AutoreTopic: Giubbotti antiproiettile  (Letto 2780 volte)


Offline MikeB80

  • Nuovo
  • *
  • Post: 4
« il: 27 Settembre 2012, 06:53:01 »
Vi vorrei fare una domanda... su un argomento che mi ha sempre incuriosito, ovvero i giubbotti antiproiettile.

Alcune persone che conosco, bene informate in materia, sostengono che siano di libera vendita.
In effetti la cosa ha una sua logica, perchè NON si tratta di armi o strumenti atti a offendere, ma di indumenti protettivi.

Su Ebay e su alcuni siti italiani è possibile comprarne uno con relativa facilità.
Giorni fa ho telefonato ad un paio di aziende e mi hanno detto che li vendono senza problemi.

Altri citano l'articolo 28 del T.U.L.P.S (e una circolare del 2006) dicendo che è necessario essere membri delle forze armate o forze dell'ordine per acquistarli. Ma la circolare è ambigua e presenta diversi punti non chiari.

http://www.earmi.it/diritto/leggi/art28tulps.htm
http://www.earmi.it/diritto/leggi/circ_art28tulps.htm

In merito sembra regnare una grande confusione.

Forse l'interpretazione più equilibrata me l'ha data un ispettore di polizia in pensione che per anni ha lavorato all'ufficio armi della questura.
Mi ha detto che i giubbotti antiproiettile ad uso civile (senza contrassegni, spesso da portare sottocamicia e non paragonabili per resistenza a quelli usati dalle forze armate in scenari di guerra) sono assolutamente leciti e non possono essere considerati "equipaggiamento militare", quindi NON rientrano nei casi previsti dall'articolo 28.

Voi come la vedete?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 27 Settembre 2012, 08:05:05 »
A prescinde da come la vediamo sono di libera vendita .
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline MikeB80

  • Nuovo
  • *
  • Post: 4
« Risposta #2 il: 27 Settembre 2012, 11:23:03 »
Grazie per la risposta!
In effetti alcune categorie di cittadini maggiormente a rischio (benzinai, tabaccai o farmacisti che stanno aperti tutta la notte) possono sentirsi un po' più sicuri acquistandone uno.


Offline Rosco

  • Nuovo
  • *
  • Post: 11
« Risposta #3 il: 28 Agosto 2014, 10:28:35 »


mi sapreste indicare che tipo di materiali e/o livello di protezione sono considerati "da guerra" e quindi non acquistabili in libera vendita?