AutoreTopic: Appello della polizia astigiana: “Fate attenzione ai truffatori e chiamate il 11  (Letto 784 volte)


Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« il: 16 Febbraio 2013, 12:55:04 »
Appello della polizia astigiana: “Fate attenzione ai truffatori e chiamate il 113″

Pubblicato il 16 febbraio 2013
 
Le truffe ai danni di anziani sono ormai una vera piaga sociale nell’Astigiano. Finti tecnici dell’acquedotto, falsi appartenenti alle forze dell’ordine, sedicenti amici di famiglia e passanti gentili. Sono quete le tipologie più diffuse e che mietono sempre più vittime. E’ difficile identificare questi malviventi ed è necessario denunciare sempre per permettere a polizia e carabinieri di intrevenire nel minor tempo possibile. Proprio per prevenire e scongiurare atti o tentativi di raggiro, la Questura di Asti lancia un appello.
“Invitiamo a diffidare di chi, avvicinandosi a una potenziale vittima, adducendo scuse varie, soprattutto dopo essersi appena recati in istituti di credito o postali, o aver appena prelevato somme di denari agli sportelli bancomat, adduca qualunque pretesto per offrirsi di accompagnare la potenziale vittima all’interno della propria abitazione – spiegano i poliziotti -.Qualora si verificassero i predetti contatti, si prega di contattare immediatamente i numeri 113 e 112, perché  si possa intervenire e perseguire gli autori di simili, vili condotte. Un ruolo importante potrà essere svolto, così come già avvenuto da parte di qualche operatore, distintosi per l’elevato senso civico dimostrato, dai cassieri degli istituti bancari, ai quali le vittime delle truffe, realizzate con il citato modus operandi, riferissero, evidenziando uno stato di agitazione, le motivazioni del prelievo che si accingessero ad effettuare”.

http://www.gazzettadasti.it/index.php/cronaca/appello-della-polizia-astigiana-fate-attenzione-ai-truffatori-e-chiamate-il-113
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline hermione

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1095
« Risposta #1 il: 19 Febbraio 2013, 14:06:05 »
Vedo solo ora quello che hai postato G.P.G. e confermo che la situazione è grave. Aggiungo un'altra cosa, però. L'opera di informazione a tal proposito da parte delle FF.OO è notevole. Sovente vengono anche tenuti incontri tra Polizia e Carabinieri e cittadinanza per spiegare tecniche di raggiro, per fornire informazioni sul comportamente da tenere in casi sospetti.... perfino per dichiarare che la Polizia di Stato non manda agenti casa per casa a vendere abbonamenti alla propria rivista (quale?) alle ore 20.
Questi incontri riscuotono sempre successo. Talmente tanto, che l'ultimo che si era tenuto lo scorso anno in Questura ha dovuto essere replicato qualche giorno dopo perchè tante persone non  avevano potuto entrare nella sala preposta allo scopo.
A questi incontri partecipano sia anziani che giovani che si impegnano ad informare nonni/e o comunque persone di età avanzata che non hanno potuto partecipare di persona. C'è solo da chiedersi, a questo punto, come mai, tanti cadano ancora nelle trappole che questi infami tendono loro. Sono anziani, magari vivono soli, magari hanno voglia di parlare, però....
però.... saranno infami ma con loro ci sanno fare.  Sanno come prenderli, con quale chiave aprire la porta della loro diffidenza.
L'ultima di cui sono a conoscenza si era presentata a casa della mamma di una mia amica (91 anni) dicendo che era della Città del Vaticano.... inutile dire che è sparito tutto a lei e dopo qualche tempo i ladri sono andati dalla figlia...
amare se stessi è l'inizio di un idilllio che dura tutta la vita.
Oscar Wilde

Nelle vostre amicizie e inimicizie cercate di mettere sempre un limite alla vostra fiducia e alle vostre versioni
Chesterfeld

Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« Risposta #2 il: 19 Febbraio 2013, 14:28:20 »
Massima divulgazione e "collaborazione condominiale". Nel mio palazzo sono addestrati  [04] 
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline Eilidh

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1070
« Risposta #3 il: 05 Marzo 2013, 19:41:03 »
C'e' una cosa che mi fa sorridere tristemente a riguardo.
I nostri anziani non vogliono accettare l'accredito della pensione sul conto corrente bancario.
Ma non perche' la reputino una truffa, ma perche' per loro e' una scusa per uscire di casa una volta al mese, andare in posta, ed incassare la (misera) pensione. Insomma per loro e' una botta di vita, si mettono il vestito bello per l'occasione.
L'unica nonna che mi e' rimasta (quasi 91 anni) sia mai che accetti l'accredito in conto, si fa portare in auto o in ambulanza a ritirare la misera pensione, ma vuole uscire a tutti i costi. Fortuna che c'e' sempre qualcuno di fidato con lei senno'...ci vuol cosi' poco a prenderli in giro  [08] [08] [08]
6 1 tesoro...Son soddisfazioni :)