AutoreTopic: Codici identificativi.  (Letto 1971 volte)


Offline Tropicalista

  • Nuovo
  • *
  • Post: 18
« il: 16 Aprile 2012, 14:45:38 »
Si sente continuamente parlare di numeri identificativi sui caschi e sulle divise delle forze dell'ordine. Se ne parla come se fosse la soluzione di tutti i mali. Al G8 avrebbe sicuramente risolto il problema dell'identificazione di quel branco di macellai senza dignità che ha operato per strada, alla Diaz e a Bolzaneto - i "cinghiali strafatti di speed" - ma non avrebbe spostato di un millimetro i reali problemi. Non dobbiamo dimenticare che quei pochi identificati, pur avendo subito un processo si trovano regolarmente in servizio, per quella presunzione d'innocenza valevole fino al terzo grado di giudizio. Non dobbiamo dimenticare che l'intera catena di comando nella pubblica sicurezza del G8 ha goduto di pressoché totale impunità giuridica, e di notevoli avanzamenti di carriera. Come se gestire militarmente la piazza fosse degno di merito e di gratificazioni professionali.
Non saranno i numeri identificativi sui caschi a garantire processi equi, a fermare l'ignoranza, ad arginare gli istinti violenti e barbarici di individui che indossano la divisa per caso o per provenienza militare o per mancanza di alternative professionali.
Non sarà un codice alfanumerico a spazzare via la doppia anima neofascista che aleggia sui reparti mobili, sulle questure e sulle caserme, sulle volanti, sulle gazzelle e che alimenta quotidianamente un'inclinazione alla violenza, alla repressione incondizionata di tutto ciò che è "diverso".
Non saranno quei numeri a lambire le coscienze laide di tanti PM e di tanti giudici che articolano processi ridicoli, tesi solo ad insabbiare, insabbiare e ancora insabbiare. E ancora: un codice identificativo impedirà che funzionari delle questure e alti graduati dell'Arma avanzino di carriera, arrivando a ricoprire posizioni ancora più strategiche in questa infinita guerra sicuritaria?
Lo Stato continua a lanciare messaggi chiari e netti. Lo Stato è violento, animalesco, prepotente, barbaro con chi gli si mette di traverso.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2012, 15:14:50 »
Si sente continuamente parlare di numeri identificativi sui caschi e sulle divise delle forze dell'ordine. Se ne parla come se fosse la soluzione di tutti i mali. Al G8 avrebbe sicuramente risolto il problema dell'identificazione di quel branco di macellai senza dignità che ha operato per strada, alla Diaz e a Bolzaneto - i "cinghiali strafatti di speed" - ma non avrebbe spostato di un millimetro i reali problemi. Non dobbiamo dimenticare che quei pochi identificati, pur avendo subito un processo si trovano regolarmente in servizio, per quella presunzione d'innocenza valevole fino al terzo grado di giudizio. Non dobbiamo dimenticare che l'intera catena di comando nella pubblica sicurezza del G8 ha goduto di pressoché totale impunità giuridica, e di notevoli avanzamenti di carriera. Come se gestire militarmente la piazza fosse degno di merito e di gratificazioni professionali.
Non saranno i numeri identificativi sui caschi a garantire processi equi, a fermare l'ignoranza, ad arginare gli istinti violenti e barbarici di individui che indossano la divisa per caso o per provenienza militare o per mancanza di alternative professionali.
Non sarà un codice alfanumerico a spazzare via la doppia anima neofascista che aleggia sui reparti mobili, sulle questure e sulle caserme, sulle volanti, sulle gazzelle e che alimenta quotidianamente un'inclinazione alla violenza, alla repressione incondizionata di tutto ciò che è "diverso".
Non saranno quei numeri a lambire le coscienze laide di tanti PM e di tanti giudici che articolano processi ridicoli, tesi solo ad insabbiare, insabbiare e ancora insabbiare. E ancora: un codice identificativo impedirà che funzionari delle questure e alti graduati dell'Arma avanzino di carriera, arrivando a ricoprire posizioni ancora più strategiche in questa infinita guerra sicuritaria?
Lo Stato continua a lanciare messaggi chiari e netti. Lo Stato è violento, animalesco, prepotente, barbaro con chi gli si mette di traverso.

...credo che le tue offese finiscano qui. Già ti era stato spiegata la differenza tra l'esporre un pensiero una idea e il voler a tutti i costi offendere .
Dato che io potrei far parte dei "Cinghiali strafatti di speed" non vedo perchè devo stare qui a subire i tuoi sproloqui vomitevoli e stracolmi di pregiudizio becero e qualunquista, con una coscienza, la tua, certamente più laida di qualsiasi PM .
Da questo forum sei fuori.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline dinosesto

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1214
« Risposta #2 il: 16 Aprile 2012, 18:30:51 »
 [54] [54] [54]
...E vincere bisogna.

Offline harryb

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3221
« Risposta #3 il: 16 Aprile 2012, 18:32:13 »
...credo che le tue offese finiscano qui.....

Non ne sarei tanto sicuro. E' roba tua Tropicalista? O hai copiato da uno di quei siti dove si spaccia la verità?
Così, giusto per sapere chi querelare.

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #4 il: 18 Aprile 2012, 12:04:42 »
@  Tropicalista

I miei colleghi non sono fascisti, cosi' come te non sei comunista. Ti stupiresti se sapessi di quanti comunisti VERI e' composto il mondo in divisa. Ma siccome non conosci la differenza tra comunisti veri, presunti e fascisti, sarebbe sprecato anche farti stupire.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #5 il: 18 Aprile 2012, 19:38:41 »
@  Tropicalista

I miei colleghi non sono fascisti, cosi' come te non sei comunista. Ti stupiresti se sapessi di quanti comunisti VERI e' composto il mondo in divisa. Ma siccome non conosci la differenza tra comunisti veri, presunti e fascisti, sarebbe sprecato anche farti stupire.

Se proprio vuole imparare la differenza, ce lo mettiamo in mezzo io ed il Tovarich e gliela spieghiamo.......  [41] [36] [51]
Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline marco14628

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 1843
« Risposta #6 il: 21 Aprile 2012, 06:09:32 »

Però dai, povero Tropical, un po' c'ha ragione, si parla sempre di come funzione in atri stati più civili del nostro.
Io il numerino me lo metto è giusto, ma lo scambio dev'essere equo, dal mondo dei poliziotti americani o inglesi pretendo anche tutela legale, uso leggittimo delle armi allargato, taser, spray urticante tipo barilotto, e ti tralascio il resto per pietà.

Facciamo a cambio? Vai a fare il furbo a Manchester e poi raccontamela com'è finita. Ma mi sa che è sufficiente che vai già oltralpe per sentire un altra suonata. 

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #7 il: 21 Aprile 2012, 19:13:23 »
Facciamo a cambio? Vai a fare il furbo a Manchester e poi raccontamela com'è finita.

Perchè fargli fare la faticaccia di una nuotata oltre Manica?
basta che il Nostro vada sulle autostrade slovene senza il tagliando applicato al parabrezza della propria macchina e che poi spieghi alla Policija slovena che in Italia il tagliando non si usa e che loro, piuttosto di fermare la gente che lavora,  vadano a fermare i veri delinquenti.
Sicuramente i poliziotti sloveni, provvisti di numeretto e targhetta e quindi veri democratici, accetteranno di buon grado il consiglio del Nostro  [03]   
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #8 il: 21 Aprile 2012, 19:17:57 »
 [03] [03] gli fa una fotografia con il telefonino mentre lo prendono a calci nel deretano e poi la mette su feisbuch, vedrai che scandalo !!! Tutta la Slovenia si indegnerà!!! Come mai gli hanno dato solo calci nel deretano !!!! [51] [51] [51] [51]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)