AutoreTopic: Donne, una app per lanciare sos alla polizia: il progetto a Bologna  (Letto 485 volte)


Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« il: 23 Luglio 2014, 18:24:38 »
Donne, una app per lanciare sos alla polizia: il progetto a Bologna

Alla richiesta di aiuto è collegata la localizzazione della vittima. Il Comune la sta studiando assieme alla Questura
 
 
23 luglio 2014
 
 
 Una donna che di notte cammina sola sotto i portici viene avvicinata da uno sconosciuto che la aggredisce. Come chiedere aiuto alle forze dell'ordine? In futuro potrebbe bastare un solo clic: tramite un'applicazione per smartphone che invia un sos alla Municipale, e indica in automatico il punto esatto della città in cui si trova la vittima dell'aggressione. E' il progetto che sta studiando il Comune di Bologna, assieme alla Questura.

Il costo dell'operazione - sollecitata nei mesi scorsi dalla Lega nord, dopo alcuni episodi di aggressioni sessuali sfociate in un arresto - è piuttosto contenuto, fra i 7 e i 10mila euro. Ma prima del via libera alla sperimentazione sarà necessario studiarne meglio le caratteristiche. Perché dispositivi di questo genere, spiega l'assessore alla Sicurezza Nadia Monti, "possono essere efficaci solo se collegati con chi deve intervenire in modo tempestivo".

Su questi temi "c'è già stato un primo confronto con la Questura", perché le "competenze tecniche" di piazza Galilei si dovranno "intrecciare" con quelle del Comune. La riflessione, che dura da alcuni mesi, sta procedendo.
 
 23 luglio 2014

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2014/07/23/news/sos_sicurezza_donne-92233020/
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "