C’era un volta un taser una Volante e un pappagallo…


Il pappagallo Pedro atterra sulla Volante, il taser invece ha preso il volo.

Che c’entra un pappagallo con i taser ?
Presto detto: niente e tutto.
Aspettavamo i taser ma è arrivato lui, Pedro, che dolcemente si è posato sullo sportello di una Volante allietando i presenti e naturalmente anche i poliziotti, tutti stupiti.
Poteva posarsi ovunque dopo essere sfuggito al “padrone”, ma ha scelto la nostra Volante, come ampiamente raccontato sui profili social della @poliziadistato con grande enfasi.
I taser, invece si sono inspiegabilmente volatilizzati dopo un brevissimo periodo di sperimentazione; ma di questo non troverete nulla su quei profili.
Ora, tutti sappiamo che i taser non volano, quindi come spiegarci la loro sparizione ?
Pare, si dice, si mormora che il ministero dell’Interno abbia rinunciato alla fornitura per aver riscontrato dei difetti nei dispositivi forniti dall’azienda produttrice (la quale pare, si dice, si mormora che abbia proposto ricorso).
Così, mentre alcuni comuni del nordest hanno appena avviato le procedure per acquistare gli stessi modelli da dare in dotazione alle rispettive polizie municipali, a noi non resta altro che consolarci e attendere l’esito della partita che sui social vede finaliste le Forze di polizia che si combattono a colpi di vecchietti (sic !) che chiamano il numero di emergenza per chiedere compagnia, gattini e cagnolini salvati e via discorrendo.
Azioni degnissime che fanno onore, ci mancherebbe, che si sono sempre fatte ma che nell’era dei social vengono pubblicizzate con grande enfasi, a nostro parere eccessiva, ormai al limite dello stucchevole e sgradevole laddove si strumentalizzano.
A questo punto dobbiamo sperare che Pedro abbia almeno consegnato un messaggio: meno “marketing” e più attenzione per i poliziotti, meno gattini e migliori e adeguate dotazioni, meno cagnolini e più strumenti legislativi a tutela dell’azione di prevenzione e repressione dei reati da parte dei poliziotti.
And last but not least, non disdegneremmo (finalmente) quei protocolli operativi che da queste pagine chiediamo da almeno dieci anni e, perché no, giubbetti antitaglio.
In attesa del taser !
O vogliamo combattere la criminalità a colpi di tweet e preservare la nostra incolumità nell’esercizio delle nostre funzioni con lo scudo Instagram ?

Lo Staff di Poliziotti.it