Nasce il nuovo sito Polizianellastoria.it


Nasce il nuovo sito Polizianellastoria.it

Dall’esperienza di Poliziotti.it, grazie all’intuito di Salvatore Baiocchi, dalla naturale evoluzione che ha portato alla nascita del sito Cadutipolizia.it oggi nasce POLIZIANELLASTORIA. IT .
In un momento storico così difficile per la Polizia Italiana, dalle capacità maturate nella ricerca storica, dalla ricostruzione di importanti eventi che hanno riguardato i Poliziotti Caduti della Polizia Italiana a partire dal 1852, prende vita un nuovo sito; un sito che vuole porre all’attenzione della pubblica opinione, ai comuni cittadini, ai singoli poliziotti, attenti alle evoluzioni della società ma, forse troppo poco, alla storia della società stessa e, di conseguenza, della Polizia di cui fanno parte, un momento di riflessione, di valutazione, di ricostruzione storica attraverso nomi, volti, persone e situazioni che hanno reso grande la Polizia di Stato Italiana durante tutte le sue varie denominazioni.
Polizianellastoria. it vuole essere quindi un tramite, un modo per raccontare non solo i grandi uomini caduti nell’adempimento del dovere ma anche di tutti coloro che hanno speso tutta la loro vita lavorativa per portare progresso culturale, umano, democrazia; tante piccole e grandi mani tese verso il cittadino che forse troppo poco conosce la storia e le vicende di un Istituzione come la Polizia Italiana e che grazie a queste pagine potrà trovare qualche informazione in più, un modo per rivalutare nel bene o, forse, anche nel male, quello che gli uomini in Giacca Blue hanno fatto per questo paese.
Se da più parti si cerca una riconciliazione storica verso certi cupi periodi che hanno visto coinvolta la nostra Repubblica dall’altra troppo poco si parla degli eventi che hanno visto protagonisti a vario titolo gli uomini “Poliziotti”, individui che tante volte hanno sbagliato ma tante altre hanno reso un enorme e insostituibile servizio ai cittadini e al paese.
Non si parlerà solo di Soccorso Pubblico, di interventi in occasione di calamità naturali come il Vajont, il Belice o il recentissimo sisma che ha coinvolto la terra abruzzese, che speriamo diventi presto “storia”, ma parleremo soprattutto di tutte quelle persone, uomini e donne, dimenticati dalla cronaca che hanno migliorato con il loro lavoro il comune vivere civile, aumentando il livello di democrazia nel nostro paese con l’intento di portare legalità e giustizia laddove ve ne fosse più bisogno.
Attraverso questo lavoro non si vuole far conoscere solo Palatucci, Fernando Masone, Arnaldo La Barbera, ma tanti uomini e donne che con il loro sacrificio hanno contribuito all’evoluzione storica e non solo del paese ma senza essere portati alle ribalta della storia, dimenticati dal tempo e da quell’italica propensione a dimenticare troppo velocemente il proprio passato.
Un momento storico questo che vedrà a breve cambiare importanti assetti in relazione alla pubblica sicurezza, con il pericolo concreto che l’istituzione Polizia di Stato possa in qualche modo guadagnare molto più velocemente di quanto si pensi l’oblio; mischiata, in un ipotetico futuro, ad altre forze minori, “Locali”, che, inevitabilmente, ne svuoteranno i connotati, i caratteri, i valori con il concreto pericolo che anche la storia, quella gloriosa storia chiusa all’interno di alcuni Faldoni d’archivio, possa essere in qualche modo svenduta, svilita, annullata, dimenticata….perc hè mai veramente conosciuta.
Polizianellastoria. it vuole quindi ricordare, aggregare, riunire tutti coloro che hanno vissuto il passato, quel passato anche recente che, alla velocità di questi tempi, è già diventato storia.
Con questo lavoro, che si avvarrà di importanti collaborazioni, vogliamo quindi fornire all’interessato lettore e a quello magari più distratto e veloce, uno spunto storico diverso, una voce che racconti il lavoro dei poliziotti attraverso le cronache, le foto, i video, amatoriali e non, per valorizzare un mestiere che troppo spesso è stato utilizzato strumentalmente per creare falsi mostri, nemici e scontri socio culturali.
Polizianellastoria. it racconterà, se sarà possibile, dalla viva voce di chi li ha vissuti, gli eventi che hanno visto coinvolta la Repubblica; voci raccolte dall’altra parte di quella barricata mai davvero raccontata, tra i sudori di un Casco Super Uboot e i riflessi di uno scudo in plexiglass sotto un sole cocente o a -10 gradi; pensieri e parole di quegli uomini troppo spesso considerati solamente biechi servi del potere, picchiatori e assassini ,dispregiativamente chiamati “Celerini”, “Sbirri”, “Servi”, “Infami”.
Speriamo quindi di riuscire, con questo nuovo lavoro, a fornire una voce diversa, a riconciliare presente e passato in maniera tale da far rivalutare il lavoro del poliziotto agli occhi di chi, nella sua andata giovinezza, l’ha sempre considerato uno sporco e servile mestiere ad uso e consumo dei potenti, della politica e del proprio tornaconto personale….uno spunto in più, un momento di riflessione, un solo importante momento che, in una vita, potrebbe anche bastare per cambiare perché il vero cambiamento nasce sempre dalle diverse realtà, dalla comprensione delle varie vedute e dalle consapevolezze maturate: senza cultura, senza condivisione delle idee, senza rivalutazione interiore e sociale non potrà mai esservi vero sviluppo sociale e culturale….noi ci proviamo!

Buon Lavoro al nostro Staff

Fabrizio Gregorutti
Gianmarco Calore
Giulio Quintavalli
Massimo Gay
Paolo Masotti
Michele Rinelli

(per la redazione di http://www.polizianellastoria.it – Michele Rinelli – Responsabile Tecnico )