Cronache di quanto vale la VITA!


Cronache di quanto vale la VITA!

Giuliani, Cucchi, Aldrovandi, Scazzi, Farinaro….Verità e Giustizia..e 2 Milioni di Euro!

Ogni giorno che passa è sempre difficile non essere disorientati da questa nostra italica cultura, una società piena di vere e inumane contraddizioni, come fossero una raffica di sberle, a rendere sempre più difficile la reale comprensione e le risposte a certi perché.
La cronaca sembrerebbe giusto quasi non leggerla, la violenza e l’insulto alla vita umana sono ogni giorno sempre più evidenti ma nessuno pare riesca davvero a porre un freno, a far prendere coscienza al paese che è ora di scegliere la strada della coerenza, del rispetto, del vero pugno duro contro chiunque voglia esercitare gratuita violenza contro gli altri certi di una semi impunità che, con le nostre leggi, non è poi così improbabile.
Nessuno deve subire violenza, le nostre case e le nostre famiglie devono essere quanto più sicure per tutti, Sarah Scazzi non doveva morire, il suo assassino doveva essere fermato prima e forse questa società troppo poco fa per evitare che il germe del male cresca e germogli tra le mura della famiglia.
Di violenza in violenza troppo poco si è fatto per Stefano Cucchi che passando tra le pieghe della giustizia e delle carceri italiane ha trovato la morte forse per colpa della medesima indifferenza di cui troppe volte le nostre piccole e grandi collettività sono vittime.
Forse anche Carlo Giuliani, passando attraverso il G8; forse anche lui è stata vittima dell’umana incuria e del poco rispetto delle masse sociali che legittimamente protestano ma che diventano loro stesse strumento di morte….perchè di un martire certa politica ha bisogno per poter far sopravvivere un certo “Potere”.
Quanto poco rispetto della vita umana….
Rispettare la vita umana sembra così difficile, e io sono così confuso…
Chissà come sarebbe stata la vita di Gabriele Sandri se la poca professionalità di un agente della Polizia Stradale, tal Spaccarotella, non avesse follemente fermato quella giovane vita che ancora doveva raccogliere i frutti del proprio esistere, quale follia ha spinto a sparare un proiettile vagante e a interrompere i sogni di un ragazzo poco più che ventenne ?
Chissà invece come sarebbe stata quella di Federico Aldrovandi, ferrarese, se non avesse incontrato la morte tra le braccia di quattro agenti di polizia che per fermare la sua violenza hanno esagerato e, secondo la sentenza, ecceduto nel contenerlo provocandogli la morte ?
Come possiamo fermare questa ondata di violenza dove le divise diventano carnefici…o forse anche vittime di loro stessi e del sistema….?
Che confusione, sono frastornato…perché non capisco….perchè quanto vale una vita ??
La vita, quanto vale la vita ?
Salvatore Farinaro era un collega poco più che ventenne in servizio alla Polfer di Rho(Mi), la sua ragazza lavorava in un bar.
Il suo amore lo chiama al telefono disperata perché un avventore la stava importunando troppo insistentemente mentre era al lavoro; è spaventata, Salvatore corre da lei perché è la sua ragazza ma è anche un poliziotto.
Arriva in quel bar, affronta il molestatore, lo invita ad atteggiamenti più miti, non ci sono parole per lui, non c’è rispetto in lui, c’è solo cieca violenza: Salvatore Farinaro muore sotto i fendenti di quel cittadino che evidentemente alla vita umana non da alcun valore.
Quanto vale la vita di Gabriele Sandri, Federico Aldrovandi, Stefano Cucchi, Carlo Giuliani, Salvatore Farinaro …e della povera Sarah Scazzi ?
Di Gabriele Sandri non lo si sa ancora, pare che non vi siano state proposte di risarcimento, così come per Stefano Cucchi di cui ancora vivissima è l’indignazione per la non curanza dimostrata nei confronti della sua vita….la povera Sarah è stata seppellita giusto qualche ora fà!
Per Carlo Giuliani si parla di circa 40.000 euro di cui però non sono riuscito a capire se siano stati effettivamente risarciti.
Per Federico Aldrovandi, morto a seguito di una colluttazione con quattro agenti della Questura di Ferrara, sono stati accordati circa 2 Milioni di Euro (due milioni) di risarcimento con la richiesta alla famiglia da parte del Ministero degli Interni di non costituirsi parte civile nei prossimi procedimenti penali.
Salvatore Farinaro, morto da Agente di Polizia, un caduto per amor di divisa e per l’amore di una donna non ha visto nemmeno riconoscersi l’onore di essere inserito all’interno del sacrario dei nostri caduti perché non considerato perito per cause dipendenti dal servizio….come se intervenire per amore e per dovere d’ufficio non costituisce un buon motivo per essere tutelati dallo stato italiano (come se le nostre qualifiche non fossero più permanenti come dice ancora la legge).
Sono confuso, non capisco più nulla!!!!
Vi è forse più dignità a essere un violento manifestante o un violento resistente (tanto da valere 2 Milioni di euro) che essere un onesto servitore dello stato libero dal servizio che da poliziotto va in soccorso della propria fidanzata ?
Quanto vale la vita umana ? Quanto vale il nostro lavoro ?
Come può valere tanto di più quella di Federico Aldrovandi rispetto a quella di Carlo Giuliani ?
Come si fa ad accettare un accordo preventivo di questo genere se davvero si voleva tutto in nome della “Verità e Giustizia” ?
Come posso non pensare che ci sia qualcosa di veramente malato in questa nostra italica cultura ?
Siamo sicuri che questo Stato, questi cittadini, questi giudici abbiano bisogno di noi servi(tori) dello stato ?
Mi si perdoni questo miscuglio ma, capite bene, mi sento molto confuso!

Commenta nel forum QUI

Michele Rinelli – Poliziotto 10/10/2010