Buon Natale…. “Angeli in Giacca Blu”


Buon Natale….
“Angeli in Giacca Blu”

Potrebbe essere assai difficile non essere retorici in queste circostanze quando le nostre orecchie, ormai assuefatte, sentono continuamente ripetersi “Auguri” di qualsiasi genere.
Per carità, qualche augurio sincero, tra i tanti, è normale vi sia, ma nel turbinio della corsa al regalo troppo spesso si sentono pronunciare buoni e ben auguranti auspici che tante volte, forse, hanno la valenza di un “ritornello d’autore”.
Vorrei quindi, in poche righe, cercare di uscire dagli schemi, fare in modo che la retorica sia solo un aggettivo inutile e di poco conto e che, in qualche modo, cerchi di non inquinare in alcuna maniera questo mio scritto.
Questo è già il quarto Natale che ci vede insieme, ogni anno è stato importante, a suo modo, per cercare di non fare cadere nell’oblio coloro che hanno dato la vita per la Patria.
Un Natale questo che forse è un po più duro degli altri perché in tanti, purtroppo, vedono miseramente le loro tavole un po più spoglie, i regali un po meno ricchi e quel benessere acquisito venire ogni giorno sempre meno.
Un Natale difficile per chi, recentemente, ha dovuto subire la perdita di un congiunto, un Natale un po più vuoto, con un posto a tavola privo certamente di un importante presenza, di un sostegno, di un padre, di una madre, di un figlio, di un nipote di uno zio…un vuoto inimmaginabile che nessuno, su questa terra, potrà mai veramente colmare.
Stare vicini ai congiunti dei Colleghi Caduti vorrebbe essere il vero motore che spinge il nostro agire, che ci muove verso questo lavoro, quasi quotidiano, per cui, grazie al cielo, spesso riceviamo importanti attestati di stima e di affetto, enormi soddisfazioni che danno un senso alle nostre fatiche e sforzi.
Ed a loro vola il nostro pensiero, la nostra vicinanza, il nostro “ricordo” quotidiano, anche oggi, in questo giorno di Natale, vorremmo poter in parte lenire il loro dolore, il vuoto nel loro cuore, cercare di frenare un minimo quell’emorragia dell’anima così violenta e così dolorosa….anche dopo tanti anni.
Natale, la festa della famiglia, la celebrazione della nascita del Cristo, un momento di riflessione sul mistero della vita e forse, perché no, anche della morte, una morte che, per chi scrive, è solo quella del corpo, delle sembianze umane, così come le vediamo di fronte a uno specchio perché l’anima, buona o cattiva che sia, prosegue comunque il suo percorso di crescita verso l’Altissimo (che si chiami Dio, Buddha o Maometto non importa) al fianco di chi, in questa vita abbiamo amato.
Non può essere diversamente perché non può essere solo uno strano gioco del destino se quattro poliziotti che mai si erano conosciuti da anni avevano in animo di realizzare un opera di questo genere.
Un lavoro che tante soddisfazioni sta dando e, forse, qualche lacrima riesce a liberare e a asciugare aiutando chi è rimasto in questa dimensione terrena a superare in parte l’enorme dolore che quel posto vuoto, oggi, giorno di Natale, provoca davvero tanto, tanto dolore.
Grazie quindi a tutti coloro che credono quotidianamente a questo lavoro, Grazie a Fabrizio Gregorutti a Gianmarco Calore a Francesco Scinia, che con impegno, altissimo senso civico, sensibilità e voglia di mettersi in gioco, hanno dato vita a questo sito e grazie anche a LORO, ai nostri “Angeli in Giacca Blu” che ci hanno fatto incontrare, crescere e apprezzare reciprocamente….attraverso il fondatore del sito Poliziotti.it: Salvatore Baiocchi, che ringraziamo davvero tanto per quello che sulla rete internet è riuscito più o meno direttamente a realizzare.
I nostri Auguri, però, il nostro vero pensiero per questo Natale, è rivolto a tutte quelle famiglie che ancora piangono quel vuoto, che evidente o palese, nel loro cuore non riescono ancora a superare. Sarebbe bello se riuscissero a pensare ai loro congiunti come Angeli Blu, felici, al nostro fianco, a NOI Poliziotti d’Italia, aiutandoci quotidianamente a preservare la società e i cittadini dai pericoli e dai soprusi di questa difficile e moderna società.
Buon Natale Angeli Blu, a voi e alle Vostre Famiglie: Grazie

per la redazione di Cadutipolizia.it – Michele Rinelli – Poliziotto 25/12/2009