AutoreTopic: Banca dati forze dell'ordine  (Letto 10406 volte)


Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« il: 28 Dicembre 2013, 15:22:07 »
Salve, premetto che riguardo il tema in oggetto ho letto una discussione qui sul forum e ho visto che c'era una polemica in quanto una persona sembrava si registrasse con diversi nomi, non sono quella persona, sono capitato nella discussione facendo ricerche in rete e la discussione era interessante ma scrivo personalmente in quanto mi rimangono diversi dubbi.
Vorrei sapere se possibile dagli addetti ai lavori alcune cose, ad esempio quello che viene chiamato terminale, la banca dati che consultano le forze dell'ordine quando fermano una persona per controllare se ha precedenti, ecc che informazioni contiene esattamente?
E' possibile per un cittadino chiedere di accedere alle banche dati a lui relative e vedere esattamente ciò che vedono le forze dell'ordine oppure può accedere solo ad una parte di informazioni e altre rimangono visibili solo alle forze dell'ordine?
Tutti gli appartenenti ad una caserma di polizia possono accedere al terminale o c'è un addetto specifico che quando le pattuglie sono in strada chiamano la centrale e l'addetto consulta le banche dati e comunica alla pattuglia il risultato?
Cioè non ho capito se il terminale è nella centrale o in ogni veicolo?
Ultima cosa, in caso venga fatta una denuncia ad una persona per aver violato un articolo del cp come il 651 le forze dell'ordine sono abbligate a rilasciare copia del verbale al trasgressore oppure possono fare un verbale e spedirlo a casa successivamente?
Se si quali sono i tempi massimi di notifica?
Grazie anticipatamente e colgo l'occasione per augurare serene festività!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #1 il: 28 Dicembre 2013, 16:40:03 »
Aggiungo un'altra cosa che mi ero scordato, i pubblici ufficiali delle forze dell'ordine possono accedere al terminale quando vogliono o devono notificare che sono entrati nel terminale per accertamenti e motivare, altrimenti potrebbero usarlo anche a scopo personale per avere notizie su una persona.
Grazie anticipatamente.

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #2 il: 28 Dicembre 2013, 16:49:24 »
Vorrei sapere se possibile dagli addetti ai lavori alcune cose, ad esempio quello che viene chiamato terminale, la banca dati che consultano le forze dell'ordine quando fermano una persona per controllare se ha precedenti, ecc che informazioni contiene esattamente?

Tutte quelle che possono essere importanti.

E' possibile per un cittadino chiedere di accedere alle banche dati a lui relative e vedere esattamente ciò che vedono le forze dell'ordine oppure può accedere solo ad una parte di informazioni e altre rimangono visibili solo alle forze dell'ordine?

Non che io sappia.

Tutti gli appartenenti ad una caserma di polizia possono accedere al terminale o c'è un addetto specifico che quando le pattuglie sono in strada chiamano la centrale e l'addetto consulta le banche dati e comunica alla pattuglia il risultato?

Anche se non ho capito cos'è una caserma di polizia, ci sono informazioni coperte da riservatezza.

Cioè non ho capito se il terminale è nella centrale o in ogni veicolo?

Come sopra.

Ultima cosa, in caso venga fatta una denuncia ad una persona per aver violato un articolo del cp come il 651 le forze dell'ordine sono abbligate a rilasciare copia del verbale al trasgressore oppure possono fare un verbale e spedirlo a casa successivamente?

Puoi precisare meglio la circostanza, per favore?

Grazie anticipatamente e colgo l'occasione per augurare serene festività!

Altrettanto a te.

Aggiungo un'altra cosa che mi ero scordato, i pubblici ufficiali delle forze dell'ordine possono accedere al terminale quando vogliono o devono notificare che sono entrati nel terminale per accertamenti e motivare, altrimenti potrebbero usarlo anche a scopo personale per avere notizie su una persona.

Ci deve essere sempre una motivazione.
« Ultima modifica: 28 Dicembre 2013, 16:55:11 da dago113 »
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #3 il: 28 Dicembre 2013, 17:35:45 »
Salve e grazie dell'attenzione!
Per alcune cose rimango con dei dubbi, facendo ricerche ho visto nel sito del ministero che si può richiedere di vedere le informazioni di questo CED che sarebbe la banca dati delle forze dell'ordine, a lei non le risulta?
Prima mi riferivo al fatto che se viene fatto un verbale occorre necessariamente che venga rilasciata copia all'interessato?
Ed eventualmente quali sono i tempi massimi di notifica?
Quindi se ho capito bene quando un pubblico ufficiale accede al terminale deve stendere per forza un verbale dove spiega la motivazione della consultazione?
Grazie della disponibilità!

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #4 il: 28 Dicembre 2013, 17:51:29 »
Per alcune cose rimango con dei dubbi, facendo ricerche ho visto nel sito del ministero che si può richiedere di vedere le informazioni di questo CED che sarebbe la banca dati delle forze dell'ordine, a lei non le risulta?

Se il sito del ministero le ha risposto così, evidentemente è così.

Prima mi riferivo al fatto che se viene fatto un verbale occorre necessariamente che venga rilasciata copia all'interessato?

Anche qui dipende dalle circostanze e dal tipo di atto.

Ed eventualmente quali sono i tempi massimi di notifica?

Prima viene notificato, meglio è per tutti.

Quindi se ho capito bene quando un pubblico ufficiale accede al terminale deve stendere per forza un verbale dove spiega la motivazione della consultazione?

Ci deve essere sempre una motivazione, come le dicevo prima. Cosa le fa pensare che mi riferissi ad un verbale?
« Ultima modifica: 28 Dicembre 2013, 18:41:24 da dago113 »
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #5 il: 28 Dicembre 2013, 18:52:02 »
Dunque, allora, il sito del ministero io non l'ho contattato ma ho visto che queste informazioni sono riportate sul sito, magari provo a contattarli per chiarimenti.
Le circostanze sono relative ad una contestazione fatta dopo essere stati fermati dalla polizia, tutto qui.
Se una persona è presente lo si può notificare immediatamente dandole copia del verbale, mi sembra il modo più veloce.
Per la consultazione intendevo dire che se un agente consulta il terminale per motivarlo deve stendere un verbale dove dichiara il motivo?
Se non è obbligato a verbalizzare il suo ingresso al terminale allora un agente ipoteticamente potrebbe essere per strada e interessargli una ragazza, prendere numero di targa e consultare terminale per averne informazioni e questo è illegale.
Per questo motivo mi chiedevo se l'accesso al terminale deve essere motivato e documentato, per lasciare traccia di chi e perché ha eseguito quel consulto.
Hi visto nel frattempo che nel sito del ministero viene spiegato che la banca dati delle forze dell'ordine viene supervisionata dal garante della privacy, provo a fare una ricerca poi posto cosa ho trovato.
Grazie della sua attenzione e tempo dedicatomi!


Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #6 il: 28 Dicembre 2013, 19:06:41 »
..scusa ma fai prima a raccontare per bene cosa ti e' successo. Verbali notifiche etc etc...esistono verbali di tante specie e ognuno ha un suo iter.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #7 il: 28 Dicembre 2013, 20:52:33 »
Ho fatto qualche ricerca e chiesto informazioni, per il verbale un avvocato mi ha detto che non rilasciare copia costituisce grave illecito, mentre per le banche dati delle forze dell'ordine esiste questo sistema che si chiama interforze e le banche dati consultabili sono più di 1000 ma la più grossa è senza dubbio il CED.
Questo è ciò che di più accurato sono riuscito a trovare.


Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #8 il: 28 Dicembre 2013, 21:46:19 »
Bravo !
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #9 il: 28 Dicembre 2013, 21:51:18 »
Ma se già l'avvocato ti ha detto tutto a cosa serve chiedere ai Poliziotti?

Ammesso poi che possiamo rispondere, io lo farei volentieri, ma potresti spiegare il tutto dal suo inizio?
Chi ti ha fermato, pattuglia stradale, volante, poliziotto di quartiere, personale in abiti civili, ect ect
In che circostanza sei stato fermato o controllato? Uscita da scuola, da una discoteca, durante un controllo di polizia segnalato, in frontiera, al mare in barca, in strada in auto/moto ect ect

Insomma qualche dettaglio, che magari non ti ha giá chiarito l'avvocato!
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #10 il: 29 Dicembre 2013, 15:57:34 »
Ho fatto domande nel sito ma ho visto che le risposte erano vaghe, posso capire anche per ovvi motivi che si cerchi di tenere una linea di riservatezza, però ho dopo chiesto ad un avvocato che mi ha un po' spiegato, le banche dati in italia sono molte forse più di 1000, il CED è la più grossa di tutte.
Non solo le forze dell'ordine possono accedere al CED ma chiunque, solo che le forze dell'ordine lo possono fare tramite terminale mentre i cittadini devono fare una richiesta scritta da spedire al ministero e in 30 giorni gli arriva l'estratto.
Per la contestazione mi ha detto di stare tranquillo perché il verbale te lo devono rilasciare, non farlo è un grave illecito da parte loro.


Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #11 il: 29 Dicembre 2013, 16:10:52 »
Ho fatto domande nel sito ma ho visto che le risposte erano vaghe, posso capire anche per ovvi motivi che si cerchi di tenere una linea di riservatezza, però ho dopo chiesto ad un avvocato che mi ha un po' spiegato, le banche dati in italia sono molte forse più di 1000, il CED è la più grossa di tutte.
Non solo le forze dell'ordine possono accedere al CED ma chiunque, solo che le forze dell'ordine lo possono fare tramite terminale mentre i cittadini devono fare una richiesta scritta da spedire al ministero e in 30 giorni gli arriva l'estratto.
Per la contestazione mi ha detto di stare tranquillo perché il verbale te lo devono rilasciare, non farlo è un grave illecito da parte loro.

..guarda e' Natale e sono buono quindi cerca di concentrarti su quello che sto per scriverti, fanne tesoro e rileggilo molte e molte e molte volte fino a che non lo impari a memoria e lo fai proprio come tuo bagaglio personale. Io non parlo per sentito dire e per notizie prese qua e la da internet sotto falso nome. Se scrivo castronerie ci sono tanti colleghi che mi leggono e possono quindi correggermi e giustamente criticarmi.

Citazione
Ho fatto domande nel sito ma ho visto che le risposte erano vaghe, posso capire anche per ovvi motivi che si cerchi di tenere una linea di riservatezza, però ho dopo chiesto ad un avvocato che mi ha un po' spiegato, le banche dati in italia sono molte forse più di 1000, il CED è la più grossa di tutte.

secondo me le risposte erano vaghe perche' le domande lo erano ancora di piu'. Questo presunto avvocato lascialo perdere, e' certamente un azzeccagarbugli, gli avvocati o li paghi e lavorano oppure lasciali perdere! Le banche dati sono piu' di 1000 ??? ma le banche dati di chi?????? il CED e' la piu' grossa ma rispetto a cosa ???? grossa che vuol dire ??? occupa piu' stanze ??? Quindi questa prima parte del messaggio e' un concentrato di inesattezze, castronerie e domande assurde.

Citazione
Non solo le forze dell'ordine possono accedere al CED ma chiunque, solo che le forze dell'ordine lo possono fare tramite terminale mentre i cittadini devono fare una richiesta scritta da spedire al ministero e in 30 giorni gli arriva l'estratto.
Per la contestazione mi ha detto di stare tranquillo perché il verbale te lo devono rilasciare, non farlo è un grave illecito da parte loro.

i cittadini possono richiedere esclusivamente il proprio estratto al fine di verificare cosa ci sia scritto, ma questa cosa non riguarda i poliziotti ma il Ministero quindi chiedi a lui non a noi. I poliziotti possono giustamente interrogare tutti i cittadini.
Sempre lo stesso avvocato di prima ti ha detto di stare tranquillo ???? ti consiglio di andare da lui e dirgli di cambiare mestiere, sempre che sia un avvocato !! IO TI DENUNCIO SENZA RILASCIARTI ALCUN VERBALE !!!E NON COMPIO ALCUN GRAVE ILLECITO SE NON TI RILASCIO IL VERBALE !! Torno in ufficio redigo una bella annotazione e poi faccio una bella comunicazione di reato alla Procura della Repubblica. una volta che ti iscrivono sul registro degli indagati puo' darsi che ti chiamano per essere interrrogato oppure ti notificano il decreto di termine delle indagini. PUNTO !! NON ESISTE ALCUN VERBALE DA CONSEGNARE OBBLIGATORIAMENTE. Ribadisco, prendi atto di quello che ti ho scritto e per amore di Dio lascia perdere quell'azzeccagarbugli.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #12 il: 29 Dicembre 2013, 18:15:28 »
L'avvocato è realmente un avvocato, quindi evidentemente avrà risposto in base alle sue competenze.
Voglio essere ancora più preciso anche io, le banche dati in italia sono più di 1000 e le forze dell'ordine hanno accesso a queste banche dati anche se il CED è la più grande di tutte queste, evidentemente si intende che raccoglie la mole più grande di informazioni.
Io ho chiesto qui nel forum perché non conoscevo queste cose, nel frattempo mi sono un po' informato e ci ho capito qualcosa di più, se lo sapevo prima chiedevo direttamente al ministero, ma ho già visto nel loro sito e sembra molto chiaro.
Questa cosa della denuncia non la conosco ma mi sembra strana, le forze dell'ordine fermano una persona e la denunciano senza dirle nulla.. ammetto che non conoscevo questa cosa.


Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #13 il: 29 Dicembre 2013, 19:05:57 »
L'avvocato è realmente un avvocato, quindi evidentemente avrà risposto in base alle sue competenze.


nessuno lo nega, ma a meno che non sia un tuo parente o un amico, non credi che svolgendo la professione da libero professionista per ogni consulto voglia dei soldi in cambio? Per poi magari dirti ciò che vuoi sentire se egli è privo di deontologia professionale? IL dubbio poi ti è venuto perché ti sei rivolto ai poliziotti, quindi un minino di inesattezze non escludi che possa averle dette.

Voglio essere ancora più preciso anche io, le banche dati in italia sono più di 1000 e le forze dell'ordine hanno accesso a queste banche dati anche se il CED è la più grande di tutte queste, evidentemente si intende che raccoglie la mole più grande di informazioni.

qui mi sfugge qualcosa. Le banche dati ci sono è indubbio, fa parte del moderno processo tecnologico averle, ma come mai ti preoccupa il CED che non è certo la più grande ed invece non ti preoccupa per esempio quella delle Banche, o quella delle Assicurazioni, piuttosto che quella degli enti erogatori servizi - telefonia, elettricità,gas - o peggio quella assolutamente virtuale che invia spai a raffica e pubblicità a tutte le caselle mail, solo grazie ad una tua navigazione in rete?



Io ho chiesto qui nel forum perché non conoscevo queste cose, nel frattempo mi sono un po' informato e ci ho capito qualcosa di più, se lo sapevo prima chiedevo direttamente al ministero, ma ho già visto nel loro sito e sembra molto chiaro.

Non ti è venuto il dubbio che magari il Ministero essendo un ente dello Stato, ha una HP strutturata che non dice tutto, perché esiste una legge ben precisa della comunicazione pubblica - magari l'avvocato ti Sto arrivando! dire meglio - per cui determinate informazioni sono riservate solo agli URP, siano essi virtuali che non?


Questa cosa della denuncia non la conosco ma mi sembra strana, le forze dell'ordine fermano una persona e la denunciano senza dirle nulla.. ammetto che non conoscevo questa cosa.


e qui si raggiunge il paradosso.......... se un avvocato ti dice una cosa, ci credi e ci metti la mano sul fuoco, se te la dice un operatore di Polizia ti sembra strana?
Non hai il minino dubbio che magari essendo egli un operatore con molti anni di servizio e espletando questa procedura "strana", non ha mai violato il codice ed è sempre stata la regola e la norma, non che la giusta procedura?

Quando vedo domande come la tua, ho sempre difficoltà a dialogare, ma non perché io sia pieno di pregiudizi - come qualcuno sostiene - ma semplicemente perché la non conoscenza di norme o la superficialità con cui ci si rivolge alla Polizia, autorizza molti utenti, siano essi virtuali che fisici in strada, a dire castronerie varie, o per sentito dire. La realtà poi è COMPLETAMENTE diversa. Un legale, fosse anche Cicerone in persona, prende atto successivamente degli atti - perdona la cacofonia - li elabora li valuta e produce un ricorso o un azione di contrasto con cui presenta ad un giudice, le sue dimostranze sull'operato della Polizia. Questo è l'iter, questa è la norma, queste sono le leggi. Il resto sono chiacchiere da bar.
Resta un dato importante a mio giudizio, che come sempre, ci sia una considerazione sbagliata e sottilmente accusatoria, riguardo l'operato della Polizia. Elementi questi che non solo non dimostrano la maturità mai raggiunta da molti italiani pur avendo molti anni sulle spalle, ma il perché meritino questi metodi, questa Legge, queste Norme.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #14 il: 29 Dicembre 2013, 19:26:48 »
Grazie del tuo intervento, cerco di chiarire, io ho chiesto consulto in questo forum prima si sentire l'avvocato.
Gli avvocati fanno consulti gratuiti, gli servono perché a volte poi gli portano lavoro.
Sulle banche dati hai perfettamente ragione su quelle che hai detto e condivido, chiaramente qui si parlava delle forze dell'ordine quindi il CED è quella in questione, comunque condivido su ciò che hai detto delle innumerevoli banche.
Per l'altra tua affermazione devo chiederti cosa è una HP e cosa sono gli URP?
Posso dirti che prima di informarmi e capire cos'è il CED qui sul sito mi era stato detto che non è possibile visionare la banca dati delle forze dell'ordine, posso anche comprendere che si operi nell'ambito della riservatezza che il mestiere impone ma in rete nel sito del ministero è spiegato quindi a mio avviso era una informazione che poteva essere data, comunque comprendo.
Non è che non credo a quello che dice uno che fa il suo mestiere, allo stesso modo devo considerare anche l'opinione di un avvocato, poi chiaramente gli errori li possono fare tutti.
Gli avvocati certo procedono dopo aver visionato gli atti e ciò che viene contestato, il codice civile e quello penale sono fatti di articoli ognuno dei quali tratta un argomento ed è normale che un avvocato possa avere un'opinione su una vicenda anche prima di averne visionato gli atti, poi chiaramente per procedere ha bisogno di visionarli.
Quando parli degli italiani immaturi concordo con te, aggiungo che molti sono anche arroganti e li possiamo trovare in mezzo ai comuni cittadini e anche alle forze dell'ordine, io non ho nessun pregiudizio alcuno e ho grande rispetto per qualunque lavoro proprio per questo non mi sento di dire nulla di sbagliato dicendo che io come tanti italiani abbiamo conosciuto forze dell'ordine in gamba e non, c'è quello che ti ferma e cordialmente ti chiede i documenti, un altro invece si rivolge a te con tono maleducato che non è contemplato in nessun codice.
Quindi a mio avviso non si può generalizzare.

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #15 il: 29 Dicembre 2013, 20:03:00 »
Vedi se usi la funzione ricerca del forum, troverai molte richieste "bizzarre" da parte di utenti che credono che i Poliziotti abbiano l'anello al naso e la sveglia al collo, quindi se ho generalizzato è perché di queste persone io - ma non escludo altri - siamo un po stanchi. Non che questo giustifichi la mia acidità nella replica, ma è per far capire che spesso il clima, se pur in un contesto virtuale viene inquinato da persone che non hanno il ben che minimo rispetto.
Fatta questa premessa, doverosa, provo a risponderti sulla "riservatezza" del CED.
Per legge ogni ufficio pubblico italiano deve avere un Ufficio Relazioni con il Pubblico URP appunto, che fornisce indicazioni di massima agli utenti che ne fanno richiesta. Documenti, norme, regole, disposizioni locali ect ect, e devono anche spiegare come avviene il trattamento dei dati personali (cosa ben diversa dalla privacy se pur correlata). Per farti un esempio l'anagrafe comunale che custodisce tutti i dati anagrafici dei suoi residenti, deve spiegare dove conserva questi dati e come li usa.
Alla stessa maniera soggiace il Ministero dell'Interno. MA nelle more della Legge, come in molte leggi italiane, si lascia molto margine discrezionale su come gestire queste informazioni. Ora ogni ufficio, sempre per la legge sulla Comunicazione Pubblica, deve avere uno front office con il pubblico sia nell'URP che in rete, quindi si realizza una Home Page (HP), su internet dove si spiegano le varie situazioni, ma sempre di massima, perché capisci da solo che se un utente criminale volesse avere informazioni dettagliate, basta che apre l'HP del Ministero e trova tutto ciò che gli serve.
Ora siccome la rete non si può certo limitare nelle sue funzioni ed esplorazioni, si forniscono indicazioni generiche e prive di opportune precisazioni, che se richieste, vengono vagliate ed elaborate per le vie che necessitano. Quindi una richiesta di una visura per esempio, catastale, può essere richiesta appunto previa domanda per la realizzazione di uno stabile o la modifica, ma non certo si potranno mettere in rete tutte le visore dell'impianto urbano della città! Mi segui?
Ribadisco la domanda quindi della primissima mia risposta..........s e ci fornisci qualche dettagli maggiore, riguardo il tuo caso specifico, posso (possiamo) nei limiti del lecito, risponderti, e darti atre spiegazioni riguardo l'operato dei colleghi, che se finora non ha ricevuto alcun biasimo o procedura di richiamo, credo sia stato fatto nella maniera più esatta possibile.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #16 il: 29 Dicembre 2013, 21:19:33 »
Figurati, comprendo benissimo ciò che dici, nessun problema.
Per quanto mi riguarda mi riferivo a rifiuto di dare generalità ma dopo aver esibito documento di identità.
Facendo qualche ricerca ho visto che avrei contravvenuto se non avevo documento e non davo generalità ma nel mio caso ho dato documento e questo è sufficiente, almeno da quanto ho capito dalle mie ricerche.
Poi l'altra cosa di cui avevamo parlato nei post precedenti era la privacy e sono perfettamente d'accordo che le forze dell'ordine debbano potere usare il terminale per accedere alle informazioni ma mi chiedevo ad esempio, se un agente , e ragioniamo per assurdo, non sto dicendo che questa sia l'ordinarietà delle cose tengo a precisare, però se un agente per dire usa il terminale per risalire dalla targa di un'auto alla proprietaria per trovare l'indirizzo, il lavoro, informazioni che gli servono privatamente per fini suoi personali di conoscenza, oppure fa una ricerca sul terminale su una persona che gli è antipatica e scopre che magari ha un precedente con la legge, anche non grave che però la persona non voleva far sapere agli amici ad esempio e invece tramite l'agente che sparge la voce si viene a sapere, o ancora peggio una sorta di ricatto nei confronti della persona.
Insomma, non penso di essere io un genio a farmi queste domande, va bene l'accesso ai dati di tutti per questioni di sicurezza, ma va anche tutelata la privacy dei dati, ciò che non capisco è come vengono trattati questi aspetti, il tuo collega ha detto che gli accessi al terminale devono essere motivati, ma io non capisco, se un agente è in pattuglia e consulta il terminale lo può fare quando vuole, chi lo viene a sapere? Questo non lo ritengo corretto. Ripeto non penso che questa sia la norma ma non escludo che accada.

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #17 il: 29 Dicembre 2013, 21:34:20 »
il tuo collega ha detto che gli accessi al terminale devono essere motivati, ma io non capisco, se un agente è in pattuglia e consulta il terminale lo può fare quando vuole, chi lo viene a sapere? Questo non lo ritengo corretto. Ripeto non penso che questa sia la norma ma non escludo che accada.


Se un idiota fa uso improprio dei dati riservati, la paga. Che esista gente capace di fare stupidaggini può capitare, ma questo tipo di schifezza viene scontata praticamente subito, che tu ci creda o meno.
« Ultima modifica: 29 Dicembre 2013, 21:42:47 da dago113 »
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #18 il: 29 Dicembre 2013, 21:42:28 »
ciao e grazie del tuo intervento, non è questione di crederci o meno, per come la vedo io se l'accesso comporta una tracciatura, cioè per accedere bisogna chiedere un permesso altrimenti non si accede è un conto, ma se l'accesso è libero temo che l'abuso sia frequente non perché siano poliziotti ma perché come tutti sono uomini e se non c'è controllo a mio avviso il terminale viene usato anche in modo non inerente il lavoro, non penso che ci si denunci tra colleghi per queste cose.
è solo una mia opinione ma questo mi viene da pensare in merito.

Offline celeste

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3990
« Risposta #19 il: 29 Dicembre 2013, 21:51:45 »
Va be' ma puo' succedere di tutto e sicuramente sara'
capitato? E quindi? Chi viene sgamato ne paghera le
conseguenze....non capisco dove sia il problema.

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #20 il: 29 Dicembre 2013, 21:58:15 »
Ripeto alcune mie modeste frasi

ci sono informazioni coperte da riservatezza.


Ci deve essere sempre una motivazione, come le dicevo prima.


Se un idiota fa uso improprio dei dati riservati, la paga. Che esista gente capace di fare stupidaggini può capitare, ma questo tipo di schifezza viene scontata praticamente subito, che tu ci creda o meno.


migliori delucidazioni possono essere chieste all'URP della Questura di residenza.
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19037
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #21 il: 29 Dicembre 2013, 22:05:08 »
Voilà !!! L abuso é scappato fuori !!! Caro help74 io accedo al ced con il mio nome e cognome e ip di appartenenza e quindi qualsiasi abuso verrà certamente sanzionato . Non é un videogames per bambini ritardati. Se ho fatto qualche accertamento risulta per anni e stara a me dimostrare che l ho fatto per ragioni di servizio . Ma ancora devo capire la tua domanda e sinceramente inizio un Po a stufarmi non vorrei far fare a questa discussione la stessa fine di quella di MarcelloM .
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline pacotom

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 6317
  • Ce li ho cuciti sulla pelle, gli alamari!
« Risposta #22 il: 29 Dicembre 2013, 22:21:36 »
Ultima cosa, in caso venga fatta una denuncia ad una persona per aver violato un articolo del cp come il 651 le forze dell'ordine sono abbligate a rilasciare copia del verbale al trasgressore oppure possono fare un verbale e spedirlo a casa successivamente?
Oltre a tutto quanto già chiarito, vorrei soffermarmi un attimo sul concetto di verbale (di contestazione al cds, di perquisizione, di sequestro, d'arresto ecc.) e sul 651 c.p. (rifiuto d'indicazioni sulla propria identità personale).
Il principio generale è che al cittadino venga rilasciato sul posto, a volte la notifica è differita (es. autovelox), ma la denuncia per un reato NON è mai contenuta in un verbale, si chiama CNR (comunicazione di notizia di reato) e va inoltrata al p.m., con allegati i vari verbali eventualmente redatti). Quindi se l'avvocato ti ha detto che per riferire un reato si redige un verbale da rilasciare all'indagato, o ha detto una minkiata o hai capito male.
Ho visto cose che voi astemi non potete neanche immaginare! 

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #23 il: 29 Dicembre 2013, 23:06:51 »
ok, allora questa notifica dovrà però arrivare a casa, qual è la tempistica massima? Altrimenti come si fa per verificare se è stata fatta?

Offline Lince112

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 532
  • In cima ad ogni vetta si è sull'orlo dell'abisso
« Risposta #24 il: 29 Dicembre 2013, 23:51:42 »
Non arriva la notifica della CNR, ti arriva l'Avviso della Conclusione delle Indagini Preliminari, ovvero l'atto con cui l'indagato viene a conoscenza della denuncia. I tempi sono abbastanza lunghi a volte anche 1 anno.

Help quello che sto per dirti forse non ti farà dormire la notte, ma pensa che io faccio centinai di accertamenti al CED, e sono abilitato pure alla sottrazione dei punti sulla patente. Ora potrai pensare che io possa andare in giro a corrompere persone e fare un sacco di abusi, ma sai perchè non è così?? Perchè semplicemente sono un appartenente delle FF.OO. ne più ne meno.
tutti zitti!!!!!