AutoreTopic: Problemino carabinieri  (Letto 1310 volte)


Offline Clear

  • Nuovo
  • *
  • Post: 1
« il: 24 Aprile 2013, 22:56:31 »
Salve, quasi un anno fa i carabinieri in un posto di blocco hanno fermato me e degli amici (2 donne e 2 uomini). Il conducente e il suo amico erano entrambi sprovveduti di documenti al che ci hanno portato in caserma.Hanno fatto perquisizione a tutti compresa la macchina e non è stato trovato nulla. Al che abbiamo firmato in verbale che dichiarava l esito negativo della perquisizione. I due ragazzi dunque identificati tramite sedicente. Ora dopo quasi un anno appunto io e le altre due donne presenti quel giorno siamo state richiamate in caserma per l 'identificazione di quei 2 tipi. Di cui nessuna delle tre si ricorda nomi in quanto fu un semplice passaggio. Oggi addirittura mi hanno chiesto di riconoscere il conducente tra sei fotografie ...e ahime non sono riuscita a ricomoscerlo. Ora mi chiedo io sono obbligata a fare cio... ? É giusto che loro mi chiamino nonostante sia (pensavo) finito tutto? C'è una possibilita che io e le due donne finiamo in un tribunale?!

Offline Lince112

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 532
  • In cima ad ogni vetta si è sull'orlo dell'abisso
« Risposta #1 il: 24 Aprile 2013, 23:25:45 »
Art. 650 C.P. (inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità) siete obbligati a presentarvi su invito, altrimenti venite denunciati per l'art. citato.
Hai fatto il tuo dovere, non l'hai riconosciuto, e finisce qui.

Ipotesi: Se poi quel tizio  la sera in cui vi hanno fermato è stato riconosciuto perchè visto spacciare/fare una rapina/uccidere qualcuno ecc. ecc. c'è la possibilità che veniate denunciati per favoreggiamento...

In questi casi bisogna sempre dire la verità, solo questa a distanza di anni rimane inalterata....
tutti zitti!!!!!

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #2 il: 25 Aprile 2013, 03:30:43 »
Magari sarebbe meglio non salire sulla prima macchina che capita ! Magari sarebbe bene prima presentarsi e poi illustrare ivpropri problemi . Magari sarebbe bene che ognuno facesse il proprio dovere di cittadino di questa società non pensando sempre a se stesso. Spero che quei giovani di cui non ti ricordi niente non abbiamo stuprato rapinato ucciso qualcuno.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Lupo Solitario

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2506
  • La libertà è anche rispetto,reciproco,con altri..
« Risposta #3 il: 25 Aprile 2013, 17:24:50 »
...filosofando sulla questione....filoso fando:quando nella prateria incontriamo chi la percorre e scegliamo di unirci a lui...senza averlo conosciuto bene  e non averlo visto prima di allora...ci poniamo sempre alcune domande. Una di queste è la seguente:" i suoi occhi ed il suo cuore sono limpidi oppure torbidi come l'anima  tormentata di chi ha causato danno altrui ?".Ogni abitante della buona prateria segue queste sane regole: "segui chi come te ha occhi limpidi e cuore puro...allontana chi ha anima tormentata perché ha arrecato danno". Non ti unire  con chi ti conduce verso il male ma segui chi ti offre il bene.
Nella prateria esistono poche regole semplici per vivere in pace con il mondo: a noi in particolare piace questa: non compiere azioni rivolte ad altri che tu non desideri vengano rivolte ai tuoi affetti. Rispetta il prossimo  ed altre ancora... [45] [44] [71] [71] [71]
Fermezza e comprensione altrui non sempre sono inconiugabili...e non è solo filosofia....Conosc enza senza esperienza è mera filosofia;esperienza senza conoscenza è mera ignoranza;l'interazione di entrambi è  viva saggezza.