AutoreTopic: Truffe, come difendersi? A 'lezione' dai poliziotti  (Letto 1040 volte)


Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« il: 19 Dicembre 2011, 12:16:04 »
BOLOGNA:Truffe, come difendersi? A 'lezione' dai poliziotti

Al via una serie di incontri organizzati per "trasmettere l'esperienza di chi ogni giorno sulla strada assiste a fatti criminosi" in modo da educare i cittadini a riconoscere ed evitare i 'raggiratori'
di Redazione 19/12/2011

Proliferano in città truffe da parte di delinquenti che inventano i più fantasiosi espedienti per mettere a segno i loro raggiri. Per arginare il fenomeno dilagante in campo un nuovo progetto: la Questura - in collaborazione con il Comune di Bologna, l'ANCeSCAO, i Sindacati dei pensionati, le parrocchie - ha intrapreso un percorso per "poter trasmettere a tutti i cittadini l'esperienza dei poliziotti che ogni giorno sulla strada assistono a tutti quegli episodi frettolosamente e genericamente chiamati "truffe" ma che sono tra i crimini più odiosi poiché spesso colpiscono le persone anziane. Sapere come comportarsi, essere preparati, avere assimilato anche il principio della corretta reazione dopo aver subito un inganno ed averci rimesso dei soldi eviterà di innescare il pericoloso meccanismo del senso di colpa, della vergogna, che accompagna spesso le vittime di questi reati".

Il messaggio da veicolare, secondo gli 'addetti ai lavori', è appunto quello che "i truffatori oggi giorno possono colpire tutte le fasce sociali della popolazione, non solo le fasce cosìdette deboli."
L'intenzione degli Enti ed Associazioni che collaborano a questo progetto è quella di creare una "rete" informativa e divulgativa partendo dai racconti delle esperienze vissute dai poliziotti e dai consigli degli esperti investigatori per prevenire le truffe .
"Solidarietà deve essere la parola d'ordine, - si legge ancora nella nota - bisogna vincere l'indifferenza aiutando gli altri con i nostri consigli, facendo sentire la nostra vicinanza ed educando i cittadini ad una "cultura dell'attenzione" e della "prevenzione" tenendo ben presente che è questo un percorso molto delicato, e per questo bisogna agire in sinergia, perché bisogna evitare che di noi si impadronisca la paura del prossimo."

Il primo incontro pubblico si terrà oggi - 19 dicembre - presso il centro sociale Montanari via di Saliceto nr. 3/21 alle ore 16.


http://www.bolognatoday.it/cronaca/truffe-bologna-polizia.html
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "