AutoreTopic: VALORI E TRADIZIONE. Alla scuola di polizia di Peschiera consegnati i riconoscim  (Letto 3573 volte)


Offline G.P.G. 3

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 17065
  • che te guardi...
« il: 02 Marzo 2008, 15:56:41 »
Domenica 2 Marzo 2008
 
 VALORI E TRADIZIONE. Alla scuola di polizia di Peschiera consegnati i riconoscimenti agli studenti dell’istituto comprensivo che hanno scritto poesie e racconti
«Il poliziotto è un amico che vuole difenderti»
 
Giuditta Bolognesi
È sempre legata a lei, Maria Teresa Turazza, l’immagine più eloquente tra le tante di una giornata importante come quella della premiazione della seconda edizione del Premio intitolato alla memoria degli agenti Davide Turazza e Giuseppe Cimarrusti. Un’iniziativa dell’amministrazione comunale di Peschiera e dedicata ai ragazzi dell’Istituto comprensivo del Comune invitati a scrivere un tema sul delicato e difficile argomento della violenza negli stadi.
E i ragazzi di quattordici classi, tra scuola primaria e secondaria, hanno voluto mettere nero su bianco le tante preoccupazioni per quello che succede negli stadi.
Alla premiazione del concorso hanno partecipare numerose autorità: il sindaco di Peschiera Umberto Chincarini, il questore di Verona Luigi Merolla, il prefetto vicario Elio Faillaci, il colonnello Claudio Cogliano comandante provinciale dei carabinieri. E ancora il maggiore Antonio Sergi e il luogotenente Daniele Martinato, comandanti della compagnia carabinieri e della guardia di finanza di Peschiera, e Giuseppe Reccia: direttore della Scuola di polizia che ha messo a disposizione l’aula magna per la cerimonia.
Presenti anche Anna Maria Cottarelli, dirigente dell’istituto comprensivo, e tra i molti amministratori Eva Di Lorenzo, consigliere delegato alla cultura e rappresentante del Comune nella commissione che ha valutato i temi.
Il sindaco Chincarini, il suo vice Walter Montresor, il questore Merolla hanno salutato i ragazzi e i docenti presenti ricordando nei loro interventi l’importanza del recupero di certi valori: quello dello sport, della vita, della legalità, responsabilità e dell’impegno. Anche, e soprattutto, quello di chi, come gli agenti Turazza e Cimarrusti, lavora quotidianamente per salvaguardare e proteggere la vita altrui. Le autorità si sono quindi date il cambio per premiare i vincitori: Silvia Kostandini della 5^ D per la scuola primaria, Eleonora Gelmetti, Elisa Gentili e Linda Tonoli rispettivamente per le classi 1^ B, 2^ A e 3^ B della secondaria.
Ma in una giornata anche di festa difficile staccare lo sguardo dalla signora Turazza. Dal volto sereno di questa donna che si è vista strappare la vita di due figli poliziotti morti entrambi in servizio: Massimiliano, nel 1994, e il 21 febbraio di tre anni fa Davide. Seduta in prima fila, per tutto il tempo della cerimonia ha ascoltato con attenzione le parole delle autorità e poi quelle dei ragazzi. Di quei giovani che hanno più o meno l’età di sua nipote, la figlia proprio di Davide che ieri mattina le sedeva accanto.
Con la forza, dolcezza e concretezza che la contraddistinguono Maria Teresa Turazza si è rivolta agli studenti di Peschiera: «Sono felicissima di essere qui oggi, perché c’è un’energia bellissima. E ringrazio voi e le autorità di esserci. Alla vostra età mi annoiavo terribilmente quando mi dicevano le cose e di solito, fra tante, ne capivo una sola. Allora ve ne dico una soltanto: un poliziotto è un vostro amico che ha l’autorizzazione di difendervi. Perché non sempre ci si può difendere da soli. Pensateci». E ha aggiunto: «Capite che il poliziotto è qualcuno che sta dalla vostra parte? Fategli un sorriso quando lo vedete e se c’è qualcosa che non va diteglielo. Senz’altro vi aiuterà».
Un lungo applauso ha accompagnato l’unica concessione alla commozione.
l'arena
 [14]
" Impunitas semper ad deteriora invitat "" Non esistono altezze troppo grandi,ma solo ali troppo corte. "

Offline ARusso

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1191
  • Ciao Ale!
« Risposta #1 il: 02 Marzo 2008, 23:27:52 »
 [54] [23]

Offline sabi

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3510
« Risposta #2 il: 03 Marzo 2008, 02:52:05 »
[54] [54] [54]
Se non ci sono cani in paradiso, quando muoio voglio andare dove sono andati loro.

Offline vale

  • Membro Veteran
  • *****
  • Post: 3581
« Risposta #3 il: 03 Marzo 2008, 12:34:09 »
 [54] [54] [54]  [23]  [54] [54] [54]
Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola. (G. Falcone)

Offline robin81

  • Membro Attivo
  • ***
  • Post: 1310
« Risposta #4 il: 03 Marzo 2008, 22:42:22 »
Bella iniziativa...non si potrebbe estendere in campo nazionale, se già non si è fatto?

Offline dago113

  • Membro Super
  • ******
  • Post: 12730
  • Utente desindacalizzato
« Risposta #5 il: 04 Marzo 2008, 00:32:30 »
Bella iniziativa...non si potrebbe estendere in campo nazionale, se già non si è fatto?

Quoto. Sarebbe davvero bello.  [23]
" hoc est sic est aliut fieri non licet"  Iscrizione latina.

"Preferisco i cattivi ai cretini, poichè ogni tanto i primi si riposano" Talleyrand

"Es ist keine Schande in Aktion, Leiden ist eine Schande"Walther Rathenau

Capo sezione N.W.O. di Miris'cis

postman78

  • Visitatore
« Risposta #6 il: 04 Marzo 2008, 22:53:35 »
Quando ricorrono l'anniversario dei due ragazzi è davvero naturale pensare ha quanto sta soffrendo e quanto ha dato uella signora alla nostra istituzione!!!

Bellissima iniziativa davvero!!  [54] [54] [54]