AutoreTopic: VIAGGIO USA CON PRECEDENTI PENALI  (Letto 363 volte)


Offline soze11

  • Nuovo
  • *
  • Post: 4
« il: 06 Ottobre 2018, 17:05:57 »
Buongiorno a tutti!
5 anni fa fui condannato per spaccio di marijuana e patteggiai a un anno e tre mesi di reclusione , con pena sospesa con la condizionale e non menzione sul casellario giudiziale trattandosi del mio primo reato.
Ad oggi la pena ormai è estinta e sono in procinto di intraprendere la via della riabilitazione.
Ho in programma un viaggio negli states ma nella compilazione del modulo ESTA ho risposto SI alla domanda sui precedenti per sostanze stupefacenti e dunque mi è stato negato.
Vorrei chiedere se ho fatto bene a rispondere di SI o se non essendoci la menzione del reato sul casellario giudiziale e ne sul passaporto (che in questi anni ho rinnovato senza alcun problema) avrei potuto rispondere di no?

Adesso mi trovo di fronte a due possibili vie, o aspettare che mi venga concessa la riabilitazione, ricompilare l'ESTA e rispondere NO, oppure presentarmi al consolato americano per richiedere un visto turistico.
questa seconda opzione apre un secondo problema: Qualche anno fa fui per la prima volta in vita mia negli USA a new york, essendo ignorante nel campo, l'organizzazione del tutto è stata effettuata da un agenzia viaggi la quale ha risposto di NO alla fantomatica domanda per ottenere l'ESTA. Andando in consolato potrebbero chiedermi se sia mai stato negli stati uniti e li non saprei davvero cosa rispondere. Che consiglio mi sapreste dare in merito?

Spero di essere stato il meno confusionario possibile e vi ringrazio in anticipo 

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #1 il: 06 Ottobre 2018, 18:07:25 »
Hai ovviamente sbagliato a dire si. Oramai l unico modo che hai è andare all ambasciata con tutte le carte. Anche se rifai online dicendo no non ti servirà, ti hanno gia schedato
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline soze11

  • Nuovo
  • *
  • Post: 4
« Risposta #2 il: 06 Ottobre 2018, 19:47:53 »
In ogni caso io ho letto che le domande per L esta possono essere ripresentare, e nel caso io rispondessi no, a quel punto loro non potrebbero vedere alcun reato avvenuta la riabilitazione, sbaglio?
In aeroporto alla dogana , i funzionari a che informazioni possono accedere?
Nel caso io vada in consolato a sottopormi all intervista, possono vedere che sono stato in usa , nonostante il mio vecchio esta ormai sia scaduto ? (Dopo quel viaggio , ho rinnovato il passaporto, quindi sul passaporto nuovo , non compare il timbro degli usa)

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #3 il: 06 Ottobre 2018, 21:16:35 »
I precedenti possono anche essere successivi, loro non hanno alcun accesso. Se rifai online hanno la tua domanda precedente dove dici si e se a questa dici no ti segano uguale. Vai in ambasciata con le carte che hai se ti chiedono non ci sei mai stato...mi pare chiaro.
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline soze11

  • Nuovo
  • *
  • Post: 4
« Risposta #4 il: 08 Ottobre 2018, 09:51:57 »
Non possono in alcun modo risalire al mio viaggio a NY di due anni e mezzo fa? (Sul passaporto mio non c’è il timbro perché L ho rinnovato, però dovrebbero avere ancora il mio esta archiviato da qualche parte, sbaglio?).
Ho il terrore di non poter mai mettere piede in America

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #5 il: 08 Ottobre 2018, 12:52:35 »
Nel caso sopravviverai lo stesso, ma fammi capire, tu due anni fa hai fatto un viaggio e chiesto il visto scrivendo no e oggi scrivi si ?
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #6 il: 13 Ottobre 2018, 11:26:43 »
Mi aggancio a questo post per non aprirne un altro praticamente identico... Se possibile.

Più o meno sono nella stessa situazione anche se con condanna più alta.

Stesso fatto: condannato ad una pena di 3 anni per un fatto di cannabis risalente a 13 anni fa. Pena totalmente espiata ma devo attendere ancora due anni per ottenere la riabilitazione... Sbagli ed errori che ho fatto e sono ancora qui a maledirmi da solo.

Lavoro per un'importante azienda che mi ha invitato in USA per una settimana per conoscermi e congratularsi degli ottimi risultati professionali ottenuti.

Tutto felice e contento, mi sono recato in questura per richiedere il passaporto che mi è stato dato dopo una quindicina di giorni.

Non sapendo delle limitazioni imposte dall'Esta, ho prenotato Hotel ed aereo. Altrimenti forse avrei lasciato perdere anche il viaggio, pur con la massima delusione.

Dopo ho notato che nella compilazione dell'Esta, leggendo un qua e la, se rispondevo SI ad una delle domande, tutto sarebbe andato a farsi benedire e non ci sarebbero stati i tempi necessari per richiedere eventualmente un visto direttamente all'ambasciata. Quindi, mio malgrado, ho risposto NO e mi è arrivata dopo pochi minuti l'autorizzazione.

Ebbene, da quel preciso istante sto vivendo nell'ansia.
Questo breve viaggio in USA per me significa (significherebbe) molto in termini professionali ma ho il terrore di venir respinto alla dogana.

Quindi, la domanda è: quante possibilità ci sono che alla frontiera gli Agenti possano vedere il mio casellario giudiziale ?

Sarò lì con un viaggio ben definito di una settimana, con biglietto di ritorno, prenotazione in Hotel ed invito riservato dalla stessa azienda.

Grazie a tutti, scusatemi ma non davvero non ci dormo più... Una cosa molto positiva sta diventando una sofferenza allo stesso tempo.

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #7 il: 14 Ottobre 2018, 08:39:06 »
 [44]

Offline Manuma21

  • Nuovo
  • *
  • Post: 3
« Risposta #8 il: 19 Ottobre 2018, 18:09:53 »
Simoulurex ho il tuo stesso identico problema. 1 anno di condanna e nel frattempo ho avuto anche l’estinzione del reato, anche io lavoro per una nota multinazionale americana...
Mi terresti aggiornato sulla tua situazione perché vive con il terrore costante che mi chiamino per andare in sede centrale e debba rinunciare per forza di cose...

Poi a dire il vero vorrei poterci mettere piede anche per un viaggio di piacere...

Mi faresti gentilmente sapere?

Qualcuno ci aiuti con testimonianze, pleaseeee


Grazie mille per il magnifico contributo

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #9 il: 19 Ottobre 2018, 18:58:08 »
 [69] basta scrivere no e non farsela addosso se te lo chiedono a voce. È facile, dire e scrivere NO. Nessuno in Usa potrà mai dimostrare il contrario. Il codice americano, inteso come senso di rispetto della legge è diverso dal nostro. Per i loro debiti basta una lettera di impegno ad onorarli e la banca ti concede un prestito
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #10 il: 21 Ottobre 2018, 23:04:01 »
Mancano poche settimane alla partenza e mi sento un peso addosso enorme come un macigno... A me piace la verità.
Dovrò farmi molte ore di viaggio e tutti i santi giorni penso a questa cosa e per molto tempo..

Si, vero, ho risposto di NO. Se me lo chiedono, dirò NO .. Ma è un'ansia terribile.

Vi farò sapere ovviamente.
« Ultima modifica: 21 Ottobre 2018, 23:07:34 da simolurex »

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #11 il: 21 Ottobre 2018, 23:04:48 »
[69] basta scrivere no e non farsela addosso se te lo chiedono a voce. È facile, dire e scrivere NO. Nessuno in Usa potrà mai dimostrare il contrario. Il codice americano, inteso come senso di rispetto della legge è diverso dal nostro. Per i loro debiti basta una lettera di impegno ad onorarli e la banca ti concede un prestito

 [53]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18965
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #12 il: 21 Ottobre 2018, 23:55:10 »
Pensa alle cose belle...ce ne sono un mucchio..senno ci vado io al posto tuo per alleggerirti la coscienza
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #13 il: 22 Ottobre 2018, 10:16:35 »
 [03] [03] [03] [03]  [52]

Offline simolurex

  • Nuovo
  • *
  • Post: 7
« Risposta #14 il: 12 Novembre 2018, 07:48:40 »
Aggiornamento:

Eccomi qua.

Tornato dagli USA  [03]

Ho fatto 15 ore di viaggio praticamente sempre con ansia ... Arrivato al controllo è andato tutto OK.

Mi hanno chiesto soltanto il motivo della visita, dove alloggiavo, quanti giorni rimanevo e quanti soldi avevo. Basta.
Hanno preso poi impronte digitali e retina ed hanno messo il timbro sul passaporto. Finito.
5 minuti al max.

 [48]