Attualità > Sistema sicurezza

Rapine ai portavalori.

<< < (62/153) > >>

G.P.G. 3:
27 giugno 2009 - Ore: 11.43 
Operazione Praedator: tutti condannati
 
 
La prima sezione penale del tribunale di Foggia ha ritenuto tutti colpevoli i tredici imputati nel processo scaturito dall’operazione Praedator, il blitz della polizia che il 23 febbraio 2008 portò all’arresto di 17 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata alle rapine a banche e furgoni portavalori, ma anche detenzione di armi, ricettazione, furto, tentata estorsione e truffa all’Inps. Secondo la ricostruzione della procura e della squadra mobile di Foggia, di fatto accolta dai giudici, si trattava di un gruppo criminale composto da campani e foggiani che organizzavano e operavano materialmente i colpi in Capitanata (dieci quelli contestati), mentre due lucerini erano incaricati di fornire supporto logistico. E proprio questi ultimi due, Massimo D’Onofrio e Michele Forzieri, sono stati condannati rispettivamente a uno e due anni di carcere, ma entrambi hanno beneficiato della sospensione della pena e il secondo anche dell'assoluzione per una tentata rapina e della completa scarcerazione.

Per tutti gli altri sono arrivate altrettante condanne. Nello specifico si tratta dei foggiani Antonio Scolamieri, 47 anni, a 8 anni e 9 mesi, Palmina Azzarone, 56 anni, a 8 anni e 4 mesi, Elio Maccione, 52 anni, a 5 anni e 9 mesi, Carmela Cannarile, 38 anni, a 2 anni e 3 mesi, Angelo Rizzi, 39 anni, a 3 anni e 6 mesi, Vincenzo Princigallo, 58 anni, a 5 anni e 7 mesi, e Luigi Cannarile, 36 anni, a 3 anni e 6 mesi.
Quattro invece i campani coinvolti, con i primi tre napoletani: Carmine De Pompeis, 41 anni di Napoli, a 9 anni e 5 mesi, Gaetano Esposito, 45 anni, a 3 anni e 7 mesi, Antonio Marano, 49 anni, a 7 anni e 8 mesi e Luigi Errichelli, 51 anni di Santa Maria Capua Vetere, a 7 anni e 7 mesi.
Oltre a questi, altri quattro imputati hanno preferito il processo con il rito abbreviato nel quale sono stati comunque tutti condannati il 27 gennaio scorso. Si tratta dei foggiani Salvatore Cannarile, 55 anni, a 14 anni di carcere, Giuseppe Delle Noci, 37 anni, a 5 anni ma morto il 26 maggio scorso a causa di un incidente di moto sulla strada tra Foggia e Lucera. Due anche i napoletani coinvolti come Luigi Neri, 30 anni, a 9 anni e 6 mesi e Vittorio Sergi, 37 anni, a 4 anni e 8 mesi.

Le indagini partirono a seguito di una rapina sventata dagli agenti della squadra mobile di Foggia che nel dicembre 2006 erano appostati nei pressi dello sportello Banca del Monte di Foggia del centro commerciale Mongolfiera. Il colpo non venne compiuto, ma da quell’episodio in cui vennero bloccati i “pali” all’esterno della struttura, partì l’inchiesta della procura di Foggia che ha utilizzato anche riprese filmate da telecamere di servizio e anche intercettazioni telefoniche e ambientali sulle autovetture utilizzate dai presunti capi dell’organizzazione, tra cui quella di Salvatore Cannarile. Durante le indagini sarebbe stato anche accertato che il gruppo prevedeva per ciascun componente precisi ruoli e strategie, tra cui quella di utilizzare proprio pregiudicati campani, poco conosciuti in zona, che spesso operavano a volto completamente scoperto. (Luceraweb)
http://www.luceraweb.eu/Giornale.asp?ID=16183
c.g.

.......... [53]....squadra mobile di Foggia..... [54] [54] [54] [54]...... [70]... [58]
 

robin81:
Complimentissimi alla Squadra Mobile della Questura di Foggia!  [71]  [71]

G.P.G. 3:
Cremnago di Inverigo, paura alle poste: tentata rapina con spari       
mercoledì 01 luglio 2009 
Una mattinata decisamente movimentata a Cremnago di Inverigo, all’uffico postale, dove tre banditi si sono presentati attorno alle 9, sapendo che oggi era giorno di ritiro delle pensioni, dunque con diversi soldi in circolazione. Hanno atteso l’arrivo del furgone portavalori , attorno alle 9, ma quando gli addetti sono entrati nell’ufficio postale scaricando i soldi le porte dell’uffico  si sono chiuse inesorabilmente. I banditi allora hanno cercato l’azione di forza sparando, da quanto è stato possibile ricostruire, due colpi di fucile verso la porta blindata che ha retto perfettamente. Poi gran fuggi fuggi generale. Molte persone all’esterno hanno sentito i colpi, in particolare alcuni pensionati, e si sono messe ad urlare. I malviventi, tre sembra a volto coperto, sono scappati poi a mani vuote su una Alfa 147 scura ora attivamente ricercata dai carabinieri di Cantù. Grande apprensione, ma per fortuna nessuno è rimasto ferito. 
http://www.ciaocomo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=11404&Itemid=64

........è andata bene.........

G.P.G. 3:
GAETA: BLOCCANO FURGONE PORTAVALORI MA IL COLPO VA A VUOTO

Latina, 6 giu. - Un commando armato ha assaltato questa mattina un furgone portavalori sulla statale Flacca all'altezza della Piana di Sant'Agostino, a Gaeta. Cinque persone armate di mitra e molotov hanno tamponato con un camion rubato il mezzo blindato costringendolo sul margine della carreggiata. Le guardie giurate sono state immobilizzate mentre due dei cinque banditi hanno tentato inutilmente di tagliare il portellone posteriore del portavalori. Il traffico che si stava creando sulla statale non ha permesso ai banditi di lavorare tranquillamente tanto che, trovandosi in difficolta' con le operazioni di apertura del portellone, hanno desistito e abbandonato il furgone e gli agenti entrambe feriti.

Fonte AGI 06 LUG 09
..........

G.P.G. 3:
NAPOLI: ASSALTO A UN FURGONE PORTAVALORI, RAPINATI SOLDI E PISTOLE

Napoli, 13 lug. - (Adnkronos) - Quattro rapinatori armati di pistole e con i volti coperti dai cappucci hanno assaltato un furgone portavalori mentre stava transitando in corso Umberto I a Caivano, comune a nord di Napoli. I banditi si sono fatti consegnare da due vigilantes che erano a bordo del mezzo che aveva appena prelevato il denaro dalla Banca di credito popolare, le cassette con i soldi e le due pistole. Al corso Umberto poco dopo e' arrivata la polizia che ha avviato le indagini.
(Iam/Zn/Adnkronos)

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa