AutoreTopic: Diffamazione e Facebook  (Letto 8259 volte)


Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #25 il: 19 Dicembre 2012, 23:36:50 »
discorso trito e ritrito........se vuoi affrontarlo ben venga, non mi sottraggo e credo neanche i miei colleghi lo facciano, pur se per noi queste sono scontatissime discussioni che più o meno affrontiamo da 20/25 di media e per altri si è arrivati anche alla pensione ma la discussione è sempre rimasta la stessa.
Se vuoi far prima, magari usa la funzione ricerca del forum, e trovati qualche discussione del passato, così avrai modo anche di capire meglio.

PS non correggo mai, se volevo fare il professore lo avrei fatto, scrivo ancora le acca sbagliate certe volte [09] [09] [09] [09] [09]
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #26 il: 23 Dicembre 2012, 18:31:57 »
Ragazzi, ma allora perchè su Internet, dalla mattina alla sera, leggo di gente denunciata per insulti su Facebook, dell'ex fidanzata che viene rintracciata dopo avere creato un falso profilo del suo ex, di convocazioni per diffamazioni online, ecc...? Si trattava di casi gravi o, semplicemente, di qualsiasi caso?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #27 il: 23 Dicembre 2012, 18:52:10 »
Ragazzi, ma allora perchè su Internet, dalla mattina alla sera, leggo di gente denunciata per insulti su Facebook, dell'ex fidanzata che viene rintracciata dopo avere creato un falso profilo del suo ex, di convocazioni per diffamazioni online, ecc...? Si trattava di casi gravi o, semplicemente, di qualsiasi caso?

secondo te la proporzione "casi che hai letto" e persone che interagiscono su facebook come la quantifichi ?
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #28 il: 23 Dicembre 2012, 21:50:49 »
Ragazzi, ma allora perchè su Internet, dalla mattina alla sera, leggo di gente denunciata per insulti su Facebook, dell'ex fidanzata che viene rintracciata dopo avere creato un falso profilo del suo ex, di convocazioni per diffamazioni online, ecc...? Si trattava di casi gravi o, semplicemente, di qualsiasi caso?

Quello che leggi su Internet non corrisponde al Registro dei reati della Procura. Esiste solo quello come documento ufficiale delle varie Denunce fatte VERAMENTE dagli italiani. Il resto sono chiacchiere. Ripeto non esiste una "casistica differente", ma solo una discrezionalità da parte del magistrato nell'individuare i casi seguendo ciò che risulta scritto dall'atto depositato.
Se sulla denuncia c'è scritto che il tuo vicino fa rumore perché la notte fa "zum zum" con la fidanzata/o, questo non significa che è reato, eppure la gente porta queste denunce alle FF.OO. Gli operatori poi non possono rifiutarsi di prenderla, ed inviano il tutto come da procedura, per farla arrivare in Procura, che la tratterà come "carta".........

Non solo, ma calcola che sui social network, l'informazione non è tale, ma molto disinformazione, perché il web sfrutta molto la "tecnica del proiettile magico" e quindi ti colpisce un dato, ma non hai altro in mano, se non quel dato grezzo, che una volta verificato ti lascia in mano meno di quanto pensavi. Appunto esistono i processi di distillazione delle informazioni. Ma questo è un altro discorso, che forse dovrebbero capire molti di quelli che si "nutrono" di notizie web!

PS non riesco a risponderti in PVT, mi dispiace.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #29 il: 24 Dicembre 2012, 16:50:25 »
Eh, siete un po' troppo tecnici per me.
Potresti riscrivere il messaggio per ignoranti della materia(il sottoscritto)?

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #30 il: 27 Dicembre 2012, 15:57:45 »
A parte che poi, scusate, non capisco il concetto di discrezionalità.
Mi spiego meglio: se la denuncia/querela viene accettata, si postula che sussista un reato, commesso.

Leggevo, in un altro forum, di un utente che aveva insultato un terzo, su Facebook, con vari epiteti (lite tra nicks, parole forti volate da entrambi ed il reo aveva definito pedofilo il querelante perchè costui, 50enne, aveva postato varie foto in compagnia di 20enni del gentil sesso). Bene, il reo è stato rintracciato tramite IP del pc di casa ed IP dell'ufficio, quindi era evidentemente lui; in sede di SIT, ha però negato qualsivoglia paternità dei commenti, e la cosa è stata archiviata.

Ora, vi chiedo il perchè di tale archiviazione. Il reato è stato commesso, la persona è stata rintracciata, ma il tutto non ha seguito.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #31 il: 27 Dicembre 2012, 18:45:42 »
be' non sempre il reato contestato viene attribuito e il colpevole condannato! altrimenti in italia stavamo tutti in galera !!! appunto bisogna andarci cauti con le denuncie ed eviftarle piu' possibile, sono una perdita di tempo e spesso di soldi.
Se poi senti un avvocato ti dira'....qui gli famo il c**o.....qui te fanno il c**o.....a no qui gli famo il c**o.....a no di qua te fanno il c**o.... [28] [28] [30] [30] [30] [30]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #32 il: 28 Dicembre 2012, 15:26:18 »
Effettivamente hai ragione: parlando con un avvocato, m'ha paventato la gravità della vicenda che mi riguarda, il carcere, la denuncia, i rimborsi e quant'altro.

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #33 il: 28 Dicembre 2012, 18:48:27 »
A parte che poi, scusate, non capisco il concetto di discrezionalità.
Mi spiego meglio: se la denuncia/querela viene accettata, si postula che sussista un reato, commesso.

Mi rispiego meglio........la denuncia/querela viene sempre accettata, dalla PG - polizia,carabinieri, gdf,vv.uu - perché é obbligatorio accettarla. Essa poi viene trasmessa alla Procura con un altro documento, dove si ipotizza un reato, che la procura dovrá valutare. Non decide la PG, il reato, ma lo ipotizza, chiaramente mica scrivendo fantasie ma basandosi sul codice, e sará poi la procura - il magistrato - che dará o meno seguito alla denuncia/querela, valutando a sua insindacabile discrezione, cosa fare. Se archiviarla, dare seguito chiedendo alla PG altri documenti o prove, ascoltare le parti, ect ect.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #34 il: 28 Dicembre 2012, 19:07:24 »
Ho capito Ulysse, però volevo sapere perchè vengano archiviati procedimenti concernenti reati comunque sia commessi. Tutto qui.

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #35 il: 28 Dicembre 2012, 20:12:46 »
Ho capito Ulysse, però volevo sapere perchè vengano archiviati procedimenti concernenti reati comunque sia commessi. Tutto qui.

Mi verrebbe da risponderti semplicemente...... .......chiedilo a loro che sono i titolari dell'azione penale [09] [09]
Ma cerco - ogni tanto ci provo - di essere professionale, rispondendoti che come ti dicevo prima ed in virtù della discrezionalità di cui essi godono, che non è una pratica campata in aria, ma una precisa disposizione di Legge, e legata anche alla Costituzione (Titolo IV Sez. I e II), hanno questa facoltà.
Capire la Giustizia è una capacità non comune, sopratutto quella italiana, perché molto spesso ci si scontra con il raziocinio tipico di chi vede il 2+2=4, quando molte volte il risultato diventa 5 e non riesci a capirlo. Ma qui entra in gioco Dostoevskij e altro, ed andiamo oltre, quindi accetta la loro discrezionalità.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #36 il: 29 Dicembre 2012, 19:10:22 »
Questo ok, ma intendevo se la discrezionalità concerni la tenuità di determinati atti, la cessazione degli stessi, il loro ripetersi?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #37 il: 29 Dicembre 2012, 19:29:50 »
Questo ok, ma intendevo se la discrezionalità concerni la tenuità di determinati atti, la cessazione degli stessi, il loro ripetersi?

mi pare che sei un pò fuori strada. La discrezionalità è quella della Giustizia. Il Giudice valuta i fatti e decide se sono o meno reato. La Polizia Giudiziaria ritiene che vi siano reati e invia tutto al Giudice e il Giudice  giudica ! Il fatto che vi siano insulti non vuol dire che ci saranno condanne o colpevoli, per questo esistono gli avvocati difensori ! La tenuità dei reati ne caratterizzerà la pena ! Il cittadino nella maggior parte dei casi sconosce la Legge e quindi si basa sul "sentito dire" oggi piu che altro sul "ho letto su internet" ma molto spesso non basta per capire determinati meccanismi che sono molto complessi.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #38 il: 29 Dicembre 2012, 21:21:39 »
Mi rifacevo all'esempio che ho citato prima. Insulti tra due utenti su Facebook, uno dei due denuncia l'altro, ignoto. Quest'ultimo viene rintracciato, escusso, ma la cosa viene archiviata, sebbene grave e configurante un reato. Ora, perché dare inizio alle indagini della PG?

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #39 il: 29 Dicembre 2012, 21:43:02 »
Mi rifacevo all'esempio che ho citato prima. Insulti tra due utenti su Facebook, uno dei due denuncia l'altro, ignoto. Quest'ultimo viene rintracciato, escusso, ma la cosa viene archiviata, sebbene grave e configurante un reato. Ora, perché dare inizio alle indagini della PG?

Chi ha stabilito la gravità ed il reato? Tu, l'altro o il magistrato?
le indagini si danno sempre alla PG, a volte non è detto che chi presenta la nota che segue la denuncia/querela - PS, CC, GdF, VV.UU - abbia anche le indagini da svolgere.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #40 il: 30 Dicembre 2012, 01:52:58 »
Mi rifacevo all'esempio che ho citato prima. Insulti tra due utenti su Facebook, uno dei due denuncia l'altro, ignoto. Quest'ultimo viene rintracciato, escusso, ma la cosa viene archiviata, sebbene grave e configurante un reato. Ora, perché dare inizio alle indagini della PG?

Chi ha stabilito la gravità ed il reato? Tu, l'altro o il magistrato?
le indagini si danno sempre alla PG, a volte non è detto che chi presenta la nota che segue la denuncia/querela - PS, CC, GdF, VV.UU - abbia anche le indagini da svolgere.

Ehm, non ho capito il messaggio.
Potresti riscrivermelo in differente e più fruibile maniera?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #41 il: 30 Dicembre 2012, 08:51:41 »
 [03] [03] il messaggio è chiarissimo ! anzi nerissimo !

tu scrivi : Mi rifacevo all'esempio che ho citato prima. Insulti tra due utenti su Facebook, uno dei due denuncia l'altro, ignoto. Quest'ultimo viene rintracciato, escusso, ma la cosa viene archiviata, sebbene grave e configurante un reato. Ora, perché dare inizio alle indagini della PG?


..non so se mi sono capito ? chi lo dice che è configurante un reato ? TU ? IO? un tuo amico ? Lo sostieni TU ? ebbene il magistrato è del parere opposto.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #42 il: 30 Dicembre 2012, 16:24:38 »
Ho capito, ma insultare, offendere, definire "pedofilo" credo configuri il reato di ingiuria, diffamazione grave e calunnia.
Perchè il giudice avrebbe archiviato?

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #43 il: 30 Dicembre 2012, 17:12:24 »
Ho capito, ma insultare, offendere, definire "pedofilo" credo configuri il reato di ingiuria, diffamazione grave e calunnia.
Perchè il giudice avrebbe archiviato?

Ha archiviato perché le offese, gli epiteti e le ingiurie, rientrano in una casistica articolata che non è possibile risolvere con una semplice prosecuzione di indagini, in quanto necessitano di diverse fonti probatorie. Il semplice mandarsi "affanc...." non è materia di giudici penali, ma di giudici di pace. Quindi bisogna vedere che genere di ingiurie vi erano nella querela - se sentenziate dalla Cassazione come reati veri e propri - oppure semplici offese che per consuetudine si dicono.
La consuetudine poi è ammessa nei riti, civili, quindi valuta bene. Molto ha chiarito la giurisprudenza in queste controversie tra cittadini quindi dovresti cercare su http://www.altalex.com, se esiste qualche sentenza esplicativa, che risolva il quesito.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #44 il: 30 Dicembre 2012, 17:55:51 »
Ok, chiaro. Pensavo, forse erroneamente, che gli insulti pesanti, gravi, per esempio su Facebook, determinassero un procedimento, rinvio a giudizio, processi, condanne  ecc...

Un'altra cosa scusami, sempre concernente Facebook. Prima m'avete parlato di discrezionalità che, nel caso di prima, credo abbia fatto decidere per l'archiviazione, sebbene il reo avesse offeso, insultato pesantemente un altro utente.
Ora, nel caso invece di falso profilo Facebook, quindi anche in questo caso di reato commesso, e tra l'altro procedibile d'ufficio, quali saranno gli elementi discrezionali che determineranno il comportamento dei PM e dei giudici?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #45 il: 30 Dicembre 2012, 19:49:12 »
Il falso account non configura alcun reato. Sostituirsi ad altra persona si ma è a querela di parte.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #46 il: 31 Dicembre 2012, 02:58:49 »
Si lo so, ma volevo capire quali elementi fossero necessari perchè si configurasse il reato di sostituzione di persona, al di là della creazione del falso profilo, appunto.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #47 il: 31 Dicembre 2012, 08:30:34 »
Si lo so, ma volevo capire quali elementi fossero necessari perchè si configurasse il reato di sostituzione di persona, al di là della creazione del falso profilo, appunto.

la querela di parte e il fatto che il falso account porti disonore alla persona reale. Comunque meglio sentire un avvocato per queste situazioni al limite.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #48 il: 31 Dicembre 2012, 17:54:14 »
Grazie lo stesso.

Offline giallo

  • Nuovo
  • *
  • Post: 45
« Risposta #49 il: 11 Gennaio 2013, 17:50:49 »
Leggendo il tuo ultimo intervento, hai risposto pure a me.
Ragazzi, io ho sporto denuncia alla Polpost, per una vicenda personale legata a Facebook.
Non sono stato assistito da un legale, non ho nemmeno chiesto di essere avvisato in caso di archiviazione della pratica, elemento che mi hanno poi rimarcato amici competenti nel settore.
Come debbo comportarmi quindi? I tempi, più o meno, quali sono?

Tempi? se hai rinunciato al diritto di conoscere l'esito in caso di archiviazione, che tempi vuoi sapere? Gli amici del settore, non ti hanno detto che era un tuo diritto sapere se la tua richiesta poteva avere un esito positivo o meno?

Al di là di questo, e qui i miei colleghi mi uccideranno virtualmente perché è una vecchia diatriba tra me e loro, ogni Procura decide in perfetta autonomia, pur essendo la legge uguale su tutto il territorio italiano. Quindi non so da dove scrivi, ma se la tua città ha una procura piccola diciamo che potresti essere anche accontentato, in quanto magari l'attività è ridotta e quindi si seguono un po' tutte le richieste. Ma se hai la sfortuna di abitare in un centro grandicello, diciamo sopra i 100mila abitanti, allora credo che non avrai risposta perché hai dimenticato di far valere quel diritto.
Discrezionalità del magistrato.



Grazie per la delucidazione. Esattamente mi era stata detta la stessa cosa, cioè che senza richiesta di essere avvertito in caso di archiviazione, la mia pratica sarebbe stata "dimenticata".
Non ho capito ciò che dici relativamente alla dimensione della procura.
Io abito in una città di 200.000 abitanti circa, e la persona che credo abbia commesso il reato è di Roma.

Quindi?