A Cesare quel che è di Cesare!


A Cesare quel che è di Cesare!

…Battisti un assassino che deve pagare in terra non in “Cielo”!

Non ci sono alternative, a Cesare Battisti deve essere dato quello che gli spetta: il carcere.
L’hanno stabilito vari gradi di giudizio, è colpevole !
Pluriomicida.
Un giorno la Giustizia divina farà il suo corso, ma prima di allora anche quella Terrena reclama per cui sia dato a Cesare quel che è di Cesare !
Altri sono i perseguitati, non certo lui che sembra volersi accreditare presso le Autorità Brasiliane come un novello Chico Méndes.
Niente di più sbagliato.
Cesare Battisti non ha niente a che spartire con personaggi di quello spessore, è evidente che l’ex Presidente Lula ha un’idea assai distorta del contesto storico-politico in cui il “nostro” perpetrò a suo tempo i crimini per i quali è stato condannato.

“A Chico Méndes lo mataron
era un defensor y un ángel
de toda la Amazonia.
Él murió a sangre fría
lo sabía Collor de Melo
y también la policía.”
(cfr. “Cuando los angeles lloran” – Manà)

Cesare Battisti non é niente di tutto ciò, non é un angelo (custode) difensore dell’Amazzonia e degli Indios, non é stato ucciso a sangue freddo ma é un assassino riconosciuto come tale dalle Leggi dello Stato Italiano.
Questo particolare dev’essere sfuggito al Signor Lula, speriamo che venga riconsiderato dal Presidente attuale del Brasile.
Cesare Battisti non è una vittima, ma un carnefice.
Non è la vittima di un sistema giudiziario impazzito e persecutorio di uno Stato antidemocratico, ma l’assassino di innocenti, semplici cittadini e appartenenti alle Forze di polizia.
Cesare Battisti DEVE essere estradato, non ci sono alternative. Ogni altra decisione da parte delle Autorità Brasiliane è chiaro che non potrà che essere un atto di ingiustizia contro le vittime dei suoi crimini.
In caso contrario si dovrà chiedere ai Manà di sostituire Collor De Melo con il nome del Signor Lula e del suo successore.

Commenta nel forum QUI

Salvatore Baiocchi – Poliziotto – 23.01.2011