di Cassazione, ad esempio Cass. pen. sez III 6/9/90 n. 12268


Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #13 il: 30 Aprile 2010, 12:35:50 »
La giurisprudenza prevalentemente precisa che la violenza o la minaccia, anche se estrinsecabili con modalità diverse e con qualsiasi mezzo, debbono comunque essere idonee a turbare l'attività del pubblico ufficiale, ponendone in pericolo l'incolumità fisica (Pericolo, Resistenza)  ed inoltre, afferma che ricorre violenza quando l'energia fisica è diretta contro il pubblico ufficiale ( Te mena Violenza e anche Lesioni ovviamente ) per impedirne la sua libertà d'azione e il compimento del proprio atto di ufficio.
Varie sente di Cassazione, ad esempio Cass. pen. sez III 6/9/90 n. 12268





.. [34] [34] [34] [34] [34] e come dice di pietro: che c'azzecca?..dai scendi da sto specchio che non ce la fai ad arrampicarti e vieni a prendere un caffè! la pensione ti ha arrugginito!  [13] [13] [13]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline LaCentaura

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 276
« Risposta #14 il: 05 Maggio 2010, 00:45:26 »


 [51] [51] [51] [51] [51] [51] mi fate morire....almeno ci si fa due risate in sti periodi tristi..... [30] [30] [30]


cmq vista che una delle risposte classiche è " perche fermate me e non i delinquenti?" io ho adottato la seguente frase: " se sapessi chi fermo prima ancora di fermarlo,sarei già a metà dell'opera..."...

funziona sempre...non sanno piu' cosa dirmi!!!  [09] [09] [09] [09] [09] [09] [09] [09] [09]
Siedi in riva al fiume...prima o poi il cadavere del tuo nemico passa....

Offline hermione

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1095
« Risposta #15 il: 06 Maggio 2010, 17:49:57 »
Mi è capitato qualche tempo fa di uscire da un  negozio del paese dove abito. Alla distanza di pochi metri, appoggiato contro il muro, c'era un ragazzo giovane, capelli un po' lunghi, barba di tre o quattro giorni. Come gli sono passata davanti, mi ha fermata mostrandomi per un secondo il tesserino e dichiarando di essere un finanziere. Sinceramente non ho avuto neanche il tempo di vedere che tipo di stemma ci fosse sul tesserino. Comunque mi ha solo chiesto quanto avevo speso. Gli ho risposto e gli ho fatto vedere lo scontrino che avevo messo nella borsa di nylon con la merce. Mi ha ringraziato, salutato ed è entrato in negozio.
Quando sono arrivata in paese ho visto parcheggiata in piazza la macchina coi colori d'istituto dell GdF e quindi sentendomi chiedere il totale della spesa e lo scontrino non ho avuto problemi a mostrarli. Certo però che il tempo per, non dico leggere il nome di chi mi ha fermato, ma per vedere lo stemma non l'ho avuto. E' normale?
amare se stessi è l'inizio di un idilllio che dura tutta la vita.
Oscar Wilde

Nelle vostre amicizie e inimicizie cercate di mettere sempre un limite alla vostra fiducia e alle vostre versioni
Chesterfeld

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #16 il: 06 Maggio 2010, 18:05:53 »
..bè succede che magari uno sia distratto e non presti attenzione a tutto, ma eventualmente con educazione gli si dice che non hai capito bene con chi stai parlando e gli chiedi di mostrarti ancora una volta il tesserino... [70] [70]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline sabredog

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 102
« Risposta #17 il: 27 Luglio 2010, 21:55:34 »
Provo dare il mio punto di vista da utente.
In vita mia ho sempre trattato con rispetto e cortesia gli appartenenti alle Forze di Polizia e sono sempre stato ricambiato da cortesia e rispetto. Quindi quando mi viene chiesto di mostrare un documento, avverto sempre che metto la mano nella tasca dx dei pantaloni in modo da evitare che si pensi che possa portare in tasca altro...In genere porto con me la patente di guida che viene considerata, come ogni documento dotato di fotografia e rilasciato dallo Stato, equipollente alla Carta d'Identità, la quale è più leggibile della patente ed ha una foto bella grossa ma è stampata con un cartoncino troppo delicato (anche adesso che dura dieci anni...). Potrei fare a meno di circolare con un documento (almeno quando non guido la macchina) dato che sono cittadino italiano e non ho mai ricevuto diffide di Polizia, ma è cosi piccola la patente che trova sempre posto nel portafoglio...
Se chi chiede il documento è un pò psicologo, cercherà di vedere la mia reazione al momento della richiesta, dato che il documento è, ovviamente, autentico, e dato che non ho mai fatto niente di male in vita mia, penso che apparirò sempre imperturbabile ad eventuali controlli...
Non sono convintissimo del fatto che, esibito il documento, possa essere invitato in "ufficio": se il documento è autentico, in buono stato di conservazione, e io non ho fatto nulla, in "ufficio" che ci vengo a fare? Non che la cosa mi dispiaccia, ma troverei un pò inutile la passeggiata...
Fino al 2002 sono stato proprietario della prima (e più bella...) Autobianchi Y-10 Touring immatricolata a Roma, sostituita per incompatibilità con la benzina verde e fino all'ultimo giorno tenuta come nuova. Una sera percorro via dei Fori Imperiali e incontro tre volanti ad un posto di blocco, la prima con una cortesissima Ispettrice, le altre due con un gruppo di baldi giovanotti, forse alla prima uscita. Patente e libretto! Ed esibisco entrambi. Apra il portabagagli. Lo apro, cofano motore per leggere il numero di telaio. Il telaio corrisponde, vedo un pò di delusione nel ragazzo ed un filo di imbarazzo nell' Ispettrice, commento: "C' hanno ventanni, e se non lo fanno adesso...Me ne vado vedendo l'Ispettrice che trattiene a stento una risata...
« Ultima modifica: 27 Luglio 2010, 21:58:39 da sabredog »