AutoreTopic: Siracusa, Polizia nelle scuole per informare sui rischi dei "botti di fine anno"  (Letto 629 volte)


Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« il: 19 Dicembre 2014, 12:07:04 »
Siracusa, Polizia nelle scuole per informare sui rischi dei "botti di fine anno"

19 Dicembre 2014

Come ogni anno, all’avvicinarsi delle feste natalizie, torna a fare capolino il rischio delle accensioni pericolose dei così detti “botti di fine anno”: petardi e piccoli fuochi d’artificio che tanto divertono ed affascinano i ragazzini ma che al contempo possono causare danni gravissimi ed, in alcuni casi, persino irreversibili.

Proprio per questo motivo il Questore Caggegi ha dato nuovo impulso alla campagna di sensibilizzazione tenuta dalla Polizia di Stato nelle scuole cittadine. In tale contesto, nella mattinata di ieri, un team qualificato di poliziotti composto dagli Artificieri e dai cinofili, coordinati dal dirigente delle Volanti, dott. Bandiera, hanno incontrato gli studenti delle scuole medie site in Via Algeri e di Via Basilicata ed hanno fugato ogni dubbio relativo all’utilizzo dei botti di fine anno.

L’incontro è stato dedicato sia alla parte normativa, spiegando chiaramente quali sono i giochi pirici in regime di libera vendita e quali invece quelli vietati, sia ad una parte dimostrativa. I ragazzi, infatti, sono stati informati sui più disparati tipi di “botti” ma anche sui rischi delle cicatrici e delle lesioni permanenti che tali “giocattoli” possono purtroppo causare.

Da parte dei poliziotti quindi tante informazioni, ma soprattutto una riflessione per accompagnare i ragazzi verso la prospettiva di un divertimento consapevole e sicuro.
Uno spazio aperto alle domande e alle curiosità degli studenti ha chiuso l’incontro.

http://www.siracusanews.it/node/54497

 [54] [54] [54]
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline lucivis

  • Nuovo
  • *
  • Post: 36
« Risposta #1 il: 25 Febbraio 2015, 00:03:39 »
Da quando c'è Bandiera sembra che qui la polizia abbia più da lavorare, questo è un bene per tutti.
Ogni settimana fanno posti di blocco a tappeto con l'impiego di 5-6 volanti, per controllo assicurazione e patenti.
L'unica nota dolente è che la polizia di oggi (ma magari mi sbaglio) da molta importanza ai documenti e meno importanza all'efficienza del veicolo guidato. Son troppi gli utenti della strada che utilizzano i fari xenon aftermarket illegali e nessun preposto che li punisca adeguatamente, cioè ritiro della carta di circolazione.
Cosa ci vuole? 
Lasciamo perdere le auto che montano i distanziali e con l'et del cerchione sui generis, troppo specialistico, forse... ma almeno notare i fari farlocchi si potrebbe no?