AutoreTopic: L'UNICA SICUREZZA: DIMEZZANO LE VOLANTI  (Letto 2572 volte)


Offline gs127

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 243
« il: 22 Ottobre 2007, 19:31:19 »
Scusate ma essere sbattuti in prima pagina i nostri problemi non è da tutti i giorni.
Qualcuno ha letto "Il giornale" di stamattina.
Purtroppo tutto vero: siamo sempre di meno e sempre con meno mezzi.
Serviranno conferenze,  studi su criminalità od altro se il cittadino dalla sua parte non ha più nessuno che lo difende?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 22 Ottobre 2007, 20:24:40 »
..finalmente qualcuno che dice le cose come stanno......senza fronzoli e senza giri di parole....
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

solaris_mkr

  • Visitatore
« Risposta #2 il: 22 Ottobre 2007, 20:40:37 »
da: Il Giornale

 «Stradale a piedi perché le auto sono pignorate»


da Roma

Volanti che non «volano» più, in panne o senza benzina. Moto da rottamare. Blindati che perdono pezzi. «Il parco automezzi della polizia è in ginocchio, se gli stanziamenti per manutenzione e carburante in Finanziaria continuano a calare la situazione peggiorerà», sospira il segretario generale nazionale del sindacato di polizia Consap, Giorgio Innocenzi.
Il ministro dell’Interno Giuliano Amato ha annunciato l’arrivo di ben 200 milioni di euro: ce n’è abbastanza per far benzina e aggiustare le macchine, no?
«Non scherziamo. Nel 2006, con l’ultima Finanziaria del precedente esecutivo, abbiamo avuto 67 milioni di euro per carburanti e riparazioni. Nel 2007, con il governo Prodi, i milioni sono diventati 27. Largamente insufficienti. Già da maggio la benzina è stata razionata, le officine convenzionate hanno smesso di farci credito e, anzi, hanno cominciato a farci pignorare decine di volanti. Il dirigente dell’ufficio automezzi della questura di Roma, ufficio che da solo ha più di 40 milioni di euro di debiti, è stato rimosso perché si rifiutava di continuare a firmare cambiali in bianco per autorizzare le riparazioni. E allora se Amato dice “abbiamo trovato 200 milioni di euro”, bisogna anche spiegare che 180 servono a pagare i debiti già accumulati».
Insomma, restano 20 milioni...
«Sì, cioè meno dell’ultima Finanziaria. Per intenderci, le spese per manutenzione e carburanti sono salite dai 38,2 milioni del 2004 a 47,5 milioni nel 2005, fino ai 67,1 del 2006. Ovviamente, i 27 milioni dell’anno scorso hanno fatto impennare i debiti. E il nuovo stanziamento copre il pregresso, ma con i 20 milioni che restano ci facciamo poco, considerata l’età media dei mezzi».
Sono anzianotti?
«Eh sì. Il 43 per cento delle volanti ha oltre 7 anni di impiego, circa 200mila chilometri percorsi. Idem per la metà delle auto civili, quelle senza livrea. Più di sette anni e troppi chilometri anche per il 48 per cento delle moto di serie, come quelle che usano i “Falchi” a Napoli, e per il 54 per cento dei veicoli adibiti ai servizi di ordine pubblico. Sono da cambiare, non da riparare».

______________

ecco l'articolo.

solaris_mkr

  • Visitatore
« Risposta #3 il: 22 Ottobre 2007, 20:42:32 »
ma come sempre, un colpo al cerchio, un colpo alla botte:

sempre da: Il Giornale

 "Sicurezza, già più volanti in strada"

di Marcello Viaggio - lunedì 22 ottobre 2007, 07:00

Prefetto Carlo Mosca, i quattro villaggi rom della solidarietà si faranno o no?
«Nulla è stato ancora deciso. Prima vogliamo ascoltare tutte le parti in causa, facendo attenzione a non sovrapporre problemi a problemi».
L’assessore capitolino alla sicurezza Touadi però ha dichiarato che le quattro aree sono già state scelte. Ma si rifiuta di dire la dislocazione. Allora qual è la verità?
«Ripeto: nulla è stato deciso, assolutamente. Il patto è stato firmato da più parti, quindi qualsiasi decisione sui villaggi deve essere assunta insieme. Per ora non è stato stabilito nulla. Occorre una pausa di riflessione, per evitare di aggiungere seri problemi a quelli esistenti».
E l’assessore Touadi?
«Mi ha appena mandato una nota, precisando di essere stato frainteso: la sua dichiarazione è stata estrapolata dal contesto. Ribadisco ancora una volta: è ancora tutto da decidere».
Dopo la maxi-retata dei carabinieri nel campo nomadi di Tor de’ Cenci, An sollecita una riunione del comitato per l’ordine pubblico sul grave degrado permanente a Spinaceto...
«Il comandante dei carabinieri mi ha informato dell’intervento. Stiamo seguendo delle priorità. Ora poi sono arrivate finalmente le risorse per la polizia, potremo essere più presenti sul territorio».
Cioè la benzina per le volanti?
«Sì, quel tipo di risorse, il Questore mi dice che già ora sono aumentate del 40% le pattuglie per strada. Ho parlato personalmente con il ministro Giuliano Amato. L’obiettivo è mettere il 60-70 % di volanti in più per strada entro la fine dell’anno. Vogliamo intervenire soprattutto dove ce lo chiede la gente, magari attraverso la stampa».
Vuole una segnalazione? Al Villaggio Olimpico le lucciole parcheggiano le roulotte in mezzo all’abitato...
«Faremo subito un controllo (il Prefetto ha già ordinato ai collaboratori la verifica, ndr). È una delle priorità del pacchetto sicurezza di Amato che si faccia divieto di esercitare la prostituzione in mezzo all’abitato. Ci sono bambini e ragazzi, non è possibile».

solaris_mkr

  • Visitatore
« Risposta #4 il: 22 Ottobre 2007, 20:56:44 »
vabbè, visto che ci sono, la rassegna stampa:

da: Il Giornale

Sicurezza a rischio, Prodi taglia
anche le volanti della polizia

di Redazione - lunedì 22 ottobre 2007, 09:56

Gian Marco Chiocci
Massimo Malpica

Un tempo telefonavi al 113 e di lì a poco si materializzavano tre poliziotti in un’auto con sirena e lampeggiante. Il servizio era ribattezzato «Pronto Intervento». Oggi che le «pantere» ospitano massimo due agenti e son state diminuite di numero proporzionalmente a una inarrestabile impennata dei reati, la loro efficienza, non certo per colpa della polizia, è venuta meno. La conferma arriva dai diretti interessati in divisa, che attraverso i loro sindacati sciorinano i veri numeri sulle effettive presenze quotidiane delle macchine «con i colori d’istituto» del 113 spiegando che ciò è dovuto ai tagli sulla sicurezza operati nell’ultima Finanziaria. Poche macchine, spesso obsolete, perennemente ricoverate in officina, ferme perché manca la benzina. Pochissimi gli uomini, che non riescono a coprire tutti i turni di servizio.

La situazione è drammatica anche perché le auto di supporto dei commissariati non escono tutti i giorni (per mancanza di personale, vetture incidentate ecc...) e quando escono spesso perdono tempo a sbrigare formalità di vario genere (dal controllo dei detenuti ai domiciliari alle scorte, dalla notifica di atti giudiziari passando per la consegna in carcere dei fermati). I dati dei sindacati sul Reparto Volanti, città per città, sono clamorosi. Roma, su tutti: 13 volanti «cioè 15 in meno di dieci anni fa» taglia corto il veterano della caserma di via Guido Reni, Guglielmo Frasca del Consap. In Piemonte, stando al Siulp, fa specie il caso di Torino: sono uno sbiadito ricordo le 40 pattuglie dei primi Anni Novanta, oggi siamo a 12-15 auto del 113. Il discorso si fa più complicato in Lombardia dove Milano ha 15 volanti, sette-otto in meno di quelle previste. Fabio Grassi, del Sap toscano, è amareggiato: «Con questi pochi mezzi garantiamo il minimo della sicurezza».

Nota dolente è la Puglia. Due volanti effettive su Foggia e Brindisi, Bari se tutto va bene arriva a 5. «La situazione è preoccupante nella provincia - osserva Giuseppe Tiani del Siap -, prendete quella barese; una, massimo due macchine, per coprire 18 comuni in un’area di 150 chilometri». In Liguria il pronto intervento non sta messo meglio, assicura Filippo Nurra del Siulp. E che dire delle isole: Gilberto Pisu del Coisp si sofferma sulle due sole volanti di Cagliari, e sull’unica per Iglesias, Carbonia e Oristano. I numeri siciliani ce li dà Rosario Indelicato del Sap: «Utilizziamo in tutto appena 67 volanti quando ce ne vorrebbero, come minimo, tre volte di più». In terra di ’ndrangheta fa un certo effetto vedere una volante per Crotone, due per Vibo.



da: Prima

POLITICA: TAGLI ALLE VOLANTI DELLA POLIZIA. BERTOLINI (FI) «E' PURA FOLLIA»

(PRIMA) ROMA - Isabella Bertolini, Vice Presidente dei Deputati di Forza Italia, ha dichiarato: "I sindacati di Polizia denunciano, ormai quotidianamente e nella totale indifferenza della sinistra al governo, tagli considerevoli ed insostenibili ad uomini ed automezzi, che impediscono alle Forze dell'Ordine un efficace controllo del territorio. Tutto ciò è inaccettabile e testimonia la follia di un governo che non è interessato alla sicurezza degli Italiani. Ancora una volta i proclami di Amato sul comparto sicurezza vengono clamorosamente sconfessati dai fatti. Altro che pacchetto di norme per potenziare la difesa e la tutela dei cittadini. Mentre si moltiplicano gli episodi di criminalità a danno degli Italiani, il governo Prodi prende in giro il Paese con uno specchietto per le allodole privo di qualunque copertura finanziaria. Basta con le promesse non mantenute. I cittadini ormai terrorizzati chiedono maggiore sicurezza e il rispetto della legalità. Ma hanno capito che lo possono ottenere soltanto con un nuovo governo di centrodestra. Elezioni subito". (PRIMA)


Data: 22/10/07 11:27
Autore: AIA


da: tgcom

Sicurezza, la polizia resta a piedi
Tagli in Finanziaria, auto dimezzate

Nel Paese quella della sicurezza è un'assoluta emergenza, ma per affrontarla le forze di polizia si trovano sempre più in difficoltà. Secondo un'inchiesta del quotidiano "Il Giornale", le macchine a disposizione delle forze dell'ordine sono sempre di meno, e quelle che ci sono spesso sono vecchie e al limite dell'inutilizzabile. La situazione è aggravata dai tagli dei fondi in Finanziaria. 

Quello che emerge è un quadro al limite del disperante. Secondo il segretario generale del sindacato di polizia Consap, Giorgio Innocenzi, "il parco automezzi della polizia è in ginocchio". Siamo al punto che le officine convezionate, a causa dei debiti accumulati, hanno smesso di fare credito e anzi hanno iniziato a far pignorare le auto delle forze dell'ordine.

Quello che è certo è che le macchine a disposizione sono sempre meno e spesso sono obsolete, con migliaia di chilometri sulle spalle e non sufficienti mezzi per la manutenzione necessaria. E queste spesso rimangono ferme perché non ci sono i soldi per fare benzina.

Negli ultimi dieci anni le volanti nelle grandi città, dove l'emergenza sicurezza è sempre più sentita, si sono praticamente dimezzate: a Milano si è passati da 20 a 15, a Roma da 35 a 15, a Torino addirittura da 40 a 12-15. Ci sono casi limite come quello di Cremona, dove le auto della polizia erano 4 e ora ne è rimasta soltanto una.

Il ministro dell'Interno Giuliano Amato ha annunciato dello stanziamento di 200 milioni in Finanziaria. C'è un però grande come una casa da considerare: "Bisogna spiegare - avverte Innocenzi - che 180 sono destinati a ripianare i debiti contratti per le sciagurate Finanziarie precedenti. Con i restanti 20 milioni le volanti riescono a camparci si e no tre mesi".


La sostanza, purtroppo, non cambia.  [56]

solaris_mkr

  • Visitatore
« Risposta #5 il: 22 Ottobre 2007, 21:05:40 »
e perchè non parlare di questo?

Sicurezza, testimoni di giustizia assunti nella P.A.
e giro di vite sugli ubriachi al volante


ROMA (22 ottobre) - Chi denuncerà racket e estorsioni o darà un importante contributo nella lotta a mafia, 'ndrangheta o camorra, potrà ottenere un posto di lavoro nella pubblica amministrazione. E' questa una delle novità contenute nella bozza di uno dei quattro disegni di legge del pacchetto sicurezza che approderà martedì in Consiglio dei ministri. Slitta invece alle prossime settimane un altro disegno di legge annunciato dal governo e contenente la nuova normativa in materia di prostituzione.

All'art.6. il provvedimento prevede l'assunzione dei testimoni di giustizia nella pubblica amministrazione «con qualifica e funzioni corrispondenti al titolo di studio e alle professionalità possedute». Con questo provvedimenti - 8 articoli in tutto - il governo viene delegato a emanare, entro un anno, il testo unico delle misure di prevenzione. In questo modo si vuole coordinare, armonizzare e modificare una serie di misure sulla confisca e il sequestro dei beni alla mafia che in questi ultimi anni sono andate aumentando in maniera disordinata. Previste anche novità, sul fronte dell'indennità di trasferimento e della progressione in carriera, anche per i magistrati che presteranno servizio nelle sedi disagiate, che dovranno essere definite dal Csm, su proposta del ministro della Giustizia entro il 31 gennaio di ogni anno.

Nel dettaglio il primo ddl riguarda la sicurezza urbana e conterrà le norme che attribuiscono ai sindaci maggiori facoltà di intervento, con la possibilità di adottare «provvedimenti urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità e la sicurezza urbana dei cittadini ovvero che arrecano un grave pregiudizio al decoro urbano». Il ddl conterrà anche disposizioni per contrastare danneggiamenti e atti di vandalismo, norme per la collaborazione tra sindaci e prefetti nella gestione della sicurezza urbana e norme contro lo sfruttamento minorile nell'accattonaggio (prevista per i responsabili la reclusione da sei mesi a quattro anni).

Manifestazioni sportive. Nel provvedimento messo a punto dal Viminale ci sono anche nuove misure per contrastare gli atti di violenza in occasione di manifestazioni sportive. È previsto che nei luoghi in cui si svolgono le competizioni chiunque sia trovato in possesso di razzi, bengala, fuochi artificiali, petardi, strumenti per l'emissione di fumo o di gas visibile, bastoni, mazze, materiale imbrattante o inquinante, oggetti contundenti o atti ad offendere sia punito con la reclusione da 6 mesi a 3 anni e con la multa da 1.000 a 5.000 euro.

Banca dati Dna. Il secondo ddl riguarda l'istituzione della banca dati del dna (che sarà istituita al dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell'Interno) e del laboratorio che sarà localizzato presso il Dap, Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria del ministero della Giustizia. Il provvedimento conterrà anche la ratifica del Trattato di Prum, convenzione sul rafforzamento della cooperazione internazionale di Polizia in materia di lotta al terrorismo, alla criminalità organizzata e all'immigrazione clandestina. Il trattato, alla cui adesione il Viminale ha lavorato fin dal luglio dello scorso anno, prevede che ogni Stato aderente costituisca, sulla base della propria legislazione, una banca dati del Dna e consenta l'accesso agli altri Stati, con la possibilità di fare ricerche e confronti tra le informazioni.

Crimine organizzato. Il terzo provvedimento è quello sulla criminalità organizzata e opera un riassetto legislativo in materia di sequestri e confische di beni riconducibili alla criminalità organizzata, con un inasprimento delle misure di prevenzione patrimoniale per rendere più efficace la strategia di attacco ai beni di provenienza mafiosa ed incidere così concretamente sul giro d'affari del business criminale.

Guida in stato di ebbrezza. Il quarto disegno di legge infine contiene le nuove misure per la certezza della pena. Un giro di vite è previsto per gli automobilisti alla guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droghe. Se un ubriaco o un drogato alla guida provoca un omicidio colposo, le modifiche al codice penale contenute nel provvedimento prevedono la reclusione da tre a dieci anni (secondo l'attuale normativa le pene vanno da uno a cinque anni). Nel caso di condanna per omicidio colposo o lesioni colpose a più persone, inoltre, «è sempre disposta la confisca del veicolo, salvo che appartenga a persona estranea al reato». In questi casi, inoltre, le circostanze attenuanti non possono esser ritenute prevalenti.

Previsto poi un inasprimento delle misure cautelari e il divieto della possibilità di patteggiare la pena in appello per reati di tipo mafioso. Sarà inoltre aggiornata la normativa per la distruzione del materiale contraffatto sequestrato e per l'inasprimento delle sanzioni nei riguardi di «chiunque contraffà, o altera marchi o segni distintivi nazionali o esteri delle opere dell'ingegno o dei prodotti industriali». Una stretta, si fa notare in ambienti ministeriali, che riguarderà gli organizzatori e i grossisti del traffico di merce falsificata che producono e immettono la merce sul mercato clandestino e non gli ambulanti che rivendono al dettaglio il materiale contraffatto.


Chi lo sa, magari tutti questi bei lavori li vogliono far fare ai pentiti, visto che riducono le risorse alla Polizia e si inventano queste geniali soluzioni.  [74] [74]

Offline Dukestralis

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2069
« Risposta #6 il: 22 Ottobre 2007, 21:39:21 »
 [10] [10] [10]

Che verogna!!!
The eye in the sky looking at you

I can read your mind


Approssimazione Dilettantismo Improvvisazione.

Offline laworder65

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2975
« Risposta #7 il: 30 Ottobre 2007, 13:56:09 »
Come ho gia detto in un precedente post!! E'meglio che il cittadino le sappia certe cose..... cosi si rende conto in che condizioni lavoriamo. [29]
Essere Assistente Capo:....... E' UNO STILE DI VITA!!


BISOGNA AVERE UN CAOS DENTRO... PER GENERARE UNA ''STELLA'' DANZANTE.
E' VIVILA UN'.. EMOZIONE.........

ostro

  • Visitatore
« Risposta #8 il: 01 Novembre 2007, 09:49:44 »
Purtroppo è un problema ! Anche se bisogna tener presente che questo si presenta per qualunque governo!
La verità vera, è che nessun cittadino è disposto veramente a voler più sicurezza! Ogni uno di noi la intende a propria misura e per i propri interessi.
Io sarei disposto a controlli più stringenti, anche se ciò mi facesse "perdere del tempo" Oppure ad avere un'addizzionale, per la sicurezza, sulla busta paga!
Ma siamo italiani e le regole, non ci piacciono molto! 

Offline paulo88

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 1838
  • TROPA DE ELITE!
« Risposta #9 il: 13 Maggio 2008, 21:57:31 »
Un vero scandalo,speriamo che nella prossima finanziaria si destinino (molti)soldi per le forze dell'ordine e i loro mezzi,tagli!!???!!?? [63] [63] [63]...pensate che i carabinieri della compagnia del mio paese hanno una fiat punto prima serie che si trova spesso dal meccanico per continui guasti [02]...che roba...
"Hic manebimus optime"

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #10 il: 13 Maggio 2008, 22:44:37 »
Scusate ma essere sbattuti in prima pagina i nostri problemi non è da tutti i giorni.
Qualcuno ha letto "Il giornale" di stamattina.
Purtroppo tutto vero: siamo sempre di meno e sempre con meno mezzi.
Serviranno conferenze,  studi su criminalità od altro se il cittadino dalla sua parte non ha più nessuno che lo difende?

Ma cosa dici?  Va be ci sono meno Volanti, pero' c'è il Poliziotto di Quartiere a combattere la criminalità'.............. [51] [51] [51] [36] [36] [36] [36]
Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Woobinda69

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2220
« Risposta #11 il: 13 Maggio 2008, 23:31:58 »
Scusate ma essere sbattuti in prima pagina i nostri problemi non è da tutti i giorni.
Qualcuno ha letto "Il giornale" di stamattina.
Purtroppo tutto vero: siamo sempre di meno e sempre con meno mezzi.
Serviranno conferenze,  studi su criminalità od altro se il cittadino dalla sua parte non ha più nessuno che lo difende?

Ma cosa dici?  Va be ci sono meno Volanti, pero' c'è il Poliziotto di Quartiere a combattere la criminalità'.............. [51] [51] [51] [36] [36] [36] [36]


.....occhio che ve li dimezzano per fare più servizi eh ?  [05]
...Tu non vedrai nessuna cosa al mondo maggior di ROMA

Offline folgore.45

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 7116
  • Ricorda di osare sempre (Gabriele D'Annunzio)
« Risposta #12 il: 13 Maggio 2008, 23:43:21 »
Zitto cugino, che a voi li hanno gia' dimezzati, visto che, almeno dalle mie parti, il CC di quartiere va da solo....... [51] [51] [36] [36]
Noi pochi felici, Noi banda di Fratelli: Perche' chiunque ha versato il suo sangue insieme a me e' mio fratello.

Corpo delle Guardie di P.S.

Offline Gridblinth

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3209
  • "Fai pace col cervello..."
« Risposta #13 il: 14 Maggio 2008, 18:07:46 »
Speriamo di non dover uscire di pattuglia anche da soli... ve l'immaginate "32 (tanto per inserire un numero...) da Volante Adam 12..."... "Avanti, TJ Hooker..." [36]

«The wicked flee when no one pursueth, but the righteous are as bold as a lion.»
Proverbs 28:1

Offline Woobinda69

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2220
« Risposta #14 il: 21 Maggio 2008, 00:29:21 »
Zitto cugino, che a voi li hanno gia' dimezzati, visto che, almeno dalle mie parti, il CC di quartiere va da solo....... [51] [51] [36] [36]

tranquillo .......

nessuna dimezzazione in vista.........

è sempre stato "da solo" .......




« Ultima modifica: 21 Maggio 2008, 23:58:09 da Namib69 »
...Tu non vedrai nessuna cosa al mondo maggior di ROMA