AutoreTopic: Quale sindacato di Polizia è più servile con questa classe politica???  (Letto 165 volte)


Offline niko163

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 151
« il: 12 Dicembre 2013, 13:45:47 »
Secondo la nostra esperienza quale è il sindacato di polizia più servile nei confronti dei politici italiani???

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 12 Dicembre 2013, 15:05:05 »
non mi riguarda minimamente . Sono problemi loro e di chi si iscrive.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17070
  • che te guardi...
« Risposta #2 il: 12 Dicembre 2013, 15:14:05 »
....sindacati .... la prima cosa che mi viene in mente :

" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12729
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #3 il: 13 Dicembre 2013, 19:03:26 »
Domanda difficile e a mio debole parere destinata a non avere risposta. I sindacati nascono con intenti nobilissimi, sono gli esseri umani a farli poi degenerare. Definire quale sindacato sia più prono agli interessi dei vertici quindi è un pò complicato.

Da parte mia rimango dell'idea che forse è meglio prendere atto che il sindacalismo di polizia si è suicidato e ritornare al 31 Marzo 1981, certo con un bel pò di correttivi per evitare quanto è possibile ciò che non andava bene nella tenebrosa e bieca era del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline kronos

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1494
« Risposta #4 il: 22 Dicembre 2013, 16:39:29 »
Secondo la nostra esperienza quale è il sindacato di polizia più servile nei confronti dei politici italiani???
Tutti.

Offline ISPANICOP

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 1742
« Risposta #5 il: 28 Agosto 2014, 17:48:16 »
Domanda difficile e a mio debole parere destinata a non avere risposta. I sindacati nascono con intenti nobilissimi, sono gli esseri umani a farli poi degenerare. Definire quale sindacato sia più prono agli interessi dei vertici quindi è un pò complicato.

Da parte mia rimango dell'idea che forse è meglio prendere atto che il sindacalismo di polizia si è suicidato e ritornare al 31 Marzo 1981, certo con un bel pò di correttivi per evitare quanto è possibile ciò che non andava bene nella tenebrosa e bieca era del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.
Quoto, ed aggiungo che in tutti gli statuti di costituzione ci DEVE essere un articolo che preveda di lasciare l'incarico e tornare al proprio incarico senza avere cariche sindacali per almeno 4 anni...  [29]
FORZA E ONORE Massimo Decimo Meridio

Offline ISPANICOP

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 1742
« Risposta #6 il: 28 Agosto 2014, 17:49:17 »
Come giustamente detto il sindacato lo fanno le persone. La domanda è posta a livello locale o nazionale...?
FORZA E ONORE Massimo Decimo Meridio

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12729
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #7 il: 29 Agosto 2014, 12:48:33 »
aggiungo che in tutti gli statuti di costituzione ci DEVE essere un articolo che preveda di lasciare l'incarico e tornare al proprio incarico senza avere cariche sindacali per almeno 4 anni...  [29]

Quoto.
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline Giopale

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 407
  • Io so io è voi non siete un .......
« Risposta #8 il: 27 Settembre 2014, 16:28:42 »
Nessuno più di felice

Offline Lupo Solitario

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2506
  • La libertà è anche rispetto,reciproco,con altri..
« Risposta #9 il: 19 Settembre 2015, 10:48:39 »
Ho conosciuto Sindacalisti integerrimi e ben preparati, altri  onesti ma impreparati altri ancora impreparati ed arroganti.
Nei confronti del potere politico  taluni si sono dimostrati di parte secondo gli schieramenti ai quali si ispirano e cosi via.
Quando talvolta incontrano la controparte che la pensa come loro rimangono avversi pe una questione di principio: mai pensarla come la controparte. Mi sono trovato in sintonia con taluni  razionalisti ed in disaccordo con tal' altri per loro incomprensione sull'argomento oggetto della discussione.
C'è da immaginare che, siccome esistono i compromessi su tutto e su tutti, quando la controparte è composta da i Politici del Parlamento allora taluni compromessi saranno più marcati per quei sindacalisti propensi a tale procedure.
Si tratta a mio parere di voler osservare o disattendere le regole di riferimento ,quando queste sia giuste e inamovibili.
Il Sindacato di Categoria professionale deve tutelare i diritti e fare osservare i doveri delle partii  ma, certamente ,non crearli od esasperarli. inoltre occorre riferirsi a forme concrete e possibili  di piattaforme rivendicative senza ricercare astrusità gratuite. Ultima riflessione occorre che i sindacalisti abbiamo una più  buona preparazione  professionale sulle scienze didattiche che sono necessarie per impostare, comprendere, e proporre soluzioni alle problematiche  oggetto delle rivendicazioni. Mi chiedo ancora quanti tra  nostri Sindacalisti ed i nostri Politici siano preparati!!!
Grazie per l'attenzione e per eventuali interventi. [45] [44] [71] [71] [71]
Fermezza e comprensione altrui non sempre sono inconiugabili...e non è solo filosofia....Conosc enza senza esperienza è mera filosofia;esperienza senza conoscenza è mera ignoranza;l'interazione di entrambi è  viva saggezza.

Offline Gerard

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 157
« Risposta #10 il: 17 Settembre 2016, 11:13:41 »
Leggo ora questo quesito a cui ritengo la risposta non sia semplice. Giusto dire che parlar male di una qualsiasi Istituzione non ha senso. Le Istituzioni le fanno gli uomini. Però bisogna anche essere disposti ad ammettere quando un tessuto sociale è più malato che sano e bisogna intendersi su quali siano i parametri di valutazione. Tralasciando tutte le vicende politiche a mio avviso negative che portarono all'approvazione della legge 121/81 con la costituzione dei Sindacati di Polizia, strutturalmente si può osservare che un Sindacato senza potere contrattuale derivante dal diritto di sciopero è già un'Istituzione monca. In secondo luogo si può rilevare che un Sindacato così come concepito dalla 121/81, inserito in una struttura così gerarchicamente articolata rischia di diventare come effettivamente è diventato un Sindacato rappresentativo esclusivamente dei ruoli di base in quanto più numerosi essendo la base della piramide gerarchica e quindi finisce per tutelare esclusivamente la base a discapito del quadro intermedio e del ruolo Direttivo. Indubbiamente la strutturazione delle Rappresentanze Militari non con un unico Segretario Nazionale o Provinciale ma con un organismo collegiale in cui ogni ruolo è parimenti rappresentato ed ha pari valenza, fornisce maggiori garanzie di rappresentatività ed eventuale tutela. Personalmente in quasi quarant'anni di lavoro e quasi trenta in Polizia rarissimamente ho visto un Sindacato fare vere e proprie battaglie di principio, ma l'ho visto purtroppo sostenere ragioni e personaggi insostenibili, all'interno di logiche e dinamiche tritacarne di potere grande o piccolo strettamente connesse con la politica e con convenienze personali o di parte e mi sono sempre di più convinto che gli eventuali abusi si combattono meglio con un buon avvocato alle spalle che nessuno mi pagherà mai ed a cui purtroppo debbo provvedere da me. Ma vi sono ormai ottime polizze assicurative non eccessivamente onerose come quelle per la casa e per la salute specificatamente studiate per la tutela contro il fatto illecito del datore di lavoro............