AutoreTopic: Banca dati forze dell'ordine  (Letto 10792 volte)


Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #25 il: 30 Dicembre 2013, 09:41:36 »
Trovo paradossale peró che si venga a parlare di abuso dentro un forum di Poliziotti o di abuso da parte dei Poliziotti nel richiedere i dati personali ed identificativi di una persona, peraltro regolamentato da una precisa legge del CP, e nessuno dica nulla per le varie richieste dati che vengono fatte dalla UPIM,TRONY,LIBRERIE VARIE, CIRCOLI DELLE BOCCE, ASSOCIAZIONI CULTURALI, CIRCOLI DI PARTITI, MOBILIFICIO STROPPAGHETTI, PESCHERIA IL TONNO, SUPERMERCATO SOTTOCASA, ect ect.
Come a dire, queste realtá non daranno mai i miei dati ad altri - leggetevi bene quando firmate il consenso cosa significa e perché gliela fornite voi l'autorizzazione inconsapevolmente - e si contesta invece la richiesta da parte dell'autoritá.
Il concetto stesso di senso civico, viene relegato a zero se lo chiede un operatore delle FF.OO mentre viene elevato a cortesia, se lo chiede un dipendente di Euronics per l'invio delle newsletter.
Forse dovremmo far compilare il modulo trattamento dati anche noi, cosí verbalizziamo anche la loro  volontá. Cosí sono tutti felici e contenti.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #26 il: 30 Dicembre 2013, 10:33:06 »
Io sono sereno figurati, volevo capire solo se c'è un modo per sapere prima se la denuncia eventualmente è stata fatta o meno.

Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« Risposta #27 il: 30 Dicembre 2013, 12:07:36 »
Percepisco una scarsa fiducia nelle Forze dell'Ordine. Non che tra questi non ci sia qualche pecorella smarrita ma bisogna portare rispetto e fiducia nei confronti di quella maggioranza silenziosa che svolge un mestiere difficile e nello stesso tempo più che necessario in una societa democratica.

Bisogna imparare a vedere le cose dal verso giusto e pensare di meno con il condizionale .... se un Poliziotto chiede i documenti è perchè  sta assolvendo un compito di prevenzione, di repressione, di accertamento che è a garanzia delle comunità,dei cittadini tutti. Di tutela.

Posso capire la questione del verbale e dell'art. 651 c.p. ma metterci in mezzo la privacy o il Poliziotto che per fini personali usa il terminale per risalire dalla targa di un'auto alla proprietaria per trovare l'indirizzo ..... permettimi ma in queste tue parole non ci vedo un nesso logico ma solo una leggera mancanza di fiducia a prescindere.
Senza offesa per nessuno .....

« Ultima modifica: 30 Dicembre 2013, 12:12:38 da G.P.G. 3 »
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #28 il: 30 Dicembre 2013, 12:21:11 »
Stamane mi sono mosso per capire meglio la situazione, la procura mi ha detto di aspettare un po' di giorni e poi di chiedere un estratto dove si vede se c'è una denuncia a mio carico.
Poi ho sentito con la centrale e mi hanno detto che non hanno fatto nessuna denuncia e che se me l'avessero fatta me lo avrebbero dovuto dire perché dovevano fare un verbale di identificazione e ne sarei stato messo al corrente.
Questo è ciò che mi hanno detto.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #29 il: 30 Dicembre 2013, 12:27:00 »
Perfetto !! Hai parlato con la centrale del latte o quella Dell energia elettrica ? Puoi anche sentire Bassettoni e Manetta se loro ti danno l ok sei proprio a posto !!!
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Lince112

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 532
  • In cima ad ogni vetta si è sull'orlo dell'abisso
« Risposta #30 il: 30 Dicembre 2013, 13:06:54 »
poniamo il caso che questa fatidica denuncia ci sia e che qualcuno per teleno ti dica: si sei stato denunciato-

fin quando non verrà stabilita la data dell'udienza non puoi fare assolutamente nulla!!!

ti do un consiglio: non ci pensare più, se arriva e quando arriva ti chiederanno di nominare un avvocato. fino ad allora vivi la tua vita serenamente. E per il futuro se un appartenente alle FFOO ti chiede i documenti glieli fornisci educatamente, altrimenti se non li hai con te li puoi sempre declinare oralmente e stai sicuro che nessuno ti denuncerà mai!!
tutti zitti!!!!!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #31 il: 30 Dicembre 2013, 13:37:15 »
La denuncia attualmente non si può sapere, bisogna fare passare 15/20 giorni e poi chiedere alla procura l'estratto dove si vede se c'è la denuncia.

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #32 il: 30 Dicembre 2013, 13:40:43 »
Per la cronaca io i documenti li ho forniti subito ed educatamente, non ho risposto a domande ma i documenti prima li avevo dati quindi quello basta e avanza a mio avviso.
Se ho sbagliato pagherò, ma se ha sbagliato l'altro, paga lui. Garantito.

Offline Lince112

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 532
  • In cima ad ogni vetta si è sull'orlo dell'abisso
« Risposta #33 il: 30 Dicembre 2013, 14:12:44 »
in che senso hai dato i documenti e non hai risposto alle domande. Se fossi più chiaro avresti delle risposte chiare ....
tutti zitti!!!!!

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #34 il: 30 Dicembre 2013, 14:14:44 »
in che senso hai dato i documenti e non hai risposto alle domande. Se fossi più chiaro avresti delle risposte chiare ....


...GIà.... [39] [39] [39] [39] [39] [39]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline fatality

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 658
« Risposta #35 il: 30 Dicembre 2013, 14:37:38 »
Per la cronaca io i documenti li ho forniti subito ed educatamente, non ho risposto a domande ma i documenti prima li avevo dati quindi quello basta e avanza a mio avviso.
Se ho sbagliato pagherò, ma se ha sbagliato l'altro, paga lui. Garantito.

Finalmente piano piano forse arriviamo al dunque.
Vediamo quel che dice la legge.
Generalita': nome.cognome.patern ita'.maternita'.stato civile.data e luogo di nascita.indirizzo di residenza,di dimora,di domicilio.professio ne.cittadinanza.

Quindi se tu hai risposto (senza dapprima negare.perche' qualora a richiesta del p.u. Si rifiuti di declinare le generalita' salvo poi declinarle successivamente,la punibilita' non e' esclusa) a queste domande fornendo risposte veritiere, non sei passibile di alcun reato.

Offline Sertorius

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 981
« Risposta #36 il: 30 Dicembre 2013, 15:36:55 »
Help, certo che sei hai risposto a domande precise come stai rispondendo qui, uno ci perde la testa ...
Ancora non mi è chiaro cosa ti sia capitato ..... di così stravagante ... o la tua è solo curiosità di sapere se un agente delle FFOO vuole, o può, sapere come si chiama la vicina di casa mediante accesso al terminale ?

Detto questo, mi fa ridere - come altri sottolieavano in precedenza - che in una Nazione in cui siamo tutti catalogati e schedati (dalla banca; dall'assicurazione; dal condominio; dal venditore di prodotti o servizi di consumo; dal supermercato; dalla biblioteca; dal fornitore di servizi telefonici; dalla nonna della fidanzata e da mille e più organismi), ci sia qualcuno che ancora invoca la privacy per i documenti di identificazione quando viene fermato, o per le telecamere di sicurezza sparse per la città ......

Mah .....
Un'arte che ti insegna a vivere è più simile alla lotta che non alla danza, se si considera la necessità di trovarsi pronti a colpi subitanei e non prevedibili, saldi e sempre in piedi - Marco Aurelio, I ricordi, VII, 61

Offline mikipg

  • Nuovo
  • *
  • Post: 8
« Risposta #37 il: 30 Dicembre 2013, 15:45:05 »
Pur non essendo un poliziotto la risposta mi sembra semplice: nella Banca dati delle forze dell'Ordine ci sarà tutto quello che risulta utile per lo svolgimento delle loro funzioni. Dopo tutto io se proprio dovessi contestare una Banca Dati me la prenderei più con Crif che per una rata di un finanziamento pagata in ritardo anche di 2 giorni di impedisce di fatto la possibilità di ottenere prestiti per i successivi 6 mesi, per non parlare del rating abbassato vita natural durante. O sempre con Crif che nonostante lo stato cancelli i protesti di un cittadino dopo 5 anni si permette di tenerli a sistema sempre vita natural durante abbassando il rating di finanziabilità del cittadino ecc ecc.

In quello delle forze dell'ordine che vuoi che ci sia? Vado a senso: querele, indirizzo, residenza, domicilio, lavoro, stato civile, registro pra, registro assicurativo, registro catastale ecc ecc...

Ma di fatto questa domanda dimostra come il principio di segretezza (necessario in certi ambienti, anche perchè se certi soggetti sapessero come funziona il database delle FFOO studierebbero sicuramente anche dei sistemi per ingannarlo, cosa che sicuramente a certi livelli gia si fa), crei un senso di "losco" dietro qualcosa che sicuramente "losco" non è, mentre si accetta tranquillamente che qualsiasi impiegato di banca o di una finanziaria d'italia possa vedere tutto di noi in meno di 2 click.

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #38 il: 30 Dicembre 2013, 16:46:49 »
Io ho fornito la patente appena richiesta e secondo me un documento di identità o equivalente è sufficiente per escludere l'art 651 e il 496.
Ho mostrato il documento e poi in seguito mi son state fatte le domande alle quali non ho risposto in quanto ritenevo di avere già detto tutto documentando la mia identità con regolare documento.

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #39 il: 30 Dicembre 2013, 16:49:18 »
Percepisco una scarsa fiducia nelle Forze dell'Ordine. Non che tra questi non ci sia qualche pecorella smarrita........... ...


Questo è colpa di un mix di fattori, cultura sociale, comportamenti delle parti, scarsa comunicazione tra gli attori coinvolti e la sempre abusata tipica italica concezione dell'autorità confusa con l'autoritarismo, di cui buona parte della politica per anni ne ha cavalcato l'onda emotiva non spiegando ad una parte ne tutelando la controparte (quale sia il versante non è importante) cosa significa veramente essere una società costruttiva. Così facendo il tessuto sociale si è lacerato ed ecco che avvengono simili situazioni.
Ciò che a me però lascia perplesso è il fatto che le nuove generazioni, quelle più vicine alla tecnologia, al futuro IT ed alla forma di "comunicazione" virtuale, siano già compromesse con il vecchio metodo. Non hanno voglia di fare alcun passo in avanti, per cui ci ritroviamo richieste su un forum, che dovrebbero essere rivolte ad altri soggett, o se proprio si vuole usare (ed abusare) della rete, farlo in maniera diversa, come moderna comunicazione vuole.

Nel mio post divertente con le richieste assurde, sottolineavo appunto questo "metodo" errato, in cui i cittadin sempre pronti a criticare o a guardare in avanti, in effetti quando parlano con dei poliziotti - siano essi reali o virtuali - si comportano nella stessa antica maniera descritta dal Manzoni o da altra letteratura italiana che vuole sempre l'autorità rivolta dall'alto verso il basso.

Non riescono a capire che una visione orizzontale, di comunanza, in cerchio, in una virtuale agorà è l'essenza stessa della rete e non invece come viene interpretata da molti simile al Panopticon - di cui uso spesso l'esempio - in cui un solo soggetto controlla tutti.
Questa errata interpretazione, frutto anche di molta confusione, di letture spesso interpretate dopo aver letto solo le prime pagine e poi magari visto il film - che ne trasforma completamente il senso - prosegue nel rapporto Istituzioni/Cittadini, per cui se si viene fermati in Italia, si inizia quasi una sfida con l'uomo in divisa, se invece si viene fermati all'estero, si abbassa la testa, si sta in silenzio, si sorride, gli si chiede scusa se non ci si fotografa insieme, come ricordo del viaggio. Magari non sapendo che in quel paese esistono pene severe anche per chi magari conserva birra chiusa sul sedile dell'auto dopo aver fatto la spesa.

Si manifesta ignoranza abissale che poi si pretende invece di essere considerata "diritto" quando si parla con professionisti operatori di Polizia dimenticandosi invece che sempre ignorante sei. Ma per principio, per partito preso, per sfida invece affronti. Poi se ci resti male, o perdi la sfida, perché il professionista ti ha sanzionato, ha usato la legge - che non conosci - ti rivolgi ad altri per sapere se han fatto bene. Ostinatamente ancora non concedi l'onore al tuo avversario ( se proprio battaglia deve essere) il merito della vittoria, ma "rosichi" - come si dice a Roma - perché hai perso. In questo restate (scusate il voi per tornare a quel vecchio discorso...) sempre gli stessi, contradaioli di rioni in perenne sconfitta.

In considerazione di tutto questo, neanche Eschilo vi salverebbe, perché se il grande drammaturgo amava rappresentare gli errori trasformandoli in esperienza, Voi non meritereste neanche la sua lezione, perché sareste sempre gli stessi, a fare gli stessi errori. E si stuferebbe anche lui di ascoltarvi.Quindi se vi resta un minimo di umiltà, non biasimateci, ma guardatevi allo specchio.
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline fatality

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 658
« Risposta #40 il: 30 Dicembre 2013, 17:06:35 »
Io ho fornito la patente appena richiesta e secondo me un documento di identità o equivalente è sufficiente per escludere l'art 651 e il 496.
Ho mostrato il documento e poi in seguito mi son state fatte le domande alle quali non ho risposto in quanto ritenevo di avere già detto tutto documentando la mia identità con regolare documento.

Se tra le domande che le sono state fatte ce n'era qualcuna inerente le cose che descrivevo prima tu ha i violato la legge.

Se tale comportamento e' stato messo a conoscenza dell'autorita' giudiziaria ci sara' un processo dove potrai spiegare al giudice il perche' del tuo agire.

E visto che siamo in uno stato di diritto, la giustizia fara' il suo corso.

Personalmente io quando controllo qualcuno, gli parlo il minimo indispensabile.
Tanto quel che devo o voglio sapere, non deve di certo dirmelo lui

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #41 il: 30 Dicembre 2013, 17:20:27 »
Pur non essendo un poliziotto la risposta mi sembra semplice: nella Banca dati delle forze dell'Ordine ci sarà tutto quello che risulta utile per lo svolgimento delle loro funzioni. Dopo tutto io se proprio dovessi contestare una Banca Dati me la prenderei più con Crif che per una rata di un finanziamento pagata in ritardo anche di 2 giorni di impedisce di fatto la possibilità di ottenere prestiti per i successivi 6 mesi, per non parlare del rating abbassato vita natural durante. O sempre con Crif che nonostante lo stato cancelli i protesti di un cittadino dopo 5 anni si permette di tenerli a sistema sempre vita natural durante abbassando il rating di finanziabilità del cittadino ecc ecc.

In quello delle forze dell'ordine che vuoi che ci sia? Vado a senso: querele, indirizzo, residenza, domicilio, lavoro, stato civile, registro pra, registro assicurativo, registro catastale ecc ecc...

Ma di fatto questa domanda dimostra come il principio di segretezza (necessario in certi ambienti, anche perchè se certi soggetti sapessero come funziona il database delle FFOO studierebbero sicuramente anche dei sistemi per ingannarlo, cosa che sicuramente a certi livelli gia si fa), crei un senso di "losco" dietro qualcosa che sicuramente "losco" non è, mentre si accetta tranquillamente che qualsiasi impiegato di banca o di una finanziaria d'italia possa vedere tutto di noi in meno di 2 click.


 [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54]

correggo solo per il passaggio delle info........non abbiamo registro catastale, stato civile (se non è stato inserito non interessa)lavoro che a ben vedere sono info custodite da altri enti o dal...........crif. Ma i cattivi sono sempre gli sbirri!!!
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #42 il: 30 Dicembre 2013, 17:32:04 »
Le domande fatte erano relative a informazioni che erano sul documento di identità, la professione non è obbligatoria nemmeno sulla carta identità o equivalenti quindi io ritengo che il documento era più che sufficiente.
Ripeto, se ho sbagliato pagherò io, in caso contrario mi difenderò tramite legale.
Gli articoli 651 e 495 che sono quelli relativi a fornire generalità e a fornire false generalità a mio avviso non sussistono se una persona li viola quando il pubblico ufficiale ha un suo documento in mano contenente le informazioni necessaria per la completa identificazione, anzi non c'è nemmeno l'obbligo di esibire documento ma si possono dare le generalità a voce ma in caso venga esibito il documento addirittura si documenta appunto la propria identità.
Come si fa a configurare false generalità o rifiuto di dare generalità quando l'agente ha in mano il documento di identità di una persona?
Io sarò ignorante e forse con un po' di umiltà dico che lo siamo un po' tutti a questo mondo ma sinceramente non riesco a vedere come possano sussistere queste tipologie di reato.
Certo se uno non fornisce generalità o le da false e non fornisce documento allora si ma come si fa a dire che uno non si è identificato quando l'agente ha il suo documento in mano io proprio non lo capisco, chiederò chiarimenti al legale.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #43 il: 30 Dicembre 2013, 17:36:42 »
Agente: buonasera, fornisca patente e carta di circolazione
Cittadino: ecco la patente e la carta di circolazione
Agente: grazie.....bene vedo che è tutto in regola...come mai si trova da queste parti ?
Cittadino: preferirei non rispondere a questa domanda
Agente: ?? ok...che lavoro fa?
Cittadino : preferire non rispondere a questa domanda..
Agente: ??? ok.. controlliamo tutte le luci dell'autovettura, il giacchetto rifrangente, le catene e il triangolo di segnalazione inoltre vorrei verificare se i pneumatici sono quelli della misura consigliata e prevista dalla carta di circolazione, se le spazzole del tergicristallo sono idonee e conformi e tutto quello che mi verrà in mente mentre faccio questo.....
Cittadino: ..credo che adesso vorrei tanto rispondere alle domande di prima
Agente: quali domande?
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #44 il: 30 Dicembre 2013, 17:44:01 »
Ok quindi alla fine nessuna violazione di quelle di cui si parlava.

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #45 il: 30 Dicembre 2013, 17:45:39 »
Ok quindi alla fine nessuna violazione di quelle di cui si parlava.

veramente ne parlavi solo tu....e il tuo avvocato ! [13] [13] [13]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Ulysse

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3588
  • FYNG
« Risposta #46 il: 30 Dicembre 2013, 17:47:58 »

Come si fa a configurare false generalità o rifiuto di dare generalità quando l'agente ha in mano il documento di identità di una persona?



guarda voglio sperare che non sia come dici tu, nel senso che manca ancora qualche cosa al tuo racconto che ci giunge a puntate, ma in questo caso allora dormi tranquillo!
FYNG

Il Poliziotto vero non è quello delle fiction, il sangue è vero, i proiettili sono veri, le auto si rompono veramente e il dolore è devastante. E per giunta il computer non funziona mai!

Offline help74

  • Nuovo
  • *
  • Post: 27
« Risposta #47 il: 30 Dicembre 2013, 17:55:25 »
Scusami Ulysse ma non ho capito, ho detto esattamente le cose come sono andate, non ho risposto a domande su informazioni già presenti nel documento di identificazione, per quanto riguarda la professione quella non è nemmeno più obbligatoria in carta di identità.
Io ritengo di essere nel giusto, sono stato fermato e ho mostrato documento di identità automaticamente sono stato identificato.

Offline mikipg

  • Nuovo
  • *
  • Post: 8
« Risposta #48 il: 30 Dicembre 2013, 18:13:25 »
[54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54] [54]

correggo solo per il passaggio delle info........non abbiamo registro catastale, stato civile (se non è stato inserito non interessa)lavoro che a ben vedere sono info custodite da altri enti o dal...........crif. Ma i cattivi sono sempre gli sbirri!!!
Ora "sparavo" ovviamente banche dati a caso, non mi sorprenderebbe neanche che le FFOO abbiano accesso anche direttamente a CRIF (magari non direttamente per strada dove le priorità saranno penso altre, ma piuttosto mi riferisco a determinate indagini della GdF in cui sapere quanti finanziamenti ha accesi Tizio che dichiara poco ma poi risulta pagante regolare di 1200/1300 euro al mese di prestiti) e banche dati simili.

Un mio caro amico lavora proprio in CRIF e si occupa di statistica, ovvero scrive tutte quelle formule che poi danno il rating di ognuno di noi. E pensate che SE immagino che allo sbirro di turno interessi poco che il bravo Cittadino Tizio lavora per Caio che ha alle sue spalle una bancarotta fraudolenta e varie per truffa ai danni dello stato ecc ecc per appurarne la propria "onestà" a CRIF e similari certe cose non sfuggono.

Ognuno di noi risulta finanziabile prima di tutto in base all'entità della nostra busta paga, ma poi avere nel proprio nucleo familiare cattivi pagatori o addirittura un datore di lavoro insolvente verso le finanziarie (ma magari solventissimo verso i dipendenti, molti imprenditori locali preferiscono pagare i dipendenti alle banche per tutelare la propria onorabilità nella cittadina dove risiedono) ci rende di fatto a nostra volta finanziabili o meno.

Tutto questo è ampliamente criticabile. Dopo tutto le FFOO fanno il loro lavoro, ancora qui da noi il Maresciallo del paesino è accostabile al prete per certe situazioni (voi ci riderete ma vi assicuro che nei piccoli centri è cosi, è lo stesso Maresciallo che si sbatte per ricollocare magari pregiudicati usciti di prigione per reati di piccola entità che delinquevano per necessità, brutta frase ma sapete meglio di me che esiste).

Quindi se proprio di un "Abuso" devo aver paura...è più probabile che un Carabiniere/Poliziotto/ecc rischi il proprio lavoro per dire all'amico se il suo vicino di casa è una persona affidabile o meno sapendo che quando  ci guarderà lascerà (in base a quanto è stato detto) una traccia a sistema o che l'impiegato bancario spifferi al proprio amico tutti gli eventuali problemi economici passati (anche molto passati) e presenti (e non solo, vista la mole di informazioni presenti fra tutte le banche dati) di un potenziale cliente/socio in affari sapendo che se ci guarda nessuno saprà niente?

E non dimentichiamoci che in Italia avere debiti (o averli avuti) non è reato, quindi certe situazioni andrebbero "perdonate" ancor più facilmente di un reato. Poi ovvio, nella vita tutti possiamo sbagliare ed è giusto non rimanere segnati per sempre dai nostri sbagli ma di fatto è tutto l'opposto.

Perchè? Perchè se il Poliziotto in strada ferma Tizio che 10 anni fa ha avuto problemi con la giustizia ma da allora si è ripreso e sta rigando dritto lo congederà in mezzo secondo come ogni altro cittadino e un buona sera annesso. Mentre il sistema informatico se tu sei stato protestato 10 anni fa o hai avuto un finanziamento a sofferenza 20 anni fa non ha la stessa sensibilità per discriminare e di fatto ti segna a vita. Perchè non credete a quanto dice il garante della privacy in merito all'aggiornamento dei dati del CRIF...li ci si resta per sempre...perchè si parla di "data di ultimo aggiornamento" e non "data di pagamento dei propri debiti".

Perdonate la lungaggine, ma avere avuto in casa una persona onesta che a causa di insolvenze varie (altrui) si è trovata protestata e fallita (ben prima della crisi) che oggi a distanza di 10 anni non riesce ad aprire neanche un conto corrente con una semplice carta bancomat annessa (senza fidi, assegni o altro), mi ha reso molto sensibile sul tema.

E mi fa sorridere che quando si parla di banche dati si fa sempre riferimento a quella delle FFOO quando quelle pericolose (e molto accessibili) sono ben altre.

Non sono un Poliziotto o un Carabiniere, ma la logica del lavoro e della produzione dice che ognuno deve avere a disposizione i giusti strumenti per l'espletamento delle proprie funzioni (ne troppe, perchè si perde tempo a cercare, ne poche, perchè ovviamente non ci sarebbe quanto serve). QUindi la logica vuole che le FFOO nel proprio CED o come diamine si chiama, abbiano l'occorrente per sapere chi hanno davanti (precedenti, procedimenti in corso, droga, frequentazioni, ecc). Poi non credo che risulti interessante, almeno in quel frangente, sapere chissà cosa di noi.


Offline mikipg

  • Nuovo
  • *
  • Post: 8
« Risposta #49 il: 30 Dicembre 2013, 18:19:06 »
Scusami Ulysse ma non ho capito, ho detto esattamente le cose come sono andate, non ho risposto a domande su informazioni già presenti nel documento di identificazione, per quanto riguarda la professione quella non è nemmeno più obbligatoria in carta di identità.
Io ritengo di essere nel giusto, sono stato fermato e ho mostrato documento di identità automaticamente sono stato identificato.
Perdona la mia curiosità, ma io non sono uno sbirraccio e quindi possiamo parlare più liberamente ( [48])

Ma perchè non gli avresti risposto quando ti hanno chiesto informazioni ulteriori o gia presenti nel documento? [34]

Ora vorrei fare io una domanda alle FFOO di questo forum, inerente a questo argomento. Se vengo fermato ad un posto di blocco in compagnia di "Mr. X", persona a cui per varie ragioni non voglio dire dove lavoro, dove abito ecc ecc (potrei averlo conosciuto 10 minuti prima e non volergli dire certe cose di me visto che non lo conosco), se l'agente di turno mi facesse delle domande "precise" a cui ovviamente io non ho motivo per non rispondere, potrei chiedergli se posso scendere dalla macchina e proseguire "a tu per tu"? Quale sarebbe il modo giusto per dire all'agente "ti dico tutto ma non voglio che questo accanto a me sappia" quindi spostiamoci 2 metri senza farlo "allarmare" facendogli pensare "chissa cosa nasconde questo"?