La vergogna in diretta tv (e altre amenità)


La vergogna in diretta tv (e altre amenità)


Accendi la tv e sai già cosa aspettarti, da quando sono scattati i provvedimenti restrittivi per arginare l’emergenza sanitaria causa il #Covid19 è un bombardamento continuo di aggiornamenti sui nuovi contagi, sui decessi, nonché di più o meno credibili programmi tv dove personaggi di più o meno affidabilità (non esclusi gli esperti, non di rado in
contraddizione tra loro).
Non è un bel vedere, diciamocelo, non c’è niente di male né di offensivo, siamo in molti ad aver la netta sensazione che si va avanti per tentativi, si naviga a vista; che a nostro (ma non solo) modestissimo avviso è una (se non l’unica) delle ragioni per le quali tutti siamo chiamati (obbligati) a rispettare determinate prescrizioni che limitano fortemente le nostre libertà individuale e collettiva.

Personalmente, ho scelto di limitare la visione di certi programmi (non che prima fossi un fruitore assiduo), qualche tg qua e la e fine; per il resto, preferisco #RestareSano di mente preservando il mio stato d’animo da sollecitazioni gratuite, dalle urla dei partecipanti ai #TrashTalkShow (al cui confronto le oche del Campidoglio sarebbero monache di clausura).
Risse verbali (fastidiosissime e irritanti), scontri all’arma bianca (verbale, s’intende) tra personaggi di una compagnia di giro abilmente pilotate e gestite dai conduttori per la “gioia” dei tifosi a casa.
Questo il lungo preambolo per il quale (spero) mi scuserete, ma doveroso per introdurre e commentare l’ennesimo episodio di quella che ormai, di fatto, è una saga che si è trasformata in sagra.
Non é sfuggito agli utenti di #Twitter il video trasmesso su #Canale5 nel programma Pomeriggio5.

Per chi se lo fosse perso:

Un elicottero della #GuardiaDiFinanza con a bordo un’inviata del programma che mostra in diretta come operano: individuano (guarda caso) un signore che in un litorale deserto porta a spasso il cane), avvisano (nientemeno che) le unità navali dalle quali (pare che) sbarcano alcuni #Finanzieri che lo bloccano per identificarlo e verificare se le ragioni per
le quali si trova lì non violano le disposizioni di legge.
Tralasciamo il fatto che il comandante si distrae più volte, voltandosi, per rispondere e spiegare alla cronista a bordo i dettagli dell’”operazione”, quindi non monitora e non collabora col primo ufficiale sulla gestione della macchina in volo (questione non secondaria), concentriamoci su un aspetto: la caccia all’uomo che porta a spasso il suo cagnolino.
La scena ricalca quella della ricerca e cattura da parte del #BloqueDeBusqueda Colombiano nientemeno che di GonzaloRodriguezGacha alias #ElMexicano, il veroeffettivo dominus del #CàrteldeMellìn (#PabloEmilioEscobàrGaviria al confronto era un dilettante !)

E’un “montaggio” ? Una sceneggiatura ? Non lo sappiamo, ma che non c’è niente di cui vantarsi si, è chiaro.
Se fosse una montatura, sarebbe ancor più grave, considerati i costi e lo spreco di denaro pubblico con conseguente danno erariale.
Ma attenzione, c’è di peggio (al quale non c’è mai fine): il #Sindaco di #Grugliasco, un piccolo Comune alle porte di #Torino, evidentemente preso dall’irrefrenabile istinto (impulso ?) di emulazione ha partorito la sua idea: le “ronde”.
Stamattina le “ronde”, coordinate dalla polizia locale e dalla Protezione civile, hanno cominciato a pattugliare le strade della cittadina, ma anche parchi, giardini, aree verdi e mercati per controllare che vengano rispettate le norme di salvaguardia sanitaria decise da governo e Regione: potranno controllare le autocertificazioni per poi segnalare eventuali trasgressioni.”

E qui c’è da trasecolare.
Qui siamo molto oltre il grottesco, siamo al ridicolo.
Torniamo sempre lì, a una nostra antica battaglia: togliere poteri ai #Sindaci sulla SicurezzaOrdinePubblico.

Eravamo contrari alle “ronde” di allora, siamo contrari alle stesse ancora oggi anche se di diversa matrice politica.
E non è una questione ideologica !
Sia chiaro, le regole devono essere rispettate, ma sappiate che nessuno (tranne quelli ai quali la Legge conferisce poteri, nello specifico la qualifica di agente/ufficiale di p.g. e/ o di pubblica sicurezza può agire come tale e non c’è #Sindaco che possa farlo).
Altro discorso se, come più probabile, lo scopo é disseminare il paesello di dilettanti allo sbaraglio che agiscono come “controllori” in perfetto stile dei #ComitatiPopolari in quella #Cina che ha infettato il mondo.
Ma non siamo la Cina ! Non ancora, non del tutto !
TB – Ideatore e Fondatore di Poliziotti.it