AutoreTopic: Precedenti penali e viaggi all'estero  (Letto 6622 volte)


Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« il: 26 Febbraio 2017, 17:24:03 »
Buongiorno, arrivo subito al dunque... ho un piccolo precedente per stupefacenti. Reato commesso circa cinque anni fa.
Io ed un amico abbiamo coltivato 3 (tre) piantine in vaso, inutile dire come è finita...  [46]
Il nostro avvocato ci ha fatto patteggiare in quanto la legge italiana non consente la coltivazione per uso personale, quindi rientra automaticamente nello spaccio.
Il tutto si è concluso con pena sospesa con condizionale e non menzione e tutte le attenuanti del caso. Alla fine fumare qualche canna mi è costato caro.
Ovviamente da quel giorno non è mai più successo nulla, sono diventato donatore avis, ho avuto un bimbo, ho sempre il mio lavoro da impiegato (stessa azienda da 17 anni)...

Ora, ho alcuni dubbi:
1) all'estero, le forze dell'ordine, in dogana, ecc.. possono vedere i miei precedenti penali?
2) se affronto un viaggio per lavoro o per turismo, dove viene richiesto se si hanno precedenti (ESTA per usa/canada e/o australia ad esempio), posso rispondere NO?
3) devo rinnovare il passaporto, posso avere dei problemi?
4) la riabilitazione serve realmente? Mi sono informato e a parte spendere un mucchio di soldi mi sembra non risolva granchè..

Un'agenzia viaggi mi ha detto che se sull'esta scrivo SI mi toccherà chiedere il visto in quanto non sarebbe accettata. Invece se rispondo no posso andare tranquillo in quanto loro non possono verificare.
Altri invece mi hanno detto che il database dei precedenti penali lo possono vedere tutti gli stati anche in aeroporto ai controlli e/o dal modulo esta.

Insomma, sono un pò confuso.
Grazie infinite a chiunque possa aiutarmi.
 [44]


Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 26 Febbraio 2017, 20:17:25 »
Be la riabilitazione serve eccome ! Una volta ottenuta puoi chiedere la rimozione della segnalazione dalla,banca dati anche se rimane ma non nella semplice consultazione. Nessuno stayo esyero ha accesso alla nostra banca dati. Per comodita ti consiglio di scrivere no e di non parlarne mai con nessuno. Solo "controllori" italiani possono accedere alla banca dati ma il tuo precedente è banale e non mi preoccuperei piu di tanto. Vai tranquillp, l unica cosa che ti consiglio visto che la cosa ti pesa ancora fai la riabilitazione.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #2 il: 26 Febbraio 2017, 20:35:49 »
Quindi mi vuoi dire che se rispondo NO non possono verificare?
Stessa cosa vale per i controlli con il mio passaporto all'arrivo?
Ero quasi convinto che dal passaporto si vedesse "tutto"... Quindi è così ma solo in italia. Sono quasi commosso!

Se è così hai contribuito ad alleggerire un pò il mio peso. Ti ringrazio infinitamente.

Si, mi pesa, hai ragione, perchè per una "cavolata" mi sono trovato in una situazione che mai avrei voluto.
Quindi la riabilitazione serve in caso di controllo in italia, corretto?
Se è così proverò ad informarmi meglio dall'avocato.. io pensavo che più o meno gli effetti dell'estinzione del reato dopo 5 anni fossero paragonabili alla riabilitazione...
« Ultima modifica: 26 Febbraio 2017, 20:42:45 da Reverse »

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #3 il: 26 Febbraio 2017, 21:46:52 »
No sono due cose diverse, chiedi la riabilitazione e starai tranquillo. Se l avvocato ti chiede troppo vai da un altro. Vai tranquillo e acqua in bocca
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #4 il: 03 Marzo 2017, 20:51:20 »
Ho parlato con il mio avvocato (che mi seguì nella vicenda) e procederò con la richiesta di riabilitazione. Oltretutto ad una cifra ragionevole.
Grazie ancora per i preziosi suggerimenti   [24]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #5 il: 03 Marzo 2017, 22:25:40 »
Ottimo. Gia che ci sei esorta altri coltivatori diretti a dilettarsi in altre colture...perche la battaglia del proibizionismo e antiproibizionismo è sempre attuale
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #6 il: 06 Marzo 2017, 21:34:22 »
Il nostro non è un gruppo di coltivatori e non conosco altri che lo vorrebbero fare, almeno non con queste leggi senza senso.
Semplicemente da consumatori avremmo avuto piacere di provare qualcosa di più "genuino" (3 piantine in vaso, non parliamo di un campo) ed evitare di ingrassare il solito pusher.
Così, per nostra ingenuità, "in gabbia" ci siamo finiti noi e il pusher ha potuto continuare la sua attività indisturbato :D
Sono comunque passati più di 5 anni, lezione imparata certamente... ;)

Tornando alle cose più materiali, ti quoto in parte: "Una volta ottenuta puoi chiedere la rimozione della segnalazione dalla banca dati"

Cosa intendi per cancellazione dalla banca dati? L'avvocato mi ha parlato di riabilitazione, ma di nessuna cancellazione. Se puoi sai darmi un'indicazione più precisa così da poter chiedere a lui? Da quale banca dati dovrei chiedere la cancellazione? O forse è automatico facendo la riabilitazione?

Grazie infinite della pazienza.
 [52]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #7 il: 07 Marzo 2017, 06:37:10 »
Una volta ottenuta la riabilitazione puo chiedere un aggiornamento alla,banca dati delle ffoo li dove sta scritto cio che ti è successo. Niente viene cancellato ma verra aggiornato.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #8 il: 04 Aprile 2017, 18:50:19 »
Scusate, torno a fare una domanda approfittando della vostre conoscenze.
Sto facendo richiesta del passaporto (scaduto) in vista di un viaggio per lavoro in corea.
Alla domanda: "è a conoscenza di motivi ostativi al rilascio del passaporto", cosa dovrei rispondere? teoricamente se leggo la descrizione del punto 3, se ho avuto precedenti penali dovrei barrare si, ma non credo rientri tra i motivi ostativi in quanto reato estinto....

aiuto  [02]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #9 il: 05 Aprile 2017, 14:35:11 »
Allora barra no !
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #10 il: 05 Aprile 2017, 20:47:30 »
penso sia la cosa giusta, ma poi non vorrei poi vedermi denunciato per aver dichiarato il falso... che situazione...  [10]
Grazie come sempre dell'attenzione Cleanhead.
vi farò sapere.

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #11 il: 15 Ottobre 2017, 18:26:44 »
Scusate, non ero più passato da qui per dirvi com'è andata.
Il passaporto l'ho avuto senza problemi: barrato NO alla domanda "sei a conoscenza di motivi ostativi per il rilascio del passaporto", ma arrivato in ufficio ho comunque detto del mio precedente. L'agente di turno ha detto di non preoccuparmi, che si sarebbe visto, ma in 3 giorni il passaporto era pronto senza nessun problema.
Ho anche affrontato il viaggio di lavoro in Corea e Giappone tutto ok. In Giappone presentano un modulo da compilare (simile alle domande che vengono proposte per i viaggi in america) e li ho risposto NO alla domanda dei precedenti penali. Anche in questo caso nessun problema.

La riabilitazione ancora non c'è, è una procedura che richiede un pò di tempo a detta dell'avvocato che mmi segue, ma arriverà.
un saluto!  [44]

Offline Manuma21

  • Nuovo
  • *
  • Post: 3
« Risposta #12 il: 19 Ottobre 2018, 18:06:46 »
Ciao a tutti,

Ho un problema molto simile a reverse, 15 anni fa condannato per detenzione di sostanze stupefacenti con pensa sospesa... Condanna di 1 anno. Ho avuto il decreto di estinzione del reato essendo passati molti anni senza aver commesso nessun reato. Inutile annoiarvi con la storia che quando è successo avevo 18 anni ed oggi dopo aver studiato ho un bellissimo lavoro in una multinazionale...
Quello che voglio chiedervi, è che come Reverse dovrei fare un viaggio negli USA ed ho paura di prenotare perche rispondendo “No”alla fatidica domanda ESTA, alla frontiera mi vedrei rispedito a casa...
Please HELP me...

Grazie mille e complimenti per il forum

Offline Reverse

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #13 il: 12 Novembre 2018, 16:03:19 »
se hai pattegiato puoi chiedere la estinzione del reto e poi la cancellazione dal ced
L'estinzione del reato è stata automatica (non conosco i tecnicismi, ma così mi ha riferito l'avvocato).
In compenso ho ottenuto la riabilitazione nel giro di qualche mese per cui sono a posto. Più di così penso non si possa fare.
La cancellazione al CED cos'è e a chi si deve richiedere?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #14 il: 13 Novembre 2018, 17:04:42 »
usa la funzione cerca qui sul forum, oppure su google.  [70] [70] [70]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)