AutoreTopic: Questione (quasi) filosofica  (Letto 7916 volte)


Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« il: 05 Gennaio 2009, 22:03:30 »
Ciao a tutti amici poliziotti, volevo porvi come da titolo una questione:
ho scelto di porlo a voi poliziotti "forumisti" in primo luogo sicuramente perchè non conosco poliziotti di persona ed è quindi impossibile per me intrattenere una discussione verbale con uno dei vostri colleghi, inoltre aprire una discussione su un forum è più "facile" che a quattrocchi soprattutto per chi come me si sentirebbe in qualche modo inibito nella conversazione con una persona che rappresenta bene o male un autorità. Un altro motivo fondamentale per cui porrò questa questione proprio a voi è perchè uno dei ruoli che svolgete è (citando de andrè) la parte della legge quella che non protegge, ossia punite i trasgressori e ciò ha di sicuro a livello personale un grande impatto su di voi (correggetemi se sbaglio). Entrando nel merito: Pensate che le leggi dello stato, con le relative punizioni ai trasgressori, rappresentino la migliore soluzione per la società? Mi spiego meglio, pensate che legalità e giustizia etica siano molto vicine (addirittura la stessa cosa) o che questi due aspetti siano spesso ben distinti?
Io personalmente penso che viviamo in una società profondamente malata in cui spesso la repressione opera su individui socialmente non pericolosi come ad esempio la ragazza che ha invaso pacificamente la zona rossa del g8 o magari chi detiene droghe a scopi di uso personale ecc... ma contemporaneamente non agisce su chi crea danni sociali quasi irreparabili come chi sfugge dai suoi processi legali molto gravi per anni e anni aspettando la prescrizione mentre controlla sistematicamente tutti i mezzi di informazione che contano in un paese. Il sistema economico monetario se ne frega completamente della gente, ci sono guerre ingiuste, sfruttamento, inquinamento, assassinii, licenziamenti solo per avidi interessi economici... tutto ciò accade spesso all'insaputa delle persone e comunque in maniera completamente impunita. Chi sono i pericolosi criminali? e soprattutto è importante saperlo?

Grazie dell'attenzione

Offline paranoid park

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3214
  • Support our Guys
« Risposta #1 il: 05 Gennaio 2009, 22:12:32 »
Praticamente hai chiesto se è giusto che chi ruba una mela va in galera e chi ruba 5 milioni di euro no?
"Si è proteso su degli abissi. Ha rischiato più volte di cadere. Ma alla fine non è precipitato. In bilico sul vuoto, non ha conosciuto la caduta. Ci sono stati cedimenti, sbandamenti, delusioni, scoramenti, ma la vita l'ha sempre avuta vinta. " (P. Besson)

Offline robin81

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1310
« Risposta #2 il: 05 Gennaio 2009, 23:51:27 »
Re: uno dei ruoli che svolgete è (citando de andrè) la parte della legge quella che non protegge

Ma tu parlando senza citazioni perchè dici questo?


Re: punite i trasgressori e ciò ha di sicuro a livello personale un grande impatto su di voi (correggetemi se sbaglio)

non sbagli, se mi riesce una bella operazione di servizio sono ovviamente contento, per una molteplice serie di ragioni su cui non sto a dilungarmi, ma secondo me tu parli troppo per frasi fatte, soprattutto quando citi gli esempi di g8 e droghe.neanche mi conosci e già ti sei fatto questa idea, dunque, a  cosa ti serve la mia opinione?

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #3 il: 05 Gennaio 2009, 23:56:13 »
Ciao a tutti amici poliziotti, volevo porvi come da titolo una questione:
ho scelto di porlo a voi poliziotti "forumisti" in primo luogo sicuramente perchè non conosco poliziotti di persona ed è quindi impossibile per me intrattenere una discussione verbale con uno dei vostri colleghi, inoltre aprire una discussione su un forum è più "facile" che a quattrocchi soprattutto per chi come me si sentirebbe in qualche modo inibito nella conversazione con una persona che rappresenta bene o male un autorità. Un altro motivo fondamentale per cui porrò questa questione proprio a voi è perchè uno dei ruoli che svolgete è (citando de andrè) la parte della legge quella che non protegge, ossia punite i trasgressori e ciò ha di sicuro a livello personale un grande impatto su di voi (correggetemi se sbaglio). Entrando nel merito: Pensate che le leggi dello stato, con le relative punizioni ai trasgressori, rappresentino la migliore soluzione per la società? Mi spiego meglio, pensate che legalità e giustizia etica siano molto vicine (addirittura la stessa cosa) o che questi due aspetti siano spesso ben distinti?
Io personalmente penso che viviamo in una società profondamente malata in cui spesso la repressione opera su individui socialmente non pericolosi come ad esempio la ragazza che ha invaso pacificamente la zona rossa del g8 o magari chi detiene droghe a scopi di uso personale ecc... ma contemporaneamente non agisce su chi crea danni sociali quasi irreparabili come chi sfugge dai suoi processi legali molto gravi per anni e anni aspettando la prescrizione mentre controlla sistematicamente tutti i mezzi di informazione che contano in un paese. Il sistema economico monetario se ne frega completamente della gente, ci sono guerre ingiuste, sfruttamento, inquinamento, assassinii, licenziamenti solo per avidi interessi economici... tutto ciò accade spesso all'insaputa delle persone e comunque in maniera completamente impunita. Chi sono i pericolosi criminali? e soprattutto è importante saperlo?

Grazie dell'attenzione



...ciao! ..di solito non sono i poliziotti che mangiano i bambini, almeno non nell'immaginario comune di certe parti rispetto ad altre. Ho sempre risposto alle domande che mi vengono poste, anche da persone che la pensano diversamente da me, anche da chi si veste punk o da chi ha tatuato Lenin sulla fronte; non rispondo solo a chi mi tira i sassi o le bottiglie molotov, non per maleducazione ma perchè troverei inutile cercare di instaurare un rapporto con qualcuno che vuole solo farmi del male.
Premesso questo andiamo nel concreto.
Comprendo benissimo le tue turbe e immagino che tu sia molto giovane, tanto che ti senti inibito a parlare di un argomento che ti sta a cuore con qualcuno diverso dalle tue normale frequentazioni (immagino) . Non esiste una parte di Legge che non protegge, esiste la Legge che necessariamente deve essere rispettata e che senza qualcuno che la faccia rispettare sarebbe completamente inutile. Lo scopo di una legge è quello della convivenza pacifica degli esseri umani ed ogni legge (ovviamente democratica)  ha come scopo preciso la salvaguardia e la tutela dell'interesse generale. Qualora il tuo comportamento mette in discussione l'interesse generale, la Legge si impone sul tuo interesse particolare e lo mette in secondo piano rispetto a quello generale.  Non saprei definire la "giustizia etica", a mio parere sono quelle definizioni che si inventano quelli che non vogliono rispettare il prossimo e che per egoismo e per eccesso di considerazione pretendono che il mondo giri intorno a loro.
Un poliziotto non è un parlamentare, che fa le leggi, un poliziotto è un lavoratore che applica le leggi, le leggi vengono promulgate dal parlamento che è espressione della volontà della maggioranza del popolo. Tale meccanismo crea di fatto una maggioranza contenta e una minoranza scontenta, ma tale meccanismo è un normlae sistema che si chiama democrazia. E' chiaro che ogni democrazia ha le sue pecche e noi ne abbiamo tantissime, molte riguardano quelli che pensano che violare una linea rossa in occasione del G8 sia un modo di protestare corretto e giusto, altri pensano che ci sono capi di governo che sfuggono alle aule di tribunali. Nessun modo di pensare è giusto e tutti e due sono giusti, quello che deve essere sempre tenuto presente è il rispetto che si deve alle persone e alla vita umana, che sia di un poliziotto o di un manifestante o di un capo di stato. Nessuno è portatore di verità e di legalità se non la Legge che per quanto possa essere "eticamente ingiusta" è sempre espressione di democrazia e come tale deve essere rispettata....
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Falco

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 575
  • The last life of defender.
« Risposta #4 il: 06 Gennaio 2009, 00:21:40 »
Ciao a tutti amici poliziotti, volevo porvi come da titolo una questione:
ho scelto di porlo a voi poliziotti "forumisti" in primo luogo sicuramente perchè non conosco poliziotti di persona ed è quindi impossibile per me intrattenere una discussione verbale con uno dei vostri colleghi, inoltre aprire una discussione su un forum è più "facile" che a quattrocchi soprattutto per chi come me si sentirebbe in qualche modo inibito nella conversazione con una persona che rappresenta bene o male un autorità. Un altro motivo fondamentale per cui porrò questa questione proprio a voi è perchè uno dei ruoli che svolgete è (citando de andrè) la parte della legge quella che non protegge, ossia punite i trasgressori e ciò ha di sicuro a livello personale un grande impatto su di voi (correggetemi se sbaglio). Entrando nel merito: Pensate che le leggi dello stato, con le relative punizioni ai trasgressori, rappresentino la migliore soluzione per la società? Mi spiego meglio, pensate che legalità e giustizia etica siano molto vicine (addirittura la stessa cosa) o che questi due aspetti siano spesso ben distinti?
Io personalmente penso che viviamo in una società profondamente malata in cui spesso la repressione opera su individui socialmente non pericolosi come ad esempio la ragazza che ha invaso pacificamente la zona rossa del g8 o magari chi detiene droghe a scopi di uso personale ecc... ma contemporaneamente non agisce su chi crea danni sociali quasi irreparabili come chi sfugge dai suoi processi legali molto gravi per anni e anni aspettando la prescrizione mentre controlla sistematicamente tutti i mezzi di informazione che contano in un paese. Il sistema economico monetario se ne frega completamente della gente, ci sono guerre ingiuste, sfruttamento, inquinamento, assassinii, licenziamenti solo per avidi interessi economici... tutto ciò accade spesso all'insaputa delle persone e comunque in maniera completamente impunita. Chi sono i pericolosi criminali? e soprattutto è importante saperlo?

Grazie dell'attenzione


Caro cittadino perplesso (di cosa sei perplesso non si capisce), se permetti sono perplesso io quando affermi che ti sentiresti in qualche modo a disagio o inibito ad intrattenere una discussione con un poliziotto. Vabbè!

Brevemente:
Prima di tutto nel nostro Paese e tu da cittaino italiano lo saprai bene, vige forse la più bella Costituzione al mondo e saprai anche che l'Italia è la culla del Diritto, ma prima di spiegare che cosa è il Diritto e che cosa è la Norma Giuridica bisogna vedere da cosa e da dove nasce l’esigenza di dotare un Popolo e quindi uno Stato di Norme.
Uno Stato è costituito da tre elementi naturali (c.d. elementi costitutivi) la cui simultanea presenza è necessaria perché un ordinamento possa appunto qualificarsi come Stato e cioè: il territorio, il popolo, la sovranità. Il territorio è la porzione di terra sulla quale uno Stato esercita i suoi poteri. Del territorio fanno parte lo spazio terrestre entro i confini politici dello Stato, il sottosuolo, lo spazio aereo e le acque territoriali (12 miglia dalla costa); Il popolo inteso nel suo significato giuridico, è il complesso di cittadini cioè un insieme di persone, che fanno parte di una comunità a prescindere da ogni legame di lingua e di stirpe. E’ evidente che senza un popolo uno Stato non può esistere. La sovranità è il potere esercitato dallo Stato, è originario ed esclusivo perché sorge con il sorgere dello Stato, esclude l’esercizio di qualsiasi altro potere che non sia consentito dallo Stato e non deriva giuridicamente da nessun altro potere. Si può dare quindi, dopo aver detto come si forma uno Stato e dopo aver brevemente esaminato gli elementi costitutivi, la definizione completa di Stato: “Lo Stato è l’ente indipendente e sovrano che, nell’ambito del proprio territorio, si fa promotore del benessere dei cittadini e li guida, mediante le proprie NORME, a una sana convivenza sociale”.
A questo punto ti posso dire che il Diritto è “il complesso delle norme giuridiche (considerate nel loro insieme o in particolari raggruppamenti) che regolano il rapporto sociale esigendo o vietando determinati comportamenti (c.d. diritto oggettivo)”. Per contro il c.d. diritto soggettivo è l’attuazione della volontà umana nel soddisfacimento dei propri interessi in conformità della norma giuridica oggettiva. Una fondamentale ripartizione del diritto è quella di pubblico e privato. Il diritto pubblico è quello costituzionale, amministrativo, penale, processuale. Il diritto privato invece è quello civile e commerciale.
Quindi se sei residente in Italia e quindi cittadino italiano devi assoggettarti alle norme che regolano lo Stato italiano. Noi come poliziotti, come altri soggetti deputati a farlo, siamo chiamati a farle rispettare.
Poi dei g8, delle guerre, dei tossicodiendenti della mancanza di lavoro potremo stare qui a parlarne per ore, ognuno con le proprie idee, giuste o sbagliate che siano, l'importante è parlarne; siamo in democrazia e come vedi anche in un forum se ne discutere.
Infine non sentirti inibito a parlare con un poliziotto, spesso è solo un tuo falso preconcetto.
Verum et probitas super omnia.

Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« Risposta #5 il: 06 Gennaio 2009, 02:54:10 »
x robin
Citazione
uno dei ruoli che svolgete è (citando de andrè) la parte della legge quella che non protegge
intendevo dire che uno dei vostri compiti fondamentali consiste di fatto nel far applicare le leggi se non anche di cercare colpevoli e consegnarli alla giustizia.
Comunque forse non hai capito molto nè il contenuto nè il tono di quello che ho scritto che tra l'altro non era per nulla provocatorio come tu hai percepito.
Citazione
...ciao! ..di solito non sono i poliziotti che mangiano i bambini, almeno non nell'immaginario comune di certe parti rispetto ad altre. Ho sempre risposto alle domande che mi vengono poste, anche da persone che la pensano diversamente da me, anche da chi si veste punk o da chi ha tatuato Lenin sulla fronte; non rispondo solo a chi mi tira i sassi o le bottiglie molotov, non per maleducazione ma perchè troverei inutile cercare di instaurare un rapporto con qualcuno che vuole solo farmi del male.
Premetto che secondo me non hai intuito il mio orientamento politico non mi vesto punk e non ho tatuato lenin in fronte, magari gente del genere potrebbe avere la possibilità di rivolgersi a voi, cosa che magari non è possibile per un immigrato clandestino (ho sentito addirittura che a volte le donne si sentono costrette a non andare all'ospedale per partorire per paura di essere consegnate alla giustizia) anche se magari quasi nessuno di loro tira i sassi o le molotov... è questo che intendevo, infondo è solo una legge (in questo caso la bossi-fini sulla quale ci sarebbe molto da discutere) che li bolla criminali, succede magari che
Citazione
la Legge si impone sul loro interesse particolare e lo mette in secondo piano rispetto a quello generale
anche se quell' "interesse generale" è praticamente tracciato dalla Legge stessa, questa cosa la rende potenzialmente leggibile in chiave soggettiva.
Citazione
le leggi vengono promulgate dal parlamento che è espressione della volontà della maggioranza del popolo.
questa è sostanzialmente la definizione di democrazia, ma sei così certo della veridicità effettiva di questa frase? Sinceramente a te sembra che da un po di anni a questa parte il parlamento ti sembri espressione della volontà della maggioranza del popolo? a me sembra che lo sia della passività, in parlamento è già da molto che non si parla dei bisogni della società italiana, e le discussioni politiche fuori dal parlamento non sono altro che continue propagande demagogiche nascoste oltre a finti opinionismi (si omettono VOLONTARIAMENTE, interamente o parzialmente, i contenuti di alcune leggi e si fanno credere opinabili). Il parlamento si occupa solo ed esclusivamente di interessi di pochi, i cittadini che hanno votato questa maggioranza non si rendono assolutamente conto di cosa sta succedendo e di quali leggi stanno passando in parlamento, non si stanno preoccupando di questa gravissima situazione... non pensano a cosa verrà scritto tra 50 anni sui libri a proposito di questo periodo.
Citazione
Nessuno è portatore di verità e di legalità se non la Legge che per quanto possa essere "eticamente ingiusta" è sempre espressione di democrazia e come tale deve essere rispettata....
Bella frase solo che la penso diversamente secondo me è nata prima la civile convivenza che la democrazia, è vero che debbono essere rispettate ma secondo me spesso non sono applicate secondo un criterio di importanza sociale, è questo che volevo dire, secondo me la giustizia scritta (legge scritta) non è sempre atta a far rispettare la legge "pratica"(norme di civile convivenza). Inoltre da un occhio più "cosmopolita" può sembrare che molti stati democratici, compresa l'italia, non siano interessati al benessere dei cittadini (nè del proprio stato nè di quelli esteri), ad esempio non è un opinione che si sta subendo tantissimo inquinamento da anni per niente... è da tanto che esistono modi di creare energia a costo ambientale zero eppure in parlamento non si parla di queste cose... e ora che ci penso neanche in televisione... magari si pensa anche sempre ad esempio che siano opinabili i tagli alle università.. alla sanità... addirittura la crisi economica, però ci lamenteremo quando se ne pagheranno le conseguenze ;) grazie per le risposte  [52]  [71]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #6 il: 06 Gennaio 2009, 10:21:25 »
Citazione
Premetto che secondo me non hai intuito il mio orientamento politico non mi vesto punk e non ho tatuato lenin in fronte, magari gente del genere potrebbe avere la possibilità di rivolgersi a voi, cosa che magari non è possibile per un immigrato clandestino (ho sentito addirittura che a volte le donne si sentono costrette a non andare all'ospedale per partorire per paura di essere consegnate alla giustizia) anche se magari quasi nessuno di loro tira i sassi o le molotov... è questo che intendevo, infondo è solo una legge (in questo caso la bossi-fini sulla quale ci sarebbe molto da discutere) che li bolla criminali, succede magari che

...posso solo che contraddirti, io non ho intuito il tuo orientamento politico, sinceramente neanche mi interessa, cio che tu dici nella realtà non accade! i cittadini clandestini sono tutti i giorni in ospedale a farsi curare, i figli dei clandestini hanno diritto alla scuola come tutti gli altri bambini!! nessuno mai è stato rimpatriato per aver partorito all'ospedale! non scherziamo!! non rimandiamo neanche gli assassini figuriamoci una puerpera!!!!..vivendo sulla strada credimi le cose sono totalmente diverse da ciò che si propaganda sui giornali di certe fazioni politiche! sai quante volte si trovano sistemazioni a persone disperate in mezzo alla strada?..ma tu pensi che la vita la si impari e la si conosca per il solo fatto di pensare di essere "avanti" con la mente ed "pensare" avere la mente più aperta e una visione del mondo "globalista-etica-ambientalista-ecologica"? tutte gran belle parole ma che nella pratica servono a poco. Pensi che a me poliziotto piaccia il mondo inquinato pieno di tv di berlusconi e con il solo valore del denaro? questo ti hanno insegnato di me? bè è sbagliato!

Citazione
questa è sostanzialmente la definizione di democrazia, ma sei così certo della veridicità effettiva di questa frase? Sinceramente a te sembra che da un po di anni a questa parte il parlamento ti sembri espressione della volontà della maggioranza del popolo? a me sembra che lo sia della passività, in parlamento è già da molto che non si parla dei bisogni della società italiana, e le discussioni politiche fuori dal parlamento non sono altro che continue propagande demagogiche nascoste oltre a finti opinionismi (si omettono VOLONTARIAMENTE, interamente o parzialmente, i contenuti di alcune leggi e si fanno credere opinabili). Il parlamento si occupa solo ed esclusivamente di interessi di pochi, i cittadini che hanno votato questa maggioranza non si rendono assolutamente conto di cosa sta succedendo e di quali leggi stanno passando in parlamento, non si stanno preoccupando di questa gravissima situazione... non pensano a cosa verrà scritto tra 50 anni sui libri a proposito di questo periodo.

...e allora visto che il popolo è passivo facciamo un bel colpo di stato togliamo il voto a tutti e vado a comandare io che sono piu aperto e tollerante di tutti gli altri! una cosa cosi insomma? I politici di ogni razza e colore hanno sempre fatto quello che fanno questi adesso nonmi venire a raccontare che Cristo è morto i freddo, questi non sono peggio di quelli di prima e di quelli di prima ancora....io non vado a votare più da un pezzo e in questo modo esprimo il mio dissenso. Ma se la maggioranza decide io mi adeguo, senza smettere di manifestare il mio dissenso cosi come la democrazia permette!!

Citazione
Bella frase solo che la penso diversamente secondo me è nata prima la civile convivenza che la democrazia, è vero che debbono essere rispettate ma secondo me spesso non sono applicate secondo un criterio di importanza sociale, è questo che volevo dire, secondo me la giustizia scritta (legge scritta) non è sempre atta a far rispettare la legge "pratica"(norme di civile convivenza). Inoltre da un occhio più "cosmopolita" può sembrare che molti stati democratici, compresa l'italia, non siano interessati al benessere dei cittadini (nè del proprio stato nè di quelli esteri), ad esempio non è un opinione che si sta subendo tantissimo inquinamento da anni per niente... è da tanto che esistono modi di creare energia a costo ambientale zero eppure in parlamento non si parla di queste cose... e ora che ci penso neanche in televisione... magari si pensa anche sempre ad esempio che siano opinabili i tagli alle università.. alla sanità... addirittura la crisi economica, però ci lamenteremo quando se ne pagheranno le conseguenze ;) grazie per le risposte  52


la civile convivenza? ..scusa mi viene da ridere!! ..tu vivi in un condominio? ..bastano tre persone e non esiste piu la civile convivenza...e tu vorresti far convivere milioni di persone in "civile convivenza"? ...io credo che neanche in paradiso.....
Per il resto sono opinioni, le tue sono rispettabilissime cosi come le mie, ed è giusto che ognuno porti avanti le proprie idee, nei modi consentiti e democratici nel totale rispetto della domocrazia e dello Stato.!

grazie per le domande!!!! [47] [70] [70] [70]
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« Risposta #7 il: 06 Gennaio 2009, 14:55:47 »
Non ho detto che non accade... lo so che il servizio sanitario in italia è gratuito e a disposizione di tutti è solo che qualcuno ha paura di rivolgervisi perchè non conosce questo semplice fatto. Non sto parlando assolutamente sulla base di cose lette sui giornali di certe fazioni politiche dato che la stampa, come la televisione, in Italia non è libera e anche se lo fosse verrebbe subito fatto credere che si tratti di propaganda di una sinistra antagonista... te lo dico io che non sono di sinistra. La mia visione del mondo non è globalista etica ambientalista ecologica... so solo che tutti questi aspetti non interessano per niente alla "sana" e "pura" ""democrazia"". Dato che da quanto ho capito anche a voi sono arrivati i tagli economici lo sai dove sono andati a finire i nostri soldi? Hai sentito parlare al telegiornale di cosa è successo all'alitalia? Di quanto si paga di multa ogni anno perchè il nostro portatore nano di democrazia non si decide a cedere a europa sette i diritti di trasmettere su alcune frequenze OCCUPATE ABUSIVAMENTE ILLEGALMENTE dalla sua rete 4? Lo sai quanti soldi sono stati dati alle banche per far credere alla gente che questa crisi non esiste?
Come te dici che non esiste la civile convivenza perchè l'uomo non ne è in grado io ti posso dire che l'uomo non è in grado neanche di stare in democrazia e i fatti lo dimostrerebbero tutti... inoltre l'uomo è sempre brutale, violento, aggressivo, avido e competitivo e ha costruito una società basandosi su queste linee guida, la democrazia e il sistema economico sono il frutto di questi comportamenti. Comunque siamo andati molto lontani dal mio scopo iniziale della discussione vorrei proporre un sotto argomento.... ma secondo voi sono necessarie tutte le leggi con le relative punizioni o fin dove è possibile sarebbe giusto prevenire le cause che portano a compiere un determinato reato o allo svolgersi di un determinato incidente? Grazie ancora

Ps: hai ragione anche te... la maggioranza decide tu manifesti il tuo dissenso... ma poi quando fai punire il ladro di biciclette sei consapevole che i mafiosi sono ai vertici della democrazia?
« Ultima modifica: 06 Gennaio 2009, 15:03:39 da Cittadino perplesso »

Offline maximus

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 242
« Risposta #8 il: 06 Gennaio 2009, 16:22:09 »
Caro "cittadino perplesso" mi permetto qualche piccola notazione filosofica, visto che ti esprimi in questi termini. Quanto dici non ha molto a che fare con la filosofia, assomiglia più alla chiacchiera (anche nel senso di Heiddeger) poiché , su tali argomenti, forse sarebbe opportuno dare prima una occhiata alle "Leggi" e alla "Repubblica" (Platone). A mio avviso non ha molto senso un discorso che tocca svariati argomenti senza approfondirli o almeno accennare ad una riflessione, facendo passare inoltre, per principi generali, singole questioni. 
P.S.: Non considerare quanto sopra come una polemica personale, ma come una semplice riflessione fatta da un normale cittadino visto che io non apparengo alle Forze dell'Ordine.  [71]

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #9 il: 06 Gennaio 2009, 16:43:53 »
..il problema che ti sfugge è che non sono IO che faccio punire il ladro di biciclette ma è la Legge che lo fa! io faccio il mio lavoro e come cittadino esprimo le mie preferenze quando voto e se la maggioranza vota un pesce lesso come prodi o un "nano" come berusconi  io devo so lo rispettare tale volere. ma ciò che io devo soprattutto rispettare è la Legge e se questa Legge non mi piace dovrò usare tutti i mezzi leciti per farla cambiare, ma la mia opinione cosi come la tua è sempre rispettabile ma è sempre opinabile..tu parli di alitalia, io parlo di fiat di ansaldo...da sempre la classe politica ha sfruttato le masse, di ogni colore, non è certo una cosa che ha inventato berlusconi...
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline aubrey

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3749
« Risposta #10 il: 06 Gennaio 2009, 18:41:12 »
Caro "cittadino perplesso" mi permetto qualche piccola notazione filosofica, visto che ti esprimi in questi termini. Quanto dici non ha molto a che fare con la filosofia, assomiglia più alla chiacchiera (anche nel senso di Heiddeger) poiché , su tali argomenti, forse sarebbe opportuno dare prima una occhiata alle "Leggi" e alla "Repubblica" (Platone). A mio avviso non ha molto senso un discorso che tocca svariati argomenti senza approfondirli o almeno accennare ad una riflessione, facendo passare inoltre, per principi generali, singole questioni. 
P.S.: Non considerare quanto sopra come una polemica personale, ma come una semplice riflessione fatta da un normale cittadino visto che io non apparengo alle Forze dell'Ordine.  [71]

Sono d'accordo Maximus...Platone è un'ottima lettura!  [54] [54]

Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« Risposta #11 il: 06 Gennaio 2009, 22:04:30 »
eh si maximus il discorso si è dilungato in chiacchere lo scopo di questa discussione non era prettamente filosofico infatti ho scritto quasi. Comunque il fatto che tu non abbia partecipato a questa chiacchera mi fa dubitare sulle tue presunte capacità dialettiche. La domanda iniziale è sostanzialmente se secondo voi lo scopo che si prefigge la legge è attuabile con le leggi stesse, se la giustizia è quello che dice la legge, se per criminale intendete colui che viola la legge piuttosto di colui che viola le libertà personali, i diritti, l'integrità fisica ecc... del prossimo.
cleanhead sono totalmente d'accordo con te sul fatto che è la legge che punisce il ladro di biciclette, solo che il vostro lavoro è l'intervenire in questi casi mi sembrava opportuno chiederlo a una forza dell'ordine  [29]. in realtà non sarei solo io che dovrei parlare di alitalia, ma anche te e soprattutto tutti quei terroristi di giornalisti che volontariamente non fanno altro che mettere a tutti una benda davanti agli occhi e limitano la libertà di giudizio delle persone, ma purtroppo la discussione politica ai giorni d'oggi è diventata come hai descritto eloquentemente con quella frase i rispettivi elettori delle rispettive fazioni politiche CHIUSE non fanno altro che parlare del loro "schieramento" come se fosse una squadra di calcio che ogni tanto fa qualche autogol ma "invece quegli altri non sono tanto meglio ne hanno fatte di peggio"... la politica NON è questo! E molta gente non crede alla politica (e qui casca la democrazia) perchè pensa che consistano in queste futili discussioni che non conducono da nessuna parte e poi le leggi beh le fanno ma quello è un altro discorso... proverei io a fare un sondaggi per vedere quanta gente sa un minimo di cosa sia il lodo alfano o la legge gasparri la bossi fini la legge gelmini il dl 133 di tremonti... di quanto sia grave tutto questo come sono stati gravi molti episodi bui della politica. Scusate di come è scritto tutto ciò ero di fretta ciao e grazie

Ps: è verissimo platone è un ottima lettura... leggete bene cosa ne pensa platone della democrazia

Offline Falco

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 575
  • The last life of defender.
« Risposta #12 il: 06 Gennaio 2009, 22:21:07 »
.... e allora cittadino perplesso? se a te la democrazia non ti piace che cosa resta? l'anarchia o la dittatura. la prima mi sembra anacronistica e la seconda è durata 20 anni poi è stata rovesciata. quindi? come si dice? le chiacchiere stanno a zero. non ho capito in che tipo di Stato e con quale tipo di governo vorresti vivere.
Verum et probitas super omnia.

Offline aubrey

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3749
« Risposta #13 il: 07 Gennaio 2009, 12:46:21 »
Caro Cittadino Perplesso, onestamente non riesco a comprendere se il tuo è solo uno sfogo o se voglia finalizzare ad un qualcosa.
Una semplice domanda: Mi dai la TUA definizione di democrazia?
grazie.

Offline maximus

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 242
« Risposta #14 il: 07 Gennaio 2009, 15:57:09 »
Caro cittadino perplesso, premesso che in un forum lo spazio per rispondere purtroppo è limitato e che io non ho mai detto di essere un buon dialettico, anche ciò che è "quasi filosofico" dovrebbe avere una minima relazione con la filosofia, tanto è vero che mi sembra che tu ti esprima per principi generali "formali" rimanendo però sempre su eventi specifici che come dice Platone "fanno sofisma" (Repubblica libro VI). Penso che se avessi notato con più attenzione il modo in cui ho usato la parola "chiacchiere", e cioè con accanto il nome di Heiddeger, probabilmente avresti dato altre risposte. Il problema della Legge e di quanto essa sia coerente con il giusto e l'ingiusto, è talmente antico che ci costringe a limitarci solo ad alcuni pensieri. Così come stabilire cosa è più o meno violento o arrogante non è semplicissimo; tanto è vero che  ad un attento esame, risulta talvolta più violento  o arrogante un gesto che in molte occasioni sarebbe stato giudicato banale ed insignificante. Il riferimento immediato, in linea di principio, è quello formalizzato , ma non iniziato, nella Grecia del V secolo A.C., con la distinzione tra Fusis e Nomos, giunta fino ai giorni nostri. Continuare a distinguere e ad insistere sui singoli casi ed eventi, significa cadere nell'errore logico della moltiplicazione degli enti e dell'albero di Porfirio. Platone, nel VIII libro della Repubblica, parla dell'evoluzione della democrazia e, come si vede, non ne fa il suo stato ideale, pur ritenendolo in apparenza il migliore, ma Platone descrive uno stato ideale e come ogni stato ideale, risulta , ad un esame attento, il peggiore possibile, come egli stesso affermerà, seppure in termini diversi, dopo il suo soggiorno a Siracusa. Il pensiero di Platone non è incentrato , se non in minima parte, su politica e diritto e ciò si può ben comprendere leggendolo in maniera approfondita.
P.S.: Leggendo i tuoi commenti, mi sembra vagamente d'intravedere, più o meno volontariamente da parte tua, l'uso di artifici retorici per cui la domanda che fai, prevede una risposta obbligata e quindi considererò una risposta degna solo quella esente da sofismi o da artifici retorici........ perché sto incominciando un pò ad annoiarmi. 

Offline paranoid park

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3214
  • Support our Guys
« Risposta #15 il: 07 Gennaio 2009, 21:51:54 »
perché sto incominciando un pò ad annoiarmi. 

Scusate ma lo devo dire: Quanto mi piace quando Maximus fa così  [36]
"Si è proteso su degli abissi. Ha rischiato più volte di cadere. Ma alla fine non è precipitato. In bilico sul vuoto, non ha conosciuto la caduta. Ci sono stati cedimenti, sbandamenti, delusioni, scoramenti, ma la vita l'ha sempre avuta vinta. " (P. Besson)

Offline harryb

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3221
« Risposta #16 il: 08 Gennaio 2009, 02:47:31 »
Tralascio le considerazioni filosofiche a chi è più preparato di me.
Ragioniamo con i piedi per terra.
Caro Cittadino perplesso, benvenuto, prima di tutto! Ho notato però che ti piace fare polemica. Voglio contestare alcune tue affermazioni.
Io personalmente penso che viviamo in una società profondamente malata in cui spesso la repressione opera su individui socialmente non pericolosi come ad esempio la ragazza che ha invaso pacificamente la zona rossa del g8 o magari chi detiene droghe a scopi di uso personale ecc...

lo so che il servizio sanitario in italia è gratuito e a disposizione di tutti è solo che qualcuno ha paura di rivolgervisi perchè non conosce questo semplice fatto. Non sto parlando assolutamente sulla base di cose lette sui giornali di certe fazioni politiche dato che la stampa, come la televisione, in Italia non è libera e anche se lo fosse verrebbe subito fatto credere che si tratti di propaganda di una sinistra antagonista...

Sulla base di cosa stai parlando non lo so. La definizione di individuo socialmente non pericoloso non è così facile. Citi due episodi sui quali ci sarebbe molto da discutere. Ci sono molte cose che non sai. Tralascio il primo esempio che hai portato. Sono stati scritti fiumi di parole anche su questo Forum e non voglio sprecarne una in più. Ma ti garantisco che la seconda affermazione è assolutamente falsa. In Italia l'uso personale non è penalmente sanzionato. Ma una persona che fa uso di sostanze stupefacenti, è potenzialmente molto pericolosa socialmente parlando. Guardati le statistiche sui morti per incidente stradale. Sai quanti sono avvenuti a causa delle sostanze stupefacenti? E non dirmi che l'alcool fa più danni della droga. Bere e guidare, drogarsi e guidare sono comportamenti sanzionati allo stesso modo. Fosse per me, applicherei la 309/90 anche all'alcool.... Bevi? Un bel 75 e via il pensiero.

Chi non si rivolge al SSN per paura, sbaglia e lo fa per disinformazione. Perchè alcune testate giornalistiche, ma anche televisive, pur di gettar fango (e ce ne sarebbe motivo, siamo d'accordo) sulle istituzioni, creano questi falsi miti, fregandosene se qualche migliaio di ignoranti morirà per questo.

Dato che da quanto ho capito anche a voi sono arrivati i tagli economici lo sai dove sono andati a finire i nostri soldi? Hai sentito parlare al telegiornale di cosa è successo all'alitalia? Di quanto si paga di multa ogni anno perchè il nostro portatore nano di democrazia non si decide a cedere a europa sette i diritti di trasmettere su alcune frequenze OCCUPATE ABUSIVAMENTE ILLEGALMENTE dalla sua rete 4? Lo sai quanti soldi sono stati dati alle banche per far credere alla gente che questa crisi non esiste?

Ma com'è che fai riferimento solo a berlusconi? Io so benissimo dove sono andati a finire i nostri soldi e non sono per niente contento. E tu? Sai quanti soldi CI è costata la svendita della Cirio? Sai quanti soldi ci è costata la voragine del mezzogiorno? E sicuramente non eri neppure nato quando i governi svuotavano le casse dello Stato in quel buco nero. Lo hanno fatto tutti, destra e sinistra. Ti definisci non di sinistra ma vedi solo quel che fa berlusconi... curioso vero? Ma tralasciamo.

Come te dici che non esiste la civile convivenza perchè l'uomo non ne è in grado io ti posso dire che l'uomo non è in grado neanche di stare in democrazia e i fatti lo dimostrerebbero tutti... inoltre l'uomo è sempre brutale, violento, aggressivo, avido e competitivo e ha costruito una società basandosi su queste linee guida, la democrazia e il sistema economico sono il frutto di questi comportamenti. Comunque siamo andati molto lontani dal mio scopo iniziale della discussione vorrei proporre un sotto argomento.... ma secondo voi sono necessarie tutte le leggi con le relative punizioni o fin dove è possibile sarebbe giusto prevenire le cause che portano a compiere un determinato reato o allo svolgersi di un determinato incidente? Grazie ancora

Questo è vero. L'uomo è fondamentalmente violento, avido e competitivo. Le leggi ed un sistema sociale sono stati creati proprio come baluardo a questa natura. La democrazia sarà imperfetta ma mi sembra l'unico sistema valido al momento. O credi che ci sia di meglio? Una bella dittatura? Anarchia? Anomia? Monarchia?
Prevenire è una bella parola, son d'accordo con te. Ma solo sulla carta. Perchè nella vita di tutti i giorni, allo stato attuale delle cose, serve anche la repressione. Perchè, credimi, la gente rispetta una norma solo se ne teme le conseguenze. Siamo italiani d'altronde...

Ps: hai ragione anche te... la maggioranza decide tu manifesti il tuo dissenso... ma poi quando fai punire il ladro di biciclette sei consapevole che i mafiosi sono ai vertici della democrazia?

Io faccio punire il ladro di biciclette ed il banchiere traffaldino. Solo che le leggi (che non faccio io) puniscono di più il primo che il secondo. Ma non dipende da me come poliziotto.
Che al vertice della democrazia ci siano i mafiosi può essere. Io ci ho visto anche qualche terrorista ultimamente ma non è questo che importa. E' che al vertice della democrazia, come dici tu, ci siamo noi, io, te e tanti altri. La domanda da porsi, secondo me è "come mai le cose non vanno come vogliamo?" Perchè le persone incaricate dal popolo alla gestione della cosa pubblica, hanno creato un sistema auto referenziale. Vivono di loro stessi per loro stessi. Cosa possiamo fare per cambiare le cose? Non so cosa pensi tu. Io credo che qualsiasi cosa si debba fare, vada fatta nel rispetto di quelle regole che, volenti o nolenti ci siamo dati.

..ma contemporaneamente non agisce su chi crea danni sociali quasi irreparabili come chi sfugge dai suoi processi legali molto gravi per anni e anni aspettando la prescrizione mentre controlla sistematicamente tutti i mezzi di informazione che contano in un paese. Il sistema economico monetario se ne frega completamente della gente, ci sono guerre ingiuste, sfruttamento, inquinamento, assassinii, licenziamenti solo per avidi interessi economici... tutto ciò accade spesso all'insaputa delle persone e comunque in maniera completamente impunita. Chi sono i pericolosi criminali? e soprattutto è importante saperlo?
Grazie dell'attenzione

Scusa se copio ed incollo così a caso... sai, sono quasi le tre di notte ed io sono smontato dal turno da poco!
Mi trovi d'accordo su quest'ultima affermazione. Non piace neanche a me che ci siano persone che si pongono al di sopra della legge. Il sistema economico monetario se ne è sempre fregato della gente, credo che continuerà a farlo anche dopo che non ci saremo più. Il mondo è ingiusto e noi ci possiamo fare poco ma questi sono i fatti e piangersi addosso non serve a niente. Se si vuol fare qualcosa, si deve farlo nel rispetto della legge. Perchè solo questo ci differenzia da quelli che hai indicato prima.
Ora ti saluto, sono stanco e vado a riposare. Buona giornata a tutti!!

Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« Risposta #17 il: 08 Gennaio 2009, 14:46:15 »
Citazione
Mi dai la TUA definizione di democrazia?
beh democrazia significa governo del popolo, in italia siamo in una democrazia rappresentativa cioè si vota coloro che diventeranno attivi nel legislativo e nell'esecutivo, in realtà con la nascita dell'ultima legge elettorale (il popolo non ha deciso niente in merito a questa assurda legge) non si vota piu l'effettivo rappresentante ma si vota il partito che a sua volta delega i suoi rappresentanti, considerando che i partiti di ora non hanno nessuna base ideologica (non vogliatemi male ma mi tocca fare l'esempio di forza italia che è un partito nato privo di ideologia fondato sulla figura personale di silvio berlusconi, ricorderete senz altro l'opuscolo che ci mandò a casa 7 anni fa) la situazione si fa ancora di piu interessante. Sono state prese dall'alto davvero troppe decisioni e scritte troppe leggi all'insaputa della maggiorparte del popolo e su argomenti che al popolo non interessano (forse perchè non devono interessare?), il popolo è quindi escluso dalla politica e dalle sue decisioni... non capisco come si possa parlare ancora di democrazia, spiegatemelo voi.
Citazione
a te la democrazia non ti piace che cosa resta? l'anarchia o la dittatura.
La democrazia sarebbe una bella cosa esistesse, ma purtroppo è utopica molto più del collettivismo di marx e dell'anarchia di bakunin. Comunque il tuo discorso non regge perchè non siamo arrivati al capolinea del mondo (spero) durante la rivoluzione francese secondo te pensavano che l'unica alternativa all'ancien regime fossero i feudi o l'impero?
Maximus data la definizione che hai dato di "sofisma" secondo platone e il fatto che tu abbia citato solo un filosofo sembra che anche il tuo intervento si avvicina molto a quella definizione. Fusis e Nomos? intendi forse Physis e Polis? Comunque non sai quante citazioni filosofiche ti sono passate davanti agli occhi senza che tu te ne accorgessi mentre leggevi i miei post. E comunque se ti annoi non rispondere non te l'ha mica ordinato il dottore...
Citazione
Ma una persona che fa uso di sostanze stupefacenti, è potenzialmente molto pericolosa socialmente parlando. Guardati le statistiche sui morti per incidente stradale. Sai quanti sono avvenuti a causa delle sostanze stupefacenti? E non dirmi che l'alcool fa più danni della droga. Bere e guidare, drogarsi e guidare sono comportamenti sanzionati allo stesso modo.
Se magari Fini aveva un minimo di conoscenze scientifiche, te puoi anche non averle dato che non intervieni direttamente in questa democrazia, poteva facilmente capire che non crea il solito pericolo sociale fumarsi uno spinello, bere un bicchiere di vino rispetto a farsi di LSD o di eroina; comunque sono ottimista, la legge fini di sicuro non viene dalla sua mente ignorante ma da una necessità politica ben precisa ;)
Citazione
Ma com'è che fai riferimento solo a berlusconi? Io so benissimo dove sono andati a finire i nostri soldi e non sono per niente contento. E tu? Sai quanti soldi CI è costata la svendita della Cirio? Sai quanti soldi ci è costata la voragine del mezzogiorno? E sicuramente non eri neppure nato quando i governi svuotavano le casse dello Stato in quel buco nero. Lo hanno fatto tutti, destra e sinistra. Ti definisci non di sinistra ma vedi solo quel che fa berlusconi... curioso vero? Ma tralasciamo
Faccio riferimento a berlusconi e me ne sbatto della parcondicio e dovreste farlo anche voi se davvero credete nella democrazia... è inutile dire di essere di destra o di sinistra questo mafioso non è di destra e la sinistra non si oppone a lui... così è adesso il parlmanento. È inutile parlare di ideologie anzi è dannoso... non pensate di votare a destra quando votate il berlusca e non pensate di votare a sinistra quando votate l'altro pirla.
Comunque quando arrestate un ladro di cavalli è giusto che vi compiacciate del vostro lavoro ma sappiate che non avete sconfitto neanche una piccolissima di percentuale di quello che è il male in questa società

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #18 il: 08 Gennaio 2009, 14:53:53 »
Citazione
Comunque quando arrestate un ladro di cavalli è giusto che vi compiacciate del vostro lavoro ma sappiate che non avete sconfitto neanche una piccolissima di percentuale di quello che è il male in questa società

..appena ho tempo rifletto meglio su cio che hai scritto...prendo solo spunto dall'ultima tua frase.....io non sono Zorro o superman che devo sconfiggere il malvagio...io faccio un lavoro e mi pagano per arrestare ladri di cavalli...che il male rimanga sempre lo stesso  è affar mio esattamente come è affar tuo ...non mi pagano un TOT ad arresto ne quando vado a letto mi sento appagato per aver arrestato spacciatori o rapinatori di patate...io faccio il mio lavoro e basta ! se poi concordo che la droga sia merda che affligge la società, per esempio, e se ritenessi che un drogato (anche di spinello) è un male per questa società e quindi un pericolo bè ! mi dispiace per te ma il mio pensiero conta esattamente quanto il tuo...
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« Risposta #19 il: 08 Gennaio 2009, 15:25:22 »
Citazione
Mi dai la TUA definizione di democrazia?
Comunque quando arrestate un ladro di cavalli è giusto che vi compiacciate del vostro lavoro ma sappiate che non avete sconfitto neanche una piccolissima di percentuale di quello che è il male in questa società

....penso che anche Platone ti risponderebbe che della vita non hai capito un emerito... ca**o...non so come se scrive in greco... [44]
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline stefi

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 390
« Risposta #20 il: 08 Gennaio 2009, 15:29:43 »
G.P.G.3 per piacere,potresti farmi un riassunto delle puntate precedenti......me so persaaaaaaaaaaa! [50] [50] [50] [34] :85:

Offline Cleanhead

  • Amministratore
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19059
  • Utente Desindacalizzato
« Risposta #21 il: 08 Gennaio 2009, 16:40:59 »
Citazione
beh democrazia significa governo del popolo, in italia siamo in una democrazia rappresentativa cioè si vota coloro che diventeranno attivi nel legislativo e nell'esecutivo, in realtà con la nascita dell'ultima legge elettorale (il popolo non ha deciso niente in merito a questa assurda legge) non si vota piu l'effettivo rappresentante ma si vota il partito che a sua volta delega i suoi rappresentanti, considerando che i partiti di ora non hanno nessuna base ideologica (non vogliatemi male ma mi tocca fare l'esempio di forza italia che è un partito nato privo di ideologia fondato sulla figura personale di silvio berlusconi, ricorderete senz altro l'opuscolo che ci mandò a casa 7 anni fa) la situazione si fa ancora di piu interessante. Sono state prese dall'alto davvero troppe decisioni e scritte troppe leggi all'insaputa della maggiorparte del popolo e su argomenti che al popolo non interessano (forse perchè non devono interessare?), il popolo è quindi escluso dalla politica e dalle sue decisioni... non capisco come si possa parlare ancora di democrazia, spiegatemelo voi.

..praticamente il male del secolo non è stato Hitler ma berlusconi che ha ammazzato ogni forma di democrazia?..ha fatto tutto da solo? ...il popolo è escluso? e chi ha votato berlusconi? gli automi? tutte marionette? solo tu e altri quattro o cinque vi siete salvati?

Citazione
La democrazia sarebbe una bella cosa esistesse, ma purtroppo è utopica molto più del collettivismo di marx e dell'anarchia di bakunin. Comunque il tuo discorso non regge perchè non siamo arrivati al capolinea del mondo (spero) durante la rivoluzione francese secondo te pensavano che l'unica alternativa all'ancien regime fossero i feudi o l'impero?
Maximus data la definizione che hai dato di "sofisma" secondo platone e il fatto che tu abbia citato solo un filosofo sembra che anche il tuo intervento si avvicina molto a quella definizione. Fusis e Nomos? intendi forse Physis e Polis? Comunque non sai quante citazioni filosofiche ti sono passate davanti agli occhi senza che tu te ne accorgessi mentre leggevi i miei post. E comunque se ti annoi non rispondere non te l'ha mica ordinato il dottore...

...io credo che dovresti misurare le tue parole, per me sono piu che bestemmie!!..se non ci fosse democrazia stai tranquillo che non staresti qui a raccontare fiabe.....è utopico pensare ad una democrazia dove qualcuno si ritiene più in alto di qualcun altro solo per il fatto di presumere di avere visioni piu aperte del mondo....

Citazione
Se magari Fini aveva un minimo di conoscenze scientifiche, te puoi anche non averle dato che non intervieni direttamente in questa democrazia, poteva facilmente capire che non crea il solito pericolo sociale fumarsi uno spinello, bere un bicchiere di vino rispetto a farsi di LSD o di eroina; comunque sono ottimista, la legge fini di sicuro non viene dalla sua mente ignorante ma da una necessità politica ben precisa ;)

..scusami non vorrei trovarmi di fronte all'ennesimo cannarolo che pretende di convincere il mondo che farsi le canne non fa male.....le canne sono deleterie esattamente come tutte le altre droghe, che nonsi faccia male a nessuno è la storiella che si raccontano tutti quelli che fumano per darsi una giustificazione al loro fallimento di esseri umani...

Citazione
Faccio riferimento a berlusconi e me ne sbatto della parcondicio e dovreste farlo anche voi se davvero credete nella democrazia... è inutile dire di essere di destra o di sinistra questo mafioso non è di destra e la sinistra non si oppone a lui... così è adesso il parlmanento. È inutile parlare di ideologie anzi è dannoso... non pensate di votare a destra quando votate il berlusca e non pensate di votare a sinistra quando votate l'altro pirla.
Comunque quando arrestate un ladro di cavalli è giusto che vi compiacciate del vostro lavoro ma sappiate che non avete sconfitto neanche una piccolissima di percentuale di quello che è il male in questa società

..infatti noi ce ne sbattiamo di ogni ideologia perchè nessuna ha mai portato benessere alla gente, io non penso di votare destra o sinistra, io non voto perchè non c'è nessuno che mi rappresenta o è degno di essere tale...ma è una mia opinione...ma dubito che il male del mondo possa essere berlusconi..lo odici anche tu.ma lo nomini dieci volte al minuto...perdonami ma i tuoi "sofismi" (rubando il termine) non servono a nascondere le tue convinzioni e i tuoi ragionamenti che a mio parere sono solo frutto di un lavaggio di cervello...esattame nte come fa berlusconi con le sue tv....
Sopra le nuvole c'è sempre il sole. Ciao Ale.
„Za wolność waszą i nasza”
Credo in un solo Dio.
Cleanhead 6969-06 (così è contento Manconi)

Offline paulo88

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 1838
  • TROPA DE ELITE!
« Risposta #22 il: 08 Gennaio 2009, 17:23:16 »
Concordo in pieno le risposte date da Cleanhead,Cittadinoperplesso mi sembra che tu come ti è già stato fatto notare abbia calcato un po' la mano su una certa vena provocatoria non esattamente anti-politicizzata,comunque sia non vorrei divagare,sicuramente ne saprai più di me di filosofia,della quale io ho solo alcune nozioni apprese al Liceo.
"Hic manebimus optime"

Offline Cittadino perplesso

  • Nuovo
  • *
  • Post: 17
« Risposta #23 il: 08 Gennaio 2009, 22:10:53 »
Citazione
....penso che anche Platone ti risponderebbe che della vita non hai capito un emerito... ca**o...non so come se scrive in greco...
mi è piaciuto questo intervento ricchissimo di argomentazioni e senso critico, prenderò esempio dalle tue parole. Peccato che malgrado tu mi abbia illuminato solo con questo bellissimo discorso ho avuto di te l'impressione che non saresti in grado di dirmi cosa Platone penserebbe di me, vabbè ma è anche questo il bello del forum, in una conversazione verbale saresti stato in disparte.
Citazione
se poi concordo che la droga sia m***a che affligge la società, per esempio, e se ritenessi che un drogato (anche di spinello) è un male per questa società e quindi un pericolo bè ! mi dispiace per te ma il mio pensiero conta esattamente quanto il tuo...
Di te ho apprezzato gli interventi, solo che qua ti sbagli drasticamente, il tuo pensiero conta molto più del mio ed è proprio per questo che sono venuto qua a scrivere.
Citazione
e chi ha votato berlusconi? gli automi? tutte marionette?
la risposta è si, ma anche persone con condizioni economiche ben discrete che credevano in una politica "di destra" di berlusconi finalizzata al mantenimento dello status quo ecc... e magari avevano anche un po paura del pericolo rosso che rischiava di rendere collettive tutte le loro proprietà (pfiu... si è corso davvero un brutto rischio)
 
Citazione
è utopico pensare ad una democrazia dove qualcuno si ritiene più in alto di qualcun altro solo per il fatto di presumere di avere visioni piu aperte del mondo....
Ma purtroppo non è utopico pensare a una democrazia in cui qualcuno risulta più "in alto" di qualcun altro solo per il fatto di essersi riempito di pubblicità sulle sue televisioni private, aver controllato, censurato i media anche pubblici ed è riuscito a farsi eleggere al solo scopo di non essere processato. E questo, dammi retta, sarà scritto sui libri di storia e purtroppo solo in italia che per quanto riguarda la libertà di espressione "Nel rapporto relativo al 2006 è scivolata al 79° posto assieme al Botswana, continuando a essere l'unico Paese parzialmente libero dell'Europa occidentale" non è argomento di discussioni. La conclusione è che è utopica la democrazia e basta. In italia berlusconi insieme se vuoi a veltroni e a tutta la "classe parlamentare" ne hanno dato la prova.
Citazione
..scusami non vorrei trovarmi di fronte all'ennesimo cannarolo che pretende di convincere il mondo che farsi le canne non fa male.....le canne sono deleterie esattamente come tutte le altre droghe, che nonsi faccia male a nessuno è la storiella che si raccontano tutti quelli che fumano per darsi una giustificazione al loro fallimento di esseri umani...
Ti sbagli non sono un "cannarolo" e non pretendo di convincere il mondo che farsi le canne non fa male (non tenterei neanche per le sigarette, per il caffè, per il cheeseburger del mc donald, il vino, le esalazioni di co2 e per tante altre cose legali forse per caso). Fa male a se stessi fumarsi le canne e poi dai secondo il tuo ragionamento potrebbero anche essere utili... qualche fallito in meno...
Citazione
se non ci fosse democrazia stai tranquillo che non staresti qui a raccontare fiabe
Questa poi...sai quanta gente ha raccontato "fiabe" prima che esistesse la democrazia?
Citazione
..infatti noi ce ne sbattiamo di ogni ideologia perchè nessuna ha mai portato benessere alla gente, io non penso di votare destra o sinistra, io non voto perchè non c'è nessuno che mi rappresenta o è degno di essere tale
Nessuna ideologia ha mai portato benessere alla gente???????????????????????? [72] Scusa ma allora come fai ad essere contento della democrazia se per definizione (non votando) non ne partecipi?
Citazione
le tue convinzioni e i tuoi ragionamenti che a mio parere sono solo frutto di un lavaggio di cervello
Si... me lo sono lavato da solo però.

Apprezzo ogni vostra risposta (tranne le superflue) e i miei toni sono semplicemente di discussione e mai provocatori. Grazie

Offline Metal76

  • Membro Master
  • ****
  • Post: 2123
« Risposta #24 il: 08 Gennaio 2009, 22:25:32 »
Ragazzi, per favore piu' corti sti post, mi fanno male gli occhi.

 :107: :107: :107: :107: :107: :107: :107: :107: :107: :107: