AutoreTopic: Trovato coltello in auto  (Letto 2304 volte)


Offline Charlie Parker

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 989
  • il capitano Ultimo è solo
« il: 23 Luglio 2015, 02:00:31 »
Ciao a tutti,

vorrei porvi una domanda e chiedervi anche un'opinione: un amico qualche giorno fa aveva appena parcheggiato in mattinata vicino al mare, per raggiungere degli altri amici in spiaggia ed è stato avvicinato da una pattuglia di carabinieri. I militari dopo aver chiesto patente e libretto hanno chiesto se il mio amico fumasse, cosa faceva in quel posto e se in macchina non ci fosse qualcosa che non ci doveva essere.
Allo stupore del mio amico, comunque tranquillo sul fatto che non avesse nulla di cui preoccuparsi, seguiva in effetti una perquisizione dell'auto che dava come esito il ritrovamento di un coltello ornamentale che il mio amico aveva ricevuto in regalo parecchio tempo prima da un'amica in viaggio in India e che non ricordava neanche più di avere in macchina. Piccolo particolare, lo sportello del cruscotto dell'auto del mio amico è da tempo immemore difettoso per cui rimane sempre chiuso (fino a poco tempo fa anche con nastro adesivo) poiché quando viene aperto si richiude a fatica: dunque sostanzialmente non viene mai utilizzato (ecco anche il perché del fatto che il mio amico non ricordava nemmeno di avere quel coltello in macchina che aveva portato parecchio tempo prima per mostrarlo a qualcuno!).

Conclusione il mio amico viene denunciato in merito ai fatti e dunque per il possesso di questo coltello: quali sono le possibili conseguenze? Quale la legge di riferimento? E' prassi denunciare per questi motivi qualcuno incensurato nelle condizioni sommariamente descritte?

grazie molte
L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa. Ecco, il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio, è incoscienza. (G. Falcone)

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19039
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 23 Luglio 2015, 07:59:29 »
Ciao a tutti !
Bella l ultima domanda ! Se é prassi denunciare uno incensurato che va al mare con una macchina scassata che non gli si apre il cassettino e che dentro c hai un coltello indiano regalato da un amica tanto tempo fa !
Be direi che sia un classico ! A quale poliziotto non é mai accaduto ?
Ma poi la domanda denunciare un incensurato come ti nasce ? Veramente divertente.
Purtroppo il tuo amico é stato presumibilmente denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere. Quando andrà di fronte al Giudice spiegherà le sue ragioni. Di solito le banalità come questa si risolvono con poco danno.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #2 il: 23 Luglio 2015, 08:34:07 »
Ciao Charlie,

credo che la norma applicata dai colleghi (ma immagino che nel verbale di elezioni di domicilio e nel verbale di sequestro sia stato citato l'articolo preciso) sia l'articolo. 4 della legge 110/75 che recita

4. Porto di armi od oggetti atti ad offendere.
Salve le autorizzazioni previste dal terzo comma dell'articolo 42 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni, non possono essere portati, fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa, armi, mazze ferrate o bastoni ferrati, sfollagente, noccoliere.
Senza giustificato motivo, non possono portarsi, fuori della propria abitazione o delle. -appartenenze di essa, bastoni muniti di puntale acuminato, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere, mazze, tubi, catene, fionde, bulloni, sfere metalliche, nonché qualsiasi altro strumento non considerato espressamente come arma da punta o da taglio, chiaramente utilizzabile, per le circostanze di tempo e di luogo, per l'offesa alla persona.
Il contravventore è punito con l'arresto da un mese ad un anno e con l'ammenda da lire centomila a lire quattrocentomila (1). Nei casi di lieve entità, riferibili al porto dei soli oggetti atti ad offendere, può essere irrogata la sola pena dell'ammenda.


(1) ovviamente da rapportare in euro.

Il problema è fondamentalmente questo: il giustificato motivo. Se, come auguro al tuo amico, l'aver dimenticato il coltello all'interno del cruscotto viene considerata una motivazione valida, tanto meglio (permettimi però di avere qualche dubbio).

Ti faccio un esempio banale: recandomi abitualmente in montagna, durante il tragitto in auto porto il mio coltello multiuso (non un coltello svizzero) ben chiuso nel mio zaino a sua volta posto nel bagagliaio della mia auto. Questo è un giustificato motivo. Ben diverso sarebbe se nei giorni successivi lasciassi il coltello nel cruscotto dell'auto o comunque in un luogo non idoneo o lo portassi con me. Sarei a rischio di articolo 4  (un mio conoscente, incensurato anche lui, si è beccato un articolo 4 per avere dimenticato la roncola sul sedile posteriore. Hai voglia a spiegare alla Stradale che la roncola gli serve per lavorare nel campo. Alle 3 di notte hanno trovato difficile credergli).

Riguardo alla prassi di denunciare un incensurato per quello che viene percepito come un reato di lieve entità, questa non esiste come tale. Che una persona sia incensurata o pregiudicata si agisce in base alla norma non alla consuetudine.

Sì, lo so, sembra un concetto banale (e no, non c'è ironia) ma l'alternativa è la discrezionalità che giuridicamente si chiama omissione d'atti d'ufficio.

Infine l'eventuale condanna: come ha detto Clean queste cose per lo più si concludono senza grandi problemi.
« Ultima modifica: 23 Luglio 2015, 10:18:20 da dago113 »
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

Offline Charlie Parker

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 989
  • il capitano Ultimo è solo
« Risposta #3 il: 24 Luglio 2015, 22:21:48 »
Grazie mille per le risposte ad entrambi;

sono confortato dal fatto di leggere che per la vostra esperienza queste cose di solito si chiudono con poco danno. Speriamo. Il mio amico era preoccupato di dover sostenere una causa (economicamente) cosa che sicuramente dovrà e che ci potessero essere conseguenze sulla fedina penale per una distrazione.

Certo, Dago, che il tuo conoscente/contadino rischiasse un processo e le sue conseguenze per una roncola....ma lavorare in campagna, la propria professione, non costituisce giustificato motivo in questo caso?



L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa. Ecco, il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio, è incoscienza. (G. Falcone)

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19039
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #4 il: 24 Luglio 2015, 22:27:06 »
Si chiamano circostanze di tempo e di luogo. Qualora non combacino scatta la denuncia. Se il tuo amico non ha precedenti neanche ne avrà. Sempre che facciano il processo cosa che dubito molto.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #5 il: 26 Luglio 2015, 15:48:18 »
Certo, Dago, che il tuo conoscente/contadino rischiasse un processo e le sue conseguenze per una roncola....ma lavorare in campagna, la propria professione, non costituisce giustificato motivo in questo caso?


Beh, diciamo che l'ora del controllo, il luogo dove è stato fermato ed il tasso alcolemico non l'hanno aiutato molto  [09]
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

bope

  • Visitatore
« Risposta #6 il: 15 Gennaio 2016, 17:34:54 »
gli incensurati non vanno mai denunciati  [60]


ma se io giro con una torcia a forma di mazza sono in regola?
no perchè, sembra una caxxata ma di torce del genere se ne trovano in vendita

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19039
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #7 il: 15 Gennaio 2016, 18:16:06 »
gli incensurati non vanno mai denunciati  [60]


ma se io giro con una torcia a forma di mazza sono in regola?
no perchè, sembra una caxxata ma di torce del genere se ne trovano in vendita

tranquillo sei in regola ! attento che sta "mazza" non ti finisca dove non batte il sole...... [13] [13] [36] [36] [36] [36]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)